Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Un viaggio avventuroso sull’onda della nostalgia



Oldenburg
In una buona riunione, vedi molti volti familiari, che invecchiano un po’, alcuni migliorano, altri peggiorano. Lasci vivere i vecchi tempi, ma porti con te anche il nuovo. Uno sopporta vantarsi e gode di storie umili, seppellendo vecchi rancori e facendo nuove amicizie. Alla fine, lasci la riunione con un sorriso sulle labbra.

Nostalgico tour a piedi dell’isola di Mili

“Back to Monkey Island” è come una bella riunione di classe. L’attesissimo sesto capitolo della serie di avventure di Ron Gilbert è ora disponibile su PC e Switch. La cosa speciale: dopo la seconda parte nel 1991, Gilbert non faceva più parte del gioco. Quindi il gioco ora rilasciato è in qualche modo un successore della Parte 2. Quindi c’è anche molta nostalgia associata al gameplay moderno.

La mente dietro il match: Ron Gilbert. Foto: Devolver Digital

I giocatori trasportano l’aspirante pirata ed eroe Guybrush Threepwood – che è un po’ vecchio, ma ancora pieno di entusiasmo giovanile per l’azione – attraverso Melee Island e incontrano molti personaggi che sono apparsi più e più volte nelle parti precedenti. È qui che il gioco sembra davvero una riunione di classe, poiché ogni frase inizia con “Come sei cambiato?” o “Non ci vediamo da molto tempo”. Ecco come appaiono i dialoghi, che – in inglese, non c’è una versione tedesca – sono parlati con un grande senso dell’umorismo e un entusiasmo per le battute.

Leggi anche:


Museo dell’Informatica di Oldenburg

Usa Chicken on Wire – Perché Monkey Island è un tesoro di videogiochi


Ma “Back to Monkey Island” non è solo una zuppa nostalgica che diventa noiosa dopo il terzo cucchiaio. Ciò è garantito anche dallo stile grafico, che si discosta dallo stile pixel delle vecchie parti e non è stato indiscusso tra gli appassionati. Dopo alcuni minuti di gioco, non solo lo baciò, ma si innamorò di lui.

Nuovi controlli aiutano a risolvere i puzzle

Anche i controlli sono moderni. Invece di un elenco di verbi “Usa”, “Vai a”, “Apri”, “Parla con”, ecc., tutte le azioni del gioco sono associate al puntatore del mouse. Quando punti un oggetto con la freccia, il sistema di controllo suggerisce se vuoi aprire la porta, parlare con il pirata o spingere la nave in una bottiglia. Questo rende il gioco molto più veloce e facile da risolvere i puzzle. Sono finiti i giorni in cui ogni oggetto di gioco inutile, come un gigantesco cotton fioc o labbra di cera, doveva essere spinto, tirato o usato con un biglietto da visita di Stan.

Il gioco parla dell’isola delle scimmie. Tuttavia, la star sconosciuta della serie Monkey Island è Melee Island, dove appare per prima Guybrush. Foto: Devolver Digital

Guybrush si rende anche conto che l’isola, che sembra familiare a causa dei colori e della musica di accompagnamento nonostante la grafica rivista, è diventata comunque diversa. La tata è nuova, il fabbro e (noto) cartografo si è trasferito sull’isola. E infine: le nuove generazioni sono responsabili. I capi dei pirati, tre bevitori di vino bianco, hanno ceduto il potere e ora si dedicano al commercio del pesce. Un pirata nero e due pirati hanno preso le loro posizioni.

isola delle scimmie femmina

In generale, i personaggi femminili giocano un ruolo importante: oltre alla moglie di Guybrush (ora) Eileen e al noto maestro voodoo, che rivela per la prima volta il suo nome nel gioco, diverse donne pirata siedono nello Scumm Bar, il Ghost . Il pirata Le Chucks (che non dovrebbe mancare, ovviamente) è composto da metà della squadra fantasma composta da donne, e il sovrano di Millie Island è – ancora una volta – femmina. Ancora una volta, il gioco è arrivato nel 2022.

Potrebbe interpretare solo un ruolo secondario (principale), ma è uno dei tanti personaggi femminili in Return To Monkey Island: Elaine Marley, moglie di Joybrush. Foto: Devolver Digital

Il libro fornisce indizi… beh, indizi

Ritorno a Monkey Island è molto divertente. Conoscere le vecchie parti aiuta a capire alcuni dei riferimenti. Ma anche senza questa conoscenza preliminare, l’umorismo e i numerosi enigmi dovrebbero piacere a molti giocatori. Chiunque sia disperato per un mistero e fugga da un posto all’altro per quella che sembra un’eternità, alla ricerca di cose utili o lampi di ispirazione, può rivolgersi a un libro essenziale. Fornisce spunti di riflessione e quindi aiuta a non perdere il divertimento del gioco. L’alternativa sarebbe cercare su Google e i risultati saranno probabilmente pieni di spoiler. Oppure, come dice il Voodoo Master: “L’abbondanza di conoscenza diminuisce la gioia del viaggio”.

Coloro che intraprenderanno il viaggio di ritorno a Monkey Island non rimarranno delusi. Ciò che era buono nelle parti precedenti rimane. Ciò che rende il presente è completo. E questa combinazione di passato e presente non offre al giocatore altra possibilità che quella di portare sempre un sorriso sulle labbra (di cera).

READ  Loxone ottiene il supporto per Apple HomeKit e il controllo vocale Siri