Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Una società tedesca dichiara fallimento

Una società tedesca dichiara fallimento

  1. Home page
  2. consumatore

Rafael Filmer ha fondato SIRPLUS nel 2017. Ora la startup ha dovuto dichiarare fallimento. © Immagine dell'Alleanza / Agenzia di stampa tedesca | Christoph Soeder

L'avvio di SIRPLUS è quasi terminato. È diventata nota grazie allo spettacolo “La fossa dei leoni” e ora ha dovuto dichiarare bancarotta.

MONACO DI BAVIERA – SIRPLUS si descrive come “una startup che opera in tutta la Germania e impegnata nella lotta allo spreco alimentare”. Ciò potrebbe finire presto se la startup conosciuta come “The Lion’s Den” non può essere finanziata così rapidamente come richiesto. Forse. Perché la startup ha dovuto dichiarare fallimento.

L'avvio di SIRPLUS presenta istanza di fallimento: questa è la situazione dell'azienda

Fin dal suo lancio, la missione di SIRPLUS è stata ascoltata con attenzione. Le eccedenze alimentari devono essere rimesse in circolazione mettendole in vendita nel negozio online. Lavoriamo con circa 700 produttori e grossisti. Ciò dovrebbe ridurre gli sprechi alimentari in tutta la Germania. Poiché già da tempo le cose non andavano bene dal punto di vista finanziario, la SIRPLUS è stata costretta a dichiarare fallimento.

“Tuttavia sono stati risparmiati più di 4 milioni di chilogrammi di cibo: l'8 gennaio 2024 l'influente startup del cofondatore Rafael Filmer ha presentato domanda per l'apertura di una procedura di insolvenza presso il tribunale distrettuale di Charlottenburg”, si legge in una delle lettere. comunicato stampa. Il curatore fallimentare provvisorio era il Dott. Identificato Florian Linkert dello studio legale BBL. Filmmer, il cofondatore, è rimasto deluso dal passo necessario: “Il fallimento è un passo difficile e doloroso per ogni imprenditore”. Nonostante ciò, ha espresso il suo coraggio: “Crediamo in un nuovo inizio”.

READ  Ricorda in Edeka e Rewe: Pericolo da un prodotto trovato in casa

File aziendali per fallimento: i clienti possono ancora continuare a ordinare

Come scrive la startup, con l’aiuto di un curatore fallimentare bisogna prima farsi un’idea della situazione complessiva. È quindi importante che “avvii il prefinanziamento dei fondi fallimentari per i dipendenti”. Alla fine del 2023 la startup ha licenziato 60 dipendenti per evitare il fallimento, ma non ha funzionato. Nonostante il fallimento, i clienti dovrebbero ancora poter acquistare cibo.

Anche il cofondatore Rafael Filmer vede in se stesso le ragioni del fallimento: “Noi – soprattutto io – di SIRPLUS abbiamo dovuto reagire tempestivamente alla mutevole situazione del mercato”. Parla della “professionalità perduta negli ultimi anni, che ora è dolorosa ma particolarmente ottimista perché negli ultimi mesi ha vissuto una ripida curva di apprendimento”. L'azienda è diventata nota attraverso il programma VOX “Höhle der Löwen”. Un'altra azienda della fiera oggi fattura dieci milioni di euro. (Quasi)