Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sviluppi corona: due casi di possibile infezione da Omicron – Politica

Il Robert Koch Institute (RKI) ha riportato 209.052 test positivi in ​​24 ore. Si tratta di 10.920 casi in meno rispetto a martedì di una settimana fa, quando sono state segnalate 219.972 nuove infezioni. Il tasso di infezione a sette giorni a livello nazionale è sceso a circa 1.279 da circa 1.307 del giorno prima. 299 persone sono morte a causa del virus. Ciò aumenta il numero di decessi segnalati a 121.902.

Finora, oltre 13,97 milioni di test corona sono risultati positivi in ​​Germania. Gli esperti presumono un gran numero di infezioni che non sono registrate nei dati RKI. Pertanto, le capacità di test e le autorità sanitarie sono al limite in molti luoghi e il tracciamento dei contatti è solo in misura limitata. Inoltre, è probabile che ci siano più persone che non hanno più la conferma della loro infezione con un test PCR: l’infezione non è quindi inclusa nelle statistiche ufficiali. Per questo utilizziamo il dashboard SZ Corona per mostrare il valore medio dei rapporti degli ultimi sette giorni, che hanno lo scopo di compensare le fluttuazioni quotidiane. Puoi trovare maggiori informazioni su questo su Blog sulla trasparenzaE il Maggiori dati e grafici sull’epidemia qui. (22/02/2022)

L’esenzione fiscale parziale si applica agli assistenti nei centri di vaccinazione e test

Già nel 2020 e nel 2021, i volontari dei centri di vaccinazione e test hanno potuto utilizzare la tariffa fissa per allenatori o volontari. Ciò significa: il reddito di 2.400 euro di allora o 3.000 euro del 2021 e 720 o 840 euro non dovevano essere tassati.

Quest’anno non è diverso: secondo la decisione del Ministero federale delle finanze e del Ministero federale delle finanze, il regolamento sarà applicabile anche nel 2022. Daniela Karp-Gessler dell’Associazione dei contribuenti spiega: “Si applicano solo aliquote fisse esenti da imposta se il cliente o il proprietario è L’azienda è un’organizzazione senza scopo di lucro o un datore di lavoro pubblico, ad esempio uno stato federale o un comune.

L’importo forfettario è differenziato in base alle attività svolte. Per gli assistenti che si occupano direttamente di vaccinazione o test, anche nel 2022 sarà applicata la tariffa fissa dell’allenatore di 3.000 euro. I volontari che operano nella gestione e organizzazione di centri vaccinali o di test possono lasciare il bonus esentasse grazie a una quota di volontariato di 840€. Le tariffe forfettarie si applicano anche ai centri mobili di vaccinazione e test.

READ  Prevedere la gravità della malattia con un nuovo biomarcatore: la pratica della guarigione

Studio: due possibilità di infezione da oomicron

Secondo i ricercatori danesi, in rari casi, è possibile essere infettati uno dopo l’altro da due diverse sottovarianti omcron del coronavirus. L’infezione con il sottotipo BA.2 può verificarsi subito dopo l’infezione iniziale con BA.1, ha scritto l’Istituto sanitario danese SSI in uno studio pubblicato martedì. In generale, si presume che ciò avvenga relativamente raramente e quindi soprattutto nelle persone più giovani e non vaccinate.

Secondo SSI, gli scienziati partecipanti hanno trovato 47 casi in cui la stessa persona è stata infettata prima da BA.1 e poi da BA.2 per un periodo da 20 a 60 giorni. La maggior parte presentava solo sintomi lievi e nessuno doveva andare in ospedale. In Danimarca, il sottotipo BA.2 rappresenta attualmente la percentuale maggiore di nuove infezioni da coronavirus, con l’88%, secondo lo studio. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), anche in Germania il diploma di bachelor 2 è notevolmente aumentato. RKI ha dichiarato nel suo rapporto settimanale giovedì scorso che la percentuale di casi di coronavirus esaminati in un campione è recentemente salita al 14,9%. Questo numero è per la settimana terminata il 6 febbraio. Per la settimana precedente, RKI ha dato alla quota il 10,4%. (22/02/2022)

Coloro che non sono stati vaccinati possono rientrare in Austria

L’Austria facilita i requisiti di ammissione. Da martedì, la regola 3-G si applica nuovamente quando si attraversa il confine. Ciò significa che anche le persone che non sono state vaccinate possono tornare nel Paese se risultano negative. Questo è un passo importante per l’industria del turismo in modo che possa accogliere il maggior numero possibile di ospiti, non ultimo dalla Germania, per il resto della stagione invernale.

