Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Telefonata con Putin: Erdogan vuole allargare gli accordi sul grano

Stato: 12/11/2022 15:45

Il presidente turco Erdogan ha parlato con il presidente del Cremlino Putin sull’estensione dell’accordo sul grano per l’esportazione attraverso il Mar Nero ad altri prodotti. Ha anche chiesto la creazione di un corridoio di sicurezza ai confini del suo paese con la Siria.

Secondo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, l’accordo per esportare grano ucraino attraverso il Mar Nero si estenderà ad altre merci. Erdogan ha detto in una telefonata con il presidente russo Vladimir Putin che i preparativi per l’esportazione di cibo e altri beni potrebbero iniziare gradualmente.

Il Cremlino di Mosca ha dichiarato complicato l’accordo sul grano. Anche le restrizioni sulle esportazioni russe di grano e fertilizzanti dovrebbero essere revocate.

A luglio, Russia e Ucraina, mediate dalla Turchia e dalle Nazioni Unite, hanno raggiunto un accordo che consente l’esportazione di grano ucraino attraverso un corridoio sul Mar Nero. Ciò ha posto fine a un mese di blocco delle esportazioni di grano ucraino nel corso della guerra di aggressione della Russia in Ucraina.

In Siria è necessario un corridoio di sicurezza

Nei colloqui con Putin, l’ufficio di Erdogan ha affermato che Erdogan ha anche chiesto un corridoio di sicurezza largo 30 chilometri al confine del suo paese con la Siria. La Turchia sta attualmente utilizzando attacchi aerei contro le unità di protezione del popolo curdo (YPG) in Siria e minacciando un’offensiva di terra.

La Russia è il principale sostenitore del sovrano del regime siriano, Bashar al-Assad, e negli ultimi mesi ha lavorato per raggiungere la riconciliazione tra Erdogan e al-Assad. Le forze siriane lavorano a stretto contatto con la Turchia nel nord del Paese.

READ  I ricercatori vedono la tendenza futura: i record di temperatura scendono dalla Russia al Canada

Secondo il Cremlino, la telefonata riguardava anche progetti energetici congiunti. I due capi di Stato si sono scambiati opinioni, uno L’hub del gas della Turchia riuscire. Il capo della società statale russa Gazprom, Alexej Miller, ha effettivamente condotto i negoziati della scorsa settimana.