Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

4 cose mi preoccupano delle novità

Apple ha presentato alcuni nuovi dispositivi al suo evento di aprile. Sebbene l’editore di TECHBOOK Adrian Mühlroth sia soddisfatto dei nuovi prodotti, ci sono ancora critiche su alcune decisioni discutibili sui prodotti.

In vista dell’evento di aprile, al TECHBOOK Tech-Talk avevamo previsto che Apple avrebbe potuto installare un display completamente nuovo nell’iPad Pro da 12,9 pollici. In effetti, la nostra ipotesi è ora confermata, ma è un grande successo per il più piccolo iPad Pro da 11 pollici. Questa e altre tre cose sono uscite negativamente. Ma ci sono anche molti punti luminosi.

1. Due nuovi modelli di iPad

In generale, entrambi i modelli da 11 e 12,9 pollici hanno esattamente lo stesso design e le stesse dimensioni dei modelli precedenti del 2018 e del 2020. L’innovazione centrale che Apple ha dimostrato al suo evento di aprile è il potente chip M1 che già conosciamo del MacBook Air, MacBook Pro e Mac mini a partire dal 2020. L’azienda si sta allontanando dai chipset della serie A che si trovavano in precedenza negli iPad.

Ciò che mi dà fastidio

Questo potrebbe sembrare un aggiornamento importante. Ma a parte l’iPad Air 2020, l’iPad Pro è stato il tablet più veloce sul mercato. Chiunque abbia un iPad Pro più vecchio, anche il modello 2018, non vedrà alcuna differenza nelle prestazioni nell’uso quotidiano. A mio parere, l’M1 non aggiunge davvero alcun valore. Quindi, se hai già un iPad Pro da 11 pollici del 2018 o del 2020, non è necessario eseguire l’aggiornamento.

Perché alla fine iPadOS funziona solo su iPad Pro, con tutte le limitazioni imposte dal sistema. Né Adobe Premiere Pro né Final Cut Pro di Apple per iPad, le uniche app in cui più potenza che mai può fare la differenza nel tempo di rendering.

Solo l’iPad Pro da 12,9 pollici ottiene il display XDR Liquid Retina premiumFoto: Apple

Quello che mi piace di questo

Dopotutto, grazie alla M1, iPad Pro ora ha una porta Thunderbolt 4, che, tra le altre cose, consente velocità di trasferimento più elevate con l’archiviazione esterna. Inoltre, ora ci sono fino a 2 TB di memoria e 16 GB di RAM, oltre al supporto 5G con il modello Cellular.

Un’altra novità è la fotocamera grandangolare da 12 MP nella parte anteriore. Ciò consente a iPad Pro di monitorare la persona nella foto durante le videochiamate anche se si sta muovendo. La combinazione di panoramica e zoom significa che sei sempre visibile all’altra persona.

È interessante notare che l’iPad Pro da 11 pollici è più potente sulla carta rispetto al MacBook Air 2020 allo stesso prezzo di partenza. Perché l’iPad Pro viene fornito con l’Apple M1 con 8 core GPU completi, mentre solo 7 core sono attivati ​​su MacBook Air.

Interessante anche: Design in video: iPhone 13 sarà davvero così spesso?

Conclusione sui nuovi iPad

A mio parere, solo l’iPad Pro da 12,9 pollici è un vero aggiornamento rispetto ai modelli degli anni precedenti. Perché l’iPad Pro più grande è l’unico ad avere un nuovo piccolo schermo LED, che Apple chiama “Liquid Retina Display XDR”.

READ  Reclutatore: questo è il nuovo sparatutto militare

In una presentazione all’evento di aprile, Apple ci ha mostrato che c’erano 10.000 minuscoli LED nel display per la retroilluminazione dei pixel, poiché in precedenza c’erano solo 72 LED. L’illuminazione è suddivisa in 2596 zone dimmerate. In questo modo, lo schermo può disattivare alcune partizioni. Ciò consente all’iPad Pro da 12,9 pollici di visualizzare neri più ricchi disponibili solo con schermi OLED. Il modello da 11 pollici non riesce proprio a tenere il passo qui.