READ  Turbo smette di succedere nei punti caldi del delta! Perché la tendenza sta cambiando ora?

La mitigazione fa parte di una più ampia strategia di mitigazione. A partire dal 5 marzo, praticamente tutte le restrizioni sulla corona devono essere revocate in Austria. Quindi ci saranno requisiti di maschera FFP2 solo in alcune parti della vita pubblica. L’eccezione è Vienna, che inizialmente vuole preservare parzialmente la regola 2-G, ad esempio nella gastronomia.

L’incidenza di sette giorni, che è stata l’ultima di circa 2.200 casi ogni 100.000 abitanti in una settimana, mostra una tendenza in calo. Stabile la situazione negli ambulatori, soprattutto nelle unità di terapia intensiva. (22/02/2022)

I dipendenti dell’assistenza agli anziani a tempo pieno devono ricevere un bonus corona fino a 550 euro

Il ministro federale della sanità Karl Lauterbach (SPD) ha presentato piani per una sovvenzione di sponsorizzazione pianificata. Dovrebbe essere diviso equamente tra infermieri negli ospedali e personale nell’assistenza a lungo termine, ha detto Lauterbach a ZDF. Secondo il principale documento del Ministero della Salute, a disposizione dei giornali del gruppo media Funke, i dipendenti a tempo pieno nell’assistenza agli anziani dovrebbero ricevere un bonus corona fino a 550 euro. Per questo premio è stato stanziato un budget di circa 1 miliardo di euro.

Come riportato da Funke, il bonus sarà erogato in Aged Care a partire dal 30 giugno. Di conseguenza, devono beneficiarne i dipendenti dei servizi infermieristici e delle case di riposo che hanno lavorato nell’assistenza agli anziani per almeno tre mesi tra il 1 novembre 2020 e il 30 giugno 2022 e stanno ancora lavorando al 30 giugno. Secondo il rapporto, i dipendenti a tempo pieno in assistenza diretta e supporto ricevono l’importo più alto di 550 euro.

READ  Corona, Monaco: follia per i "freni di emergenza"! Queste regole del festone si applicano d'ora in poi

Secondo il rapporto, 500 milioni di euro per le cliniche dovrebbero andare agli ospedali che hanno ventilato più di una dozzina di pazienti Covid nel 2021. Secondo la carta dei problemi principali, 837 ospedali, che hanno curato circa il 95% di tutti i pazienti Corona, beneficeranno di pagando lo stipendio in questo modo. I premi dovrebbero essere destinati principalmente al personale infermieristico nell’assistenza al letto del paziente. Secondo il quotidiano, il personale in terapia intensiva dovrebbe ricevere un bonus maggiore rispetto agli infermieri di altre aree. (22/02/2022)

Un nuovo studio: la maggior parte dei decessi per Corona in ospedale è morta a causa del virus

Un’analisi scientifica conferma che la maggior parte dei decessi legati alla corona in Germania può essere fatta risalire al virus stesso. Nell’86% dei casi di autopsia, il Covid-19 è stata la principale causa di morte, secondo una rivista specializzata. bisturi Studio pubblicato. Solo nel 14% dei casi esaminati c’era il coronavirus l’unica comorbidità, hanno riferito i ricercatori.

La causa diretta di morte più comune era quella che è nota come danno alveolare diffuso. Gli alveoli sono sacche d’aria profonde nei polmoni che assicurano lo scambio di sangue e aria. Gli scienziati nominano l’insufficienza multiorgano, cioè l’insufficienza di diversi organi vitali, come la seconda causa di morte più comune.

Dei 1.095 morti per autopsia, quasi il doppio erano rappresentati da donne. La maggior parte dei decessi maschili per Covid-19 è compresa tra 65 e 69 e tra 80 e 84. La maggior parte delle donne morte di Covid-19 ha più di 85 anni. La base dell’indagine dei ricercatori del RWTH Aachen University Hospital era il registro centrale DeRegCOVID, lanciato nell’aprile 2020, delle autopsie cliniche di pazienti deceduti con Covid-19. (21/02/2022)