Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Un ricercatore di Google AI afferma che l’IA simile a quella umana sarà presto possibile – Magazine

Google Deep Mind ha introdotto un sistema di intelligenza artificiale che non solo ha un’abilità speciale, ma può anche chattare, giocare ai videogiochi e analizzare le immagini. Secondo uno degli sviluppatori, il percorso verso un’intelligenza artificiale pari al cervello umano non è lontano. Tuttavia, altri studiosi non sono d’accordo.

Scritto da Michael Forsh

Un’intelligenza artificiale che può pensare come un essere umano. Per molti scienziati, questo è un sogno e un incubo allo stesso tempo. La cosiddetta intelligenza artificiale generale – o intelligenza artificiale generale – può svolgere non solo compiti individuali, ma molti compiti diversi, a differenza dell’intelligenza artificiale odierna. E soprattutto: puoi apprendere competenze completamente nuove senza aiuto e guida, migliorarti e magari anche acquisire consapevolezza. Secondo Nando de Freitas, Principal Investigator presso Deep Mind di Google AI, non è una follia.ma una svolta che può ancora verificarsi in questa generazione. Almeno questo è ciò che afferma in risposta a un articolo del giornalista tecnologico Tristan Greendistanza Presentazione del progetto Deep Mind doppiato da GattoTeme che “l’umanità non creerà mai un’intelligenza elevata”.

Gato è un sistema che può combinare diverse unità di abilità specializzate in quello che viene chiamato un modello di IA generico. Modelli come questo lo salvano Impara la conoscenza Intelligenza artificiale. “Gato può dialogare, annotare immagini, impilare blocchi con un vero braccio robotico, superare in astuzia gli umani nel giocare ai giochi Atari, navigare in ambienti simulati in 3D, seguire indicazioni e altro ancora”, afferma DeepMind. Gato non è molto bravo in nessuno di questi, ma ha una varietà di abilità, mentre le altre IA spesso ne hanno solo una. Gato non è un’intelligenza generale artificiale, ma un proxy generale, come lo chiamano gli sviluppatori.

READ  Gioco di demolizione annunciato su PS4 e PS5

Tuttavia, secondo Tristan Green, Gatto è soprattutto una specie di truffatore. È un’intelligenza artificiale che finge di funzionare multifunzionale come un essere umano, ma è limitata nel suo concetto di base, proprio come altri sistemi di intelligenza artificiale. Non c’è molta differenza tra il generatore di testo GPT-3 di OpenAI, che scrive testi che possono anche provenire da un essere umano, ma non può capire o intellettualmente capire cosa sta scrivendo. Se tocca a Nando de Freitas, è sbagliato.

vera intelligenza?

Nando de Freitas ha scritto su Twitter che il passaggio all’IA era solo una questione di espansione. “Si tratta di rendere questi modelli più grandi, più sicuri, più efficienti dal punto di vista computazionale, campionamento più veloce e più intelligenti nella memoria […] chiudere”, Secondo un ricercatore della mente profonda. “La risoluzione di questi problemi di espansione costituirà la base per AGI”. Secondo Nando de Freitas, “game over” quando si tratta della corsa per creare una vera intelligenza artificiale: vinceranno Google o Deep Mind.

Tuttavia, altri ricercatori di intelligenza artificiale hanno una visione completamente diversa. Il famoso ricercatore di intelligenza artificiale Gary Marcus descrive ciò che Deep Mind e Open AI operano non come intelligenza artificiale generale, ma come intelligenza alternativa. “Alt Intelligence non riguarda la costruzione di macchine che risolvono problemi in modi che hanno a che fare con l’intelligenza umana”, afferma Marcus. “Si tratta di utilizzare enormi quantità di dati – spesso derivati ​​dal comportamento umano – come proxy per l’intelligence”. Questo è qualcosa che può essere ottenuto con modelli più grandi, più efficienti e hardware più veloce.

Unisciti a 1E9!

Riguarda le tecniche e le idee che possiamo usare per rendere il mondo un posto migliore. Sostieni il giornalismo costruttivo invece di argomenti e problemi! In qualità di membro 1E9, puoi accedere in anteprima ai nostri contenuti, newsletter, workshop ed eventi. Soprattutto, diventi parte di una comunità di futuri ottimisti che imparano molto gli uni dagli altri.

Iscriviti adesso!

“Non c’è niente di intrinsecamente sbagliato [die Entwicklung von] Monitoraggio dell’intelligence legacy” dice Marco. Ma non è un salto verso una vera intelligenza simile a quella umana. È necessario di più per questo: sono necessari metodi per imitare le funzioni cognitive del cervello e il processo di pensiero stesso. Altri ricercatori di intelligenza artificiale hanno un punto di vista simile e vedono, ad esempio, la necessità di dare all’IA la capacità di riclassificare e riorganizzare i propri dati per trarre eventualmente nuove conclusioni e sviluppare concetti astratti. Tu dovrai Pensare per imparare.

Come, quando e se l’intelligenza artificiale generale sia effettivamente possibile, le valutazioni variano ampiamente. Secondo un sondaggio, la maggior parte dei quasi 1.000 ricercatori di intelligenza artificiale credeQuel primo AGI è possibile prima del 2060. Un altro grande gruppo presume che tale AI non sarà possibile fino a dopo il 2090, o addirittura per niente. Come notano gli autori del sondaggio, i ricercatori di intelligenza artificiale sono sempre stati molto ottimisti. In un precedente sondaggio su 550 ricercatori di IA del 2012/2013, il dieci percento era convinto che l’IA sarebbe stata possibile già nel 2022.

Ti è piaciuto l’articolo? Allora non vediamo l’ora del tuo supporto! Unisciti a noi 1E9 o unisciti a noi TwitterE FacebookE Instagram o LinkedIn e ridistribuire i nostri contenuti. Grazie!

Parla con Job il bot!

Esegui il robot

L’articolo ti è stato utile? Avete domande o commenti? Sono felice se mi dai un feedback!

Foto di copertina: Shutterstock / Pixel Shot