Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

90più |  ti ricordi?  21 febbraio 2021

90più | ti ricordi? 21 febbraio 2021

Questo fine settimana c’è il Derby della Madonnina tra Inter e Milan, dove in gioco c’è niente di meno che la supremazia calcistica nella splendida città di Milano. Il motivo per cui diamo uno sguardo al derby in cui senza dubbio l’Inter vinse il Milan.

Per molti anni la Juventus ha condiviso il titolo della serie Akwasi. La Vecchia Signora ha celebrato nove scudetti consecutivi tra il 2011 e il 2020. Contemporaneamente c’erano altre due stelle del calcio italiano provenienti dal nord del Paese, rivali in città Inter Milan E Club italiano del MilanNel sonno della Bella Addormentata. Appena tre anni dopo aver vinto la Champions League nel 2010, l’Inter ha concluso la stagione 2012/13 con un deludente nono posto, mentre il Milan è sceso al 10° posto in Serie A nel 2015.

Andiamo avanti velocemente alla stagione 2020/2021. L’anno in cui la città industriale e fashion del nord Italia è letteralmente tornata ai vertici del calcio italiano. Perché il titolo quest’anno lo hanno deciso tra Inter e Milan. Cos’è questo Derby della Madonnanina Rendilo molto importante nel febbraio 2021.

L’Inter cercava la squadra Antonio Conte Dopo aver appena perso la finale di Europa League contro il Siviglia al Rheinenergy Stadium di Colonia, la stagione 2020/2021 è iniziata in modo piuttosto accidentato. Milan, già allenato prima Stefano PioliTuttavia, la squadra ha iniziato la stagione in modo perfetto e ha subito la prima sconfitta stagionale solo a gennaio contro la Juventus. Tutto è andato bene per il Milan nella prima metà di stagione. Rafael Leao (24 anni) ha addirittura stabilito un nuovo record nel dicembre 2020 quando ha segnato contro il Sassuolo dopo poco meno di sei secondi. Da metà ottobre all’inizio di febbraio il Milan era in testa alla Serie A – a volte con cinque punti di vantaggio.

Ma in autunno anche la rivale Inter ha ripreso il suo ritmo ed è diventata la principale inseguitrice del Milan. appena dentro Champions League I nerazzurri non stanno bene e vengono eliminati dal fondo del girone. Per settimane solo pochi punti separarono le due squadre: una gara di campionato che si preannunciava molto emozionante. Subito prima dello storico incontro tra le due squadre nel secondo Derby della Madonnina del campionato italiano, era l’Inter la squadra del momento. Perché se la squadra di Antonio Conte aveva iniziato bene la seconda parte di stagione, fatta eccezione per l’uscita in semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, se n’è andata. I rossoneri Felicità nel nuovo anno. Con sei vittorie in 11 partite tra Capodanno e il duello con l’Inter di febbraio, il Milan è sceso dalla vetta della classifica. Il Derby della Madonnina dovrebbe rafforzare questa tendenza e dare il tono al resto della stagione.

READ  Queste celebrità indossano le proprie scarpe da ballo

Ciò che è particolarmente sconcertante è che c’è stata una sola partita a gennaio, poco prima della partita di campionato di febbraio. Derby della Madonnanina Presentato in Coppa Italia. L’Inter ha battuto il Milan 2-1 nei quarti di finale, seconda sconfitta consecutiva per il Milan. Durante la partita il Milan è finito nei guai Zlatan Ibrahimovic (41) E Romelu Lukaku (30) insieme. Entrambi i giocatori sono stati successivamente squalificati per una partita di coppa. Oltre all’eterna rivalità e all’emozionante battaglia per il campionato, è garantito ulteriore dramma.

Nel focus in vista del Derby della Madonnina: Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic, che si erano scontrati poco prima. (Foto di Marco Lozzani/Getty Images)

Derby della Madonnina a senso unico: lo svolgimento della partita

Tutto pronto, quindi, per il derby ai massimi livelli del 21 febbraio 2021. Nel Milan, capitan Romagnoli (28) e Simon Kerr (34) formavano la coppia di difensori centrali, mentre Franck Kessie e Sandro Tonali fungevano da protezione. centrocampo. Zlatan Ibrahimovic (41) ha preso d’assalto l’attacco e si è trovato di fronte la difesa dell’Inter composta da Stefan de Vrij (31), Alessandro Bastoni (24) e Milan Skriniar (28). A centrocampo dell’Inter ha giocato anche il preparato trio Nicolò Barella (26), Marcelo Brozovic (30) e Christian Eriksen (31). Lautaro Martinez (26) e Romelu Lukaku (30) formavano il solito duo burrascoso e terrificante. Il cast migliore, eppure mancava qualcosa: i tifosi. A causa della pandemia di Corona in corso non sono stati ammessi, quindi l’emozionante derby si è giocato davanti a tribune vuote.

Altre notizie e storie sulla Champions League

In una partita intensa, l’Inter è uscita molto meglio dagli spogliatoi. La coppia offensiva nerazzurra emerge già al 5′, quando Lukaku prepara Lautaro Martinez: 1-0 per l’Inter. Di conseguenza, inizialmente tutto è andato in una direzione. Inter Solo alla fine del primo tempo il Milan ha preso più coraggio e ha avuto le proprie occasioni. Scambio aperto di colpi tra i due tempi, ma nello spogliatoio l’Inter passa in vantaggio.