Il nuovo schermo ora raggiunge 1.000 nit di luminosità, il 66% più luminoso rispetto ai modelli da 11 pollici e 12,9 pollici degli anni precedenti con 600 nit. Ma non è tutto, poiché l’iPad Pro da 12,9 pollici potrebbe raggiungere 1.600 nits per un breve periodo. Questo ha un enorme vantaggio, in quanto può ancora essere letto alla luce solare diretta. Poiché le partizioni sono sigillate, lo schermo consente anche di risparmiare elettricità. Questo potrebbe anche essere il motivo per cui Apple sta fornendo solo il modello più grande con la nuova tecnologia in questo momento.

Se prendi le informazioni sullo schermo di Apple come base, lo schermo di iPad Pro 12.9 corrisponde alle specifiche dell’avanzato Pro Display XDR, che parte da 5.499 euro (senza supporto). Molto impressionante. È un peccato che il modello da 11 pollici non ne abbia.

2. Il nuovissimo iMac

Apple ha completamente ridisegnato l’iMac per la prima volta dal 2007 (!), Con un look moderno e un Apple Silicon. L’azienda ci ha presentato l’iMac in sette diversi colori vivaci al suo evento di aprile, che ricorda la lampadina iMac G3 del 1999. Tutti gli iMac, ad eccezione della versione grigia, hanno un design bicolore con bordi, retro e una tonalità più chiara più scura fronte e base.

Ciò che mi dà fastidio

Lo schermo è cresciuto fino a 24 pollici, ma il dispositivo è più o meno lo stesso dell’iMac da 21,5 pollici. Anche se è bello, mostra quanto sia incredibilmente datato il precedente design di iMac con cornici ingombranti. Trovo che la decisione di Apple di colorare la cornice attorno allo schermo di bianco invece che di nero sia completamente incomprensibile. Insieme al fatto che non c’è più un logo Apple sulla parte anteriore dell’iMac, il nuovo iMac sembra una versione economica di un vero iMac.

Inoltre, l’enorme mento è ancora sotto il display. Dopo 14 anni e molti progressi tecnologici, Apple alla fine non è riuscita a riparare il componente più brutto dell’iMac.

READ  Driver del computer Windows: il computer Dell presenta gravi vulnerabilità di sicurezza
IMac Evento di aprile di Apple
A prima vista, il nuovo iMac non sembra affatto un iMac, se non fosse per il suo mento massiccioFoto: Apple

Il design ora è più angolare, rendendolo simile al ProDisplay XDR di fascia alta di Apple e all’iPad Pro. La cassa ha uno spessore di soli 11,5 mm. È così sottile che l’uscita del suono ha dovuto spostarsi lateralmente perché il case non è più abbastanza spesso per un buco nella parte posteriore. Questo almeno rende la presa più facile da raggiungere. Sfortunatamente, tuttavia, non è abbastanza sottile da dover essere anche le porte USB-C e Thunderbolt sul lato. Nessuno slot per schede di memoria – fastidioso.

A causa del corpo sottile, l’alimentatore non è più adatto per l’iMac stesso, motivo per cui ora è disponibile un alimentatore esterno, simile al MacBook. Il cavo di alimentazione è ora magnetico, per qualsiasi motivo, e per un costo aggiuntivo è disponibile un alimentatore con una porta LAN incorporata. Ciò significa che non è più necessario collegare il cavo LAN direttamente in ufficio.

Quello che mi piace di questo

Anche gli interni sono nuovi di zecca e costruiti attorno alla M1, come dimostrato da Apple al suo evento di aprile. L’M1 ora ha due dispositivi di raffreddamento più piccoli invece di uno più grande, ma dovrebbero essere molto silenziosi a 10 dB. L’M1, la scheda principale, la ventola e gli altoparlanti si trovano tutti nel mento nella parte inferiore dello schermo.

Il resto dell’iMac sembra sorprendentemente vuoto. Ovviamente, questo solleva ancora una volta la questione se Apple non possa posizionare i componenti altrove nel case. Il sistema audio è composto da sei motori, tra cui due coppie di amplificatori antivibranti e un amplificatore ciascuno. Gli altoparlanti supportano Dolby Atmos e sono l’unica spiegazione possibile a mio parere sul motivo per cui il mento è ancora lì.

C’è anche una webcam 1080p nell’iMac, quindi la videochiamata sembra finalmente migliore della vecchia fotocamera 720p dei modelli precedenti. Ora tutto ciò che Apple deve fare è portare la fotocamera sul MacBook.

