Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Panoramica dell'azienda sabato / 17. aprile 2021 |  Messaggio

Tre aziende su cinque trasferiscono i costi maggiori ai clienti | newsletter

BERLINO (Dow Jones) – Tre aziende tedesche su cinque stanno trasmettendo ai propri clienti gli aumenti insolitamente elevati dei costi e dei prezzi provocati dalla guerra in Ucraina e dalle chiusure in Cina. Questo è il risultato di un nuovo studio dell’Istituto di economia tedesca (IW). Tuttavia, il 40% delle aziende sta riscontrando costi più elevati.

“Se le aziende sono bloccate con l’aumento dei costi di produzione, ciò avrà gravi conseguenze a lungo termine”, ha affermato Michael Grommling, autore dello studio presso IW. “Le aziende non avranno quindi l’equità necessaria per gli investimenti, soprattutto per plasmare l’imminente cambiamento strutturale. L’attuale shock sui costi non dovrebbe sviluppare alcuno slancio, ad esempio attraverso il forte aumento del costo del lavoro”.

Secondo la nuova IW Economic Survey, su cui sono state interrogate più di 2.000 aziende a giugno, i prezzi più elevati di energia, materie prime e servizi primari, nonché il costo del lavoro potenzialmente più elevato stanno attualmente mettendo le imprese sotto forte pressione.

Di conseguenza, entro la fine dell’anno, il 95% delle aziende industriali intervistate prevede che costi energetici più elevati, materie prime più costose e acconti influiranno sui loro prezzi.

Pertanto, circa due terzi delle aziende industriali ha aumentato i prezzi per i propri clienti in misura elevata o media. Il restante terzo vede poche o nessuna possibilità di farlo.

Nel settore edile, invece, un’impresa su dieci può solo subire lo shock dei costi causato dai prezzi elevati delle materie prime, dall’elevata domanda e in larga misura dalla carenza di manodopera qualificata per i clienti.

Contatta l’autore: [email protected]

DJG/AAT/Sha

READ  Torna indietro dopo 10 anni - con un nuovo concetto

(fine) Dow Jones Newswires

17 giugno 2022, 08:28 ET (12:28 GMT)