Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Undici errori che si fanno quando si griglia la carne

La carne deve risultare morbida e tenera. Ma a volte questa condizione non vuole arrivare e ti sembra di masticare una scarpa. Perché anche il pezzo di carne più costoso e migliore è inutile se c’è un problema con le tue capacità di grigliare. Se eviti questi undici errori, non solo l’aroma della carne alla griglia ti porterà al settimo cielo, ma ti porterà anche al boccone.

Errore n. 1: non apprezzi la qualità della carne

Che tu sia in una macelleria o in un allevatore biologico: sei tu a decidere dove acquistare la tua carne.Naturalmente, puoi trovare grigliate di alta qualità e convenienti presso la tua macelleria o presso il tuo banco della carne di fiducia. Inoltre lo staff saprà consigliarvi sul posto quale tipologia è adatta per una serata barbecue e come prepararla al meglio

2. Falso: carne magra

Se preferisci la carne magra per motivi di salute, devi aspettarti che diventi dura rapidamente. Perché maggiore è il contenuto di grassi, minore è il rischio di disidratazione durante la cottura alla griglia. È meglio scegliere pezzi con una grana leggera e grassa al momento dell’acquisto; Questi rimangono succosi e deliziosi. Il bordo unto protegge anche la carne dall’essiccamento: viene affettata solo al momento di servire.

Come sempre, dipende dalla scala: le inclusioni di grasso in eccesso possono portare a fonti di fuoco di carbonizzazione della carne.

Errore n. 3: lasci la carne in frigo troppo a lungo

Non mettere la carne sulla griglia finché non raggiunge la temperatura ambiente. In caso contrario, la qualità può essere notevolmente compromessa. D’altra parte, refrigerare il pollame, tritare le polpette e il pesce il più a lungo possibile.

READ  Meccanismi di eredità epigenetica invertiti con l'età

4. Errore: lo stai mettendo in rete troppo presto

Anche se non vedi l’ora: meglio cuocere la carne più tardi di prima. All’inizio la temperatura del grill varia molto e la carne potrebbe non cuocere bene.

Quando è la temperatura ideale per la brace per grigliare?

Quando grigliate con il carbone, il punto è quando un sottile strato di cenere copre il carbone. I coraggiosi tengono le mani dieci centimetri sopra i carboni e contano alla rovescia da dieci. La temperatura ideale si raggiunge quando bisogna tirarla via alle 7 perché fa molto caldo.

Quinto errore: girare troppa carne…

Preferisci stare sempre accanto alla griglia e girare la carne in modo che non annerisca? Ancora meglio, mescolare molto la carne può seccare la carne. Giralo il meno possibile, non più di quattro volte, la salsiccia solo una volta. Finché non raggiungi ovunque lo stesso grado di maturità, lo fai sempre agli stessi intervalli.

6. Errore:..con una forchetta

Quando controlli con una forchetta che la carne sia cotta, fai dei buchi nella carne, a quel punto il succo può fuoriuscire e il risultato può diventare secco e croccante. È meglio investire in una pinza da barbecue o un termometro per barbecue o controllare la cottura della carne con una pratica palla di prova.

7. Sbagliato: stai marinando la carne nel momento sbagliato

Hai fatto tutto bene finora, ma la carne marinata è ancora asciutta? Quindi potrebbe essere il momento della stagionatura, perché se prendi il sale appena prima di grigliare, la carne perde il suo succo sulla griglia. D’altra parte, se lo fai marinare ore prima di mangiarlo – i professionisti consigliano di lasciare la marinata sulla carne in frigorifero per 12-24 ore – questo rimuove anche il succo, ma la carne lo assorbe di nuovo.

READ  15 nuovi casi di corona a Berlino - tasso di infezione 7,6 - BZ Berlin

Inoltre, molti sottaceti contengono zucchero o miele che caramellano e bruciano rapidamente la carne. In questo caso, puoi marinare la carne tra di loro o dopo averla fritta in caso di dubbio. In generale, la marinata viene utilizzata maggiormente per esaltare il maiale, il pollo e l’agnello, mentre i tagli di vitello o manzo si gustano al meglio allo stato naturale.

8. Sbagliato: stai usando l’olio sbagliato…

Una vasta gamma di oli al supermercato non solo viene utilizzata per alterare il gusto, ma esiste anche perché non tutti gli oli commestibili possono resistere alle alte temperature. Perché ogni olio ha un punto di fumo diverso: oli spremuti a freddo come olio di semi di lino, olio di semi di zucca o olio di noci iniziano a fumare a 130 gradi. Da questo momento in poi possono sorgere sostanze pericolose. Quindi l’olio di oliva, di colza, di arachidi o di vinaccioli è più adatto per grigliare.

9. Errore: …o troppo

Fondamentalmente, non si deve mettere troppo olio sulla griglia: se olio o grasso cola dal cibo grigliato e provoca ustioni, si genera fumo, che può essere dannoso per la salute. Se vuoi ridurre i contaminanti, è meglio posizionare qualsiasi arrosto che ha grasso o olio che fuoriesce non direttamente sulla griglia sopra la fonte di calore, ma su un vassoio che cattura il grasso, come un vassoio di alluminio. Sì…

10. Sbagliato: grigliate la carne marinata in vassoi di alluminio o fogli di alluminio

… Gli ioni di alluminio nei vassoi usa e getta possono trasferirsi al cibo grigliato, soprattutto nel caso di cibi salati o acidi come carne marinata, formaggio in salamoia o salmone ricoperto di limone. In quantità maggiori, si sospetta che l’alluminio sia coinvolto nel morbo di Alzheimer, nel cancro al seno e nei danni al sistema nervoso.

READ  Corona: malato nonostante la vaccinazione: un nuovo studio rivela chi è a rischio

Pertanto: non grigliare cibi salati o acidi direttamente sulla fonte di calore o, in tal caso, è meglio utilizzare griglie riutilizzabili in ceramica o acciaio inossidabile. Se ancora non vuoi fare a meno dell’alluminio, immergi bene la marinata in anticipo e aggiungi il sale dopo.

Errore 11: mangiare una bistecca subito dopo averla grigliata

Anche se ora è pronta da mangiare, non dovresti mangiare la bistecca subito dopo averla grigliata. Solo dopo circa cinque minuti il ​​liquido si ridistribuisce nella carne ed è bella e succosa.

(Licentel/Sonia Signthaler)