L’iMac più economico viene fornito con solo due porte USB-C / Thunderbolt e ha anche l’M1 con solo 7 core GPU. I modelli più costosi hanno due porte USB-C aggiuntive, la M1 con 8 core GPU e una Magic Keyboard con TouchID integrato.

3. Apple TV 4K con un nuovo telecomando

Apple TV non ha ricevuto alcun aggiornamento dal 2017, quindi è il momento di apportare alcune modifiche.

Ciò che mi dà fastidio

Sfortunatamente, la nuova scatola di streaming 4K che abbiamo visto all’evento di aprile non è riuscita a soddisfare pienamente le nostre aspettative. Apple TV 4K ora ha l’Apple A12 Bionic per una maggiore potenza e supporta i contenuti HDR a una frequenza fotogrammi superiore di 60 Hz. Sfortunatamente, non sono previsti 120 Hz. Questo è un po ‘sfortunato, soprattutto alla luce del fatto che ci sono sempre più televisori che supportano questo tasso.

READ  Un viaggio a Breeze: Riot svela una nuova mappa VALORANT
Apple TV 4k 2021
La TV stessa sembra invariata, ma il telecomando è nuovo di zeccaFoto: Apple

Quello che mi piace di questo

Ecco perché Apple ci offre un nuovissimo telecomando Siri con ghiera cliccabile, che conosciamo in modo simile dagli iPod classici. Un’altra interessante innovazione è la calibrazione avanzata del colore della nuova Apple TV. La scatola ora può calibrare il bilanciamento del bianco (“bilanciamento del colore”) del televisore. Per questo, hai bisogno di un iPhone con una fotocamera che possa essere utilizzata per scansionare TV a colori. Apple TV regola l’uscita del colore di conseguenza per ottenere il miglior risultato d’immagine possibile.

4. AirTag è finalmente pronto

Infine, dopo una lunga fase di sviluppo e fughe di notizie e voci secondo cui il progetto potrebbe essere bloccato, AirTag è finalmente arrivato sul mercato con il suo evento di aprile. Di per sé, gli AirTag sono una cosa piuttosto interessante. A 35 euro ciascuno e 119 euro per quattro persone, Apple batte l’ex leader di mercato Tile. Apple offre anche incisioni gratuite per nomi, emoji, ecc.

Quello che mi piace di questo

AirTag si integra direttamente nell’ecosistema Apple e può aiutare a trovare gli oggetti smarriti con il servizio Where-Is. La mappa mostra approssimativamente dove si è perso qualcosa. Se vai in questa posizione, l’iPhone contatta automaticamente il chip U1 nell’AirTag per trovare la posizione esatta dell’oggetto. L’AirTag ha anche un altoparlante integrato per riprodurre l’audio in modo da poterlo ritrovare

Al suo evento di aprile, Apple ha dimostrato la complessità del sistema. Altre persone possono bypassare l’oggetto con il proprio iPhone e aggiornare automaticamente la posizione. Oltre a questo, altri possono scansionare AirTag con il proprio iPhone conoscendo così il proprietario.

Ciò che distingue AirTag è che Apple ha prestato attenzione alla facilità d’uso e alla sostenibilità. Puoi sostituire facilmente la batteria integrata (CR2032) da solo a casa – questo non è spesso il caso dei prodotti Apple. I vecchi dispositivi di altri produttori spesso non contengono una batteria sostituibile e quindi sono un prodotto usa e getta.

Evento di aprile Apple Hermès-Kofferband
La cintura per il bagaglio Hermès costa 449 €Foto: Apple

Ciò che mi dà fastidio

Nel attrezzature Apple sta davvero comunicando di nuovo. Il portachiavi in ​​pelle costa almeno 39 € ed è quindi più costoso dell’AirTag stesso Se vuoi spendere di più, puoi anche acquistare la copia di Hermès della collana in pelle per 349 €. Ogni persona deve decidere da sola se vale dieci volte il prezzo di un’altra collana. Queste persone possono mettere più soldi su una cintura per i bagagli di Hermès. A 449 euro, costa solo 30 euro in meno rispetto all’attuale iPhone SE. I prezzi accessibili sono diversi.