Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Vittoria per determinazione: l’Italia dà segni di vita – Nazionali

L’Italia batte l’Ucraina ai rigori. © FISG

La nazionale italiana di hockey su ghiaccio ha dato un segno di vita dopo 15 sconfitte consecutive nell’Euro Ice Hockey Challenge di Budapest venerdì.

Dopo aver perso 1:4 contro i padroni di casa della Young Blue Team (età media 24 anni) padroni di casa dell’Ungheria, Azuri ha vinto la partita finale contro l’Ucraina 4:3 dopo i rigori. Il corso del gioco è stato completamente folle.

L’esordiente Marco Channa inizialmente guidò gli assiri alla vittoria. Il 23enne attaccante della Cordina, convocato per la prima volta in Nazionale con un breve annuncio, ha segnato venerdì entrambi i gol per l’Italia. All’inizio della partita, dopo un passaggio di John Pavlov, ha perso contro il portiere ucraino, che ha poi cambiato per 1-0. Nel terzo medio, ha risposto velocemente dopo un tumulto sotto porta e ha segnato 2-0. Il modello ha portato fortuna a Diego.

Una strana tendenza del gioco

Nel terzo posto finale ha piovuto freddo. L’Ucraina ha cambiato completamente la partita entro 6 minuti (due gol dopo il power play) e ha preso un vantaggio di 3-2 poco prima della fine. Ma Ivan Teluga ha salvato l’assiro nei supplementari all’ultimo minuto. La partita è finita ai rigori perché non è successo più nulla. Con tutti i giocatori ucraini sconfitti a causa di David Fatani, Stephen Teluga e Daniel Tedesco hanno cercato la vittoria per l’Assiria.

Il 20enne David Fatani ha mostrato un gioco forte. © André Ringuette / FISG

La partita finale dell’Euro Ice Hockey Challenge a Budapest si svolge sabato pomeriggio (16:00) tra i padroni di casa Ungheria e Ucraina.

EIHC: Italia – Ucraina 4: 3 nP

Italia: Fatani (Stoll); De Berna-Trivellato, Diffrancesco-Paulo, Marzolini-Soragrepa, Sbornberger; Stephen Deluga-Missy-Betten, Berger-Evan Teluga-Felicetti, Kostner-Tedesco-Traversa, Glக்ck-Montinger-Sanna.

Ucraina: Gurbritsky (Petrov); Alekseev-Mazhuga, Matusevich-Rybalko, Tolstushko-Ratushnyi; Mikhnov-Ruben-Kuzmenko, Lyalka-Pavlenko-Smirnov, Savchenko-Vorona-Hrytsenko-Sysak-Nimenko-Blagy.

Lacrima: 1:0 Sanna (3,41), 2:0 Sanna (34,26), 2:1 Miknov (52,49), 2:2 Ripalko (58,11), 2:3 Miknov (58,31), 3:3 Ivan Teluga (59,59). Frase decisiva: Tedesco.

Suggerimenti

READ  Spagna, Grecia, Italia: le regole della Corona nei popolari paesi di vacanza dell'UE