Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Willy Gonneto diventerà un grande burlone con la famiglia Azzurri?

Per la seconda volta in quattro anni, il Ct dell’Italia Roberto Mancini è stato costretto a reinventare la rosa azzurra dopo aver saltato la fase finale dei Mondiali. Soprattutto, l’allenatore brama i buoni giovani attaccanti. Nella partita contro la Germania in Nations League, il 18enne Willy Ghononto potrebbe esordire.

Roberto Mancini aveva 38 giocatori, tra cui alcuni di talento, nella sua rosa prima della sconfitta per 3-0 dell’Argentina mercoledì in finale.

Fu convinto da Degand Wilfried, il cui nome è Willie, Junonto, il più giovane e il meno famoso Commissario Tecnico In allenamento anche l’attaccante FC Zurigo è stato convocato in nazionale per le prime tre partite della Nations League.

Gnonto è veloce e veloce nell’avvio, considerato resistente allo stress e bravo a dribbling. È un giocatore d’attacco a tutto tondo che è stato paragonato alla leggenda del Bayern Monaco Franck Ribery, ma si vede più nella tradizione del Dodger del Manchester City Raheem Sterling.

Ma forse la cosa più grande che Junonto ha adesso è che ha qualcosa che manca alla maggior parte degli altri talenti italiani: gioca e gioca in Serie A.

Ma non in Prima Divisione, come vorrebbe che fosse Mancini. “Abbiamo buoni giovani, ma molti di loro non giocano in prima divisione”, ha detto Mancini prima della partita contro la Federcalcio tedesca (20:45 a Lefker), il suo 50esimo da allenatore della nazionale.

Willy Gnounto: il secondo miglior jolly d’Europa

Ma per questo, Gnonto è diventato un campione. L’attaccante dalla distanza di 1,70 m ha contribuito con otto gol in 33 partite dell’FC Zurigo sotto la guida dell’allenatore Andre Breitenreiter. Da capitano ha anche segnato cinque gol in sei partite con l’Italia Under 19.

READ  Calcio - fuori contro l'Italia: battuta la generazione d'oro del Belgio - sport

In Svizzera, Gonto, i cui genitori erano Costa d’Avorio e che è nato e cresciuto sulla sponda italiana del Lago Maggiore, ha deliziato i fan con i suoi dribbling e registrazioni così tanto che aveva persino una sua canzone. Dal momento che Gnonto ha segnato solo due dei suoi gol da titolare, il ritornello di “Willy Gnonto Song” era chiaro:

“È Willy Gnonto – Superjoker dall’Italia”, dice il pezzo semplicemente lavorato a maglia e quindi potenzialmente virale. E poi: “Dribbling, Tiro, Gol, Pronto”.

A proposito, Superjoker è quasi un eufemismo: la scorsa stagione Gnonto è stato il secondo miglior jolly d’Europa. Solo l’ex giocatore dello Schalke Benito Ramann ha segnato più gol da sostituto nell’RSC Anderlecht (7) rispetto all’italiano nell’FCZ.

Willy Gnounto: i migliori jolly delle leghe europee

posto cognome associazione Gli obiettivi di Joker
1 Benito Rama RSC Anderlecht 10
2 Willy Gnonto FC Zurigo 6
2 Wissam Ben Yedder AS Monaco 6
4 Ondrej Linger Sparta Praga 5
4 Cirillo Dolci Feyenoord Rotterdam 5
4 Kemar Rov Glasgow Rangers 5
4 Dennis Garmash Dinamo Kiev 5
4 Crema Ademi Red Bull Salisburgo 5
4 Diamante Ladislav Panico Ostrava 5

Willy Gonto: l’Inter ha offerto un contratto da professionista

Fino al suo trasferimento a Zurigo nel luglio 2020 all’età di 16 anni, Junonto aveva seguito il percorso consueto di tanti giovani calciatori italiani: giocare nei campi di calcio della parrocchia, poi in un piccolo club, poi in una cooperativa di un grande club, nel suo caso l’Inter, poi alle giovanili dell’Inter.

Nel 2019 l’Inter gli ha offerto un contratto da professionista. In Italia, ovviamente, come in qualsiasi altra parte del mondo, questo significa anche che le persone di talento sono davvero brave. Ma soprattutto in Italia il primo contratto professionistico significa anche: d’ora in poi iniziano gli anni erranti: Serie D, Serie C, Serie B, e forse anche Serie A. Con tre o quattro crediti a società di classe inferiore, pochi lo fanno.

READ  4:1 nel derby di Manchester - una doppia doppietta che fa tifare il City per il City - calcio

Il centrocampista Gianluca Scamaca dell’USA Sassuolo, ad esempio, che dovrebbe esordire contro la Germania ed è considerato anche la prima speranza per l’attacco per mancanza di alternative, era già sotto contratto con cinque squadre professionistiche all’età di 23 anni – e il Sassuolo è ancora considerato un club che si affida ai giovani. Non poche carriere per giovani calciatori promettenti sono finite in stallo in tutte queste stazioni di prestito.

Gnonto, che aveva appena finito il liceo nello stesso periodo, ha preso una strada diversa. Rifiutando il contratto da professionista dell’Inter, ha concluso la stagione in Primavera e nel luglio 2020 si è trasferito in Svizzera per l’FC Zurigo. I suoi genitori lo hanno accompagnato in Svizzera e hanno continuato a svolgere le loro professioni di operaio e cameriere.

Willy Gnounto: il Borussia Mönchengladbach è interessato

“Volevo giocare”, ha spiegato. “Prima di venire qui pensavo di aver sempre voluto giocare nell’Inter. Per me c’era solo la maglia nerazzurra. Ma la dirigenza qui mi ha fatto subito capire che avrei avuto il posto giusto per crescere. Alla mia età non si può. siediti in panchina”.

FCZ ha pagato una quota di 200.000 euro, nella prima stagione Gnonto ha giocato 26 partite (1 gol), nell’ultima stagione ha esploso la prestazione e invitato in nazionale.

Già prima della nomina di Mancini, Gnonto era considerato un candidato del Borussia Mönchengladbach che, secondo i media olandesi, avrebbe suscitato interesse per Eindhoven. Ma il super jolly con esperienza in Nazionale potrebbe presto interessare i top club italiani.