Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Telescopio James Webb: svolta scientifica dell’anno

Il lungo viaggio nello spazio del James Webb Space Telescope (JWST) è iniziato il 25 dicembre 2021. Il complesso telescopio ha impiegato circa un mese per raggiungere la sua destinazione, che si chiama L2 punto lagrangiano ricevuta. Il percorso verso la destinazione, distante circa un milione e mezzo di chilometri, non era facile da percorrere con un grande telescopio e strumenti di alta precisione. Anche l’astrofisico lo sa Manuel Gedel dell’Università di Vienna, che ha sviluppato un importante strumento per il telescopio: “L’intero viaggio fino al punto di mira è stata una vera sfida”.

La sola dimensione del telescopio era un problema. “Lo spazio era davvero molto limitato, quindi l’intero telescopio era molto ripiegato per cominciare”, ha detto Gödel a science.ORF.at. In determinati punti del viaggio attraverso lo spazio, le parti si aprono lentamente di nuovo, compreso il grande specchio del telescopio.

NASA, Agenzia Spaziale Europea

Ultimo sguardo al James Webb Telescope con la Terra sullo sfondo

Inoltre, a bordo c’erano molti meccanismi di movimento indispensabili per il lavoro di ricerca e che dovevano essere particolarmente protetti durante il viaggio. “Se uno di questi meccanismi non funziona, sarà un grosso problema”, spiega l’astrofisico. La riparazione del telescopio è impossibile a causa della grande distanza dalla Terra. “Ogni giorno porta nuove sfide, ma fortunatamente tutto è andato alla perfezione durante il viaggio nello spazio”.

Vista sull’origine dell’universo

Infine, quando JWST era nel gennaio 2022 venuto in ufficioCi sono voluti quasi sei mesi perché desse risultati. Alla fine, a luglio, sono arrivati Le prime immagini dallo spazio – e con una qualità che non hai mai visto prima. Nella scienza e in particolare nell’astrofisica si sono aperte numerose porte. “Stiamo solo ora iniziando a capire in dettaglio come si formano i pianeti e come si formano chimicamente”, spiega Güdel.

Giove

la NASA, l’Agenzia spaziale europea e il team Jupiter ERS; io

Giove

Grazie alla tecnologia del telescopio a infrarossi ad alta risoluzione, è possibile per la prima volta, tra l’altro, osservare intere galassie mentre si formano. “Nell’universo lontano, lontano, ora vediamo galassie che sono state tra le prime a formarsi. E le osserviamo mentre si formano, cioè poco dopo il Big Bang”, si entusiasma l’astrofisico. È possibile guardare al passato solo perché la radiazione infrarossa emessa dalle galassie impiega troppo tempo per coprire la grandissima distanza di un telescopio.

Trova la vita

Oltre alle nuove scoperte sull’origine dell’universo, il telescopio è anche entusiasmante per esaminare i singoli pianeti con maggiore attenzione che mai. Le immagini ad alta risoluzione offrono ai ricercatori l’opportunità di scoprire cosa c’è di nuovo e simile alla Terra pianeti esterni Per scoprire e determinare la composizione dell’atmosfera. Solo di recente, con l’aiuto di JWST, l’anidride solforosa (SO2) è apparsa nell’atmosfera Pianeti trovati al di fuori del sistema solare.

Poiché si presume che il contenuto di zolfo nell’atmosfera sia rimasto relativamente invariato dalla formazione del pianeta, rappresenta un’interessante finestra temporale per la ricerca nel lontano passato. “Ora siamo in grado per la prima volta di trovare qualsiasi prova che indichi se ci sono firme biologiche nelle atmosfere di questi esopianeti”, afferma Goodell. Con questo, l’astrofisico intende i riferimenti ai processi che potrebbero derivare dalle forme di vita, come la presenza di ossigeno o anidride carbonica.

Designazione controversa

Tuttavia, le opinioni su JWST non sono sempre state unanimemente positive. Prima di iniziare nel 2021, ci sono state discussioni sul nome dell’ex amministratore della NASA James E Webb. Non tutti erano d’accordo con il nome. Webb è stato accusato di discriminare i dipendenti gay negli anni ’50 e ’60. Prima che il telescopio fosse lanciato, c’era una petizione con oltre 1.200 firme che chiedeva di rinominare il telescopio.

    La galassia a ruota di carro

NASA, ESA, CSA, STScI

La galassia a ruota di carro

Finora non è venuto fuori nulla del cambio di nome. Attuale amministratore della NASA Bill Nelson Ha ritenuto che non vi fossero prove sufficienti della condotta di Webb sotto critica per giustificare una ridenominazione. Güdel non vede necessariamente un problema con il nome del telescopio, ma secondo lui si dovrebbe certamente prestare attenzione alla controversia: “La denominazione è già avvenuta e non può più essere cambiata”. Tuttavia, occorre prestare maggiore attenzione alla parità di trattamento sul posto di lavoro. “Forse, a parte la controversia sul nome, si dovrebbe attingere la sensibilità della scienza a queste domande e discuterle in modo più dettagliato.”

Anni entusiasmanti per l’astrofisica

JWST è ormai attivo da alcuni mesi. Güdel è sicuro che i prossimi anni saranno molto entusiasmanti, soprattutto nel campo dell’astrofisica. “Ovviamente ci saranno molte osservazioni che prima non erano possibili: non abbiamo mai avuto a disposizione strumenti che si avvicinino alle capacità di JWST”. Secondo l’astrofisico, il fatto che il volo del telescopio spaziale sia stato nominato il risultato “scientifico” dell’anno a nome dell’intero progetto è un sollievo, ma anche giustificato. Dopotutto, il progetto ha richiesto più di vent’anni di sviluppo, il lavoro di migliaia di esperti e più di dieci miliardi di dollari USA.

Istantanea di Nettuno

NASA, ESA, CSA e STScI

Nettuno

“Tutto sommato, il James Webb Space Telescope è sicuramente un momento clou scientifico del 2022. In astrofisica, direi che è il momento clou. Una svolta come la posizione riuscita del telescopio spaziale è qualcosa di unico”, afferma Goodell.

Ecosistema legacy e computer creativi

Oltre a Breakthrough of the Year, Science elenca alcuni degli altri sviluppi che hanno plasmato Science 2022: Ricostruire un ecosistema di due milioni di anni Dal DNA antico, scoperta Il più grande microbo del mondo E nuove statistiche su come funziona peste bubbonica formano il genoma europeo.

Altre ricerche pionieristiche si sono concentrate su Vaccinazione contro il virus RSe progressi sul campo Intelligenza artificiale creativaIl Missione DART riuscita NASA, con cui un asteroide ha deviato dalla sua orbita e con rilevamento virusche potrebbe essere in parte responsabile della sclerosi multipla.

READ  RAGADIS: Come si sviluppano dolorose crepe nella pelle