READ  Nutella con o senza burro?

Milano Ha portato con sé l’aumento di prestazione e ha dominato la prima fase del secondo turno. Il gol in questa fase non era immeritato. Proprio a questo punto di urgenza, l’Inter ha risposto – come tendono a fare le grandi squadre – con un contropiede freddo à la Conte: 2-0 per Lautaro Martinez (57′).

La squadra di Stefano Pioli non riesce a rimettersi in carreggiata, e Romelu Lukaku dà gli ultimi ritocchi al Derby della Madonnina con un 3-0 subito dopo, sottolineando le ambizioni di titolo dell’Inter e dimostrando l’equilibrio di potere a Milano. Con questa vittoria l’Inter è riuscita ad ampliare a quattro punti il ​​divario in testa alla classifica. Ma quello era solo l’inizio di una furiosa seconda metà di stagione per l’Inter.

Lautaro Martinez segna il suo secondo gol della partita. (Foto di Miguel Medina/AFP tramite Getty Images)

La dimostrazione di forza dell’Inter: cosa è successo dopo

La vittoria del Derby è arrivata nel mezzo di un’impressionante serie di 11 vittorie consecutive. Il vantaggio dei nerazzurri in testa alla classifica cresce sempre di più. Il 2 maggio, quattro giorni prima della fine della stagione, l’Inter vince lo scudetto Campionato italiano. Un evento storico, l’Inter ha finalmente rotto la stretta presa della Juventus sul campionato italiano e ha vinto il suo primo campionato in quasi un decennio.

Milano Tuttavia, hanno perso la forza nella seconda metà della stagione. Dopo le sconfitte consecutive contro Sassuolo e Roma, i rossoneri abbandonarono la Champions League cinque giorni prima della fine della stagione, ad aprile. Questo nonostante il Milan sia rimasto a lungo in testa alla classifica nella prima parte della stagione. Grazie a un finale di stagione impressionante, inclusa una vittoria per 3-0 sulla Juventus e una vittoria per 7-0 sul Torino, il Milan alla fine si è assicurato la qualificazione alla Champions League e si è classificato secondo dietro ai rivali cittadini. Inter. A dimostrazione che la curva di sviluppo dei rossoneri punta sostanzialmente verso l’alto nonostante qualche errore di Stefano Pioli.

READ  La nuova arrivata di DSDS Leonie: il segreto dello stivale sul suo intrattenimento con i tacchi caldi

Altre notizie e storie sul calcio internazionale

Ciò verrà confermato la stagione successiva, quando lo scudetto verrà riconquistato a Milano. Ma questa volta con un finale migliore per il Milan. I Rossoneri hanno conquistato il titolo del campionato italiano davanti all’Inter nell’ultimo turno della stagione 2021/2022, ponendo fine a un campionato di siccità dal 2011.

Antonio Conte A questo punto era già un fantasma del passato. L’artefice del campionato dell’Inter dell’anno precedente si era dimesso subito dopo la fine della stagione – a causa di disaccordi con la dirigenza del club, che aveva annunciato lo stanziamento di ingenti somme di denaro per il mercato nerazzurro estivo. Conte è entrato nell’autunno del 2021 Tottenham In. Nonostante la buona prima stagione di Conte al Tottenham, è finita male. Intanto l’Inter è subentrata al successore di Conte Simone Inzaghi Buono sviluppo.

Antonio Conte

Antonio Conte ha lasciato l’Inter nell’estate del 2021 ed è attualmente senza lavoro dopo un periodo fallito al Tottenham. (Foto di Mike Hewitt/Getty Images)

La stagione 2020/2021, però, vivrà a lungo nei ricordi dei tifosi dell’Inter. Sotto la guida di Antonio Conte, i Nerazzurri non solo hanno vinto il loro primo scudetto dal 2010, ma lo hanno fatto in grande stile. 91 punti e tre sconfitte in campionato, oltre a 20 partite di imbattibilità di fila.

Con una coppia pienamente integrata composta da Romelu Lukaku e Lautaro Martinez in attacco, Nicolò Barella, Marcelo Brozovic e Christian Eriksen a centrocampo, Achraf Hakimi (24) e Ivan Perisic (34) come terzini e Stefan De Vrij. Alessandro Bastoni e Milan Skriniar al centro, la squadra dell’Inter era perfettamente equilibrata e costruita attorno al sistema di Antonio Conte con una serie di tre giocatori e due terzini offensivi.

La stagione 2020/2021 è stata simbolo del ritorno del calcio milanese alla ribalta nel campionato italiano. Il Derby della Madonnina del febbraio 2021 è culminato nello scambio di colpi tra Inter e Milan in questa stagione. Seguirono altri duelli ravvicinati. L’anno scorso le due squadre si erano contese un posto nella finale di Champions League. Anche se il Napoli domina i titoli dei giornali nel 2022/2023, sembra che la rinascita del Milan sia lungi dall’essere finita.

(Foto di Miguel Medina/AFP tramite Getty Images)