Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Spagna, Croazia, Italia: situazione Corona nei paesi di vacanza

Il tasso di infezione è in netto calo in molti paesi europei di vacanza. Ad esempio, il 1° luglio, il governo federale ha emesso un avviso di viaggio a più di 80 persone Corona-Aree pericolose rimosse. Ma resta da vedere quanto sarà sostenibile questa crescita positiva. Infatti, la variante delta più aggressiva si sta già diffondendo in molti paesi, e in alcuni paesi questo fenomeno sta tornando ad aumentare. Diamo una panoramica dei più importanti paesi di vacanza.

Portogallo – numero in aumento a causa del delta

L’estasi era buona Portogallo Solo poche settimane fa i tedeschi hanno aperto le frontiere ai turisti. Ma intanto la situazione nel Paese, già duramente colpito dal corona all’inizio di quest’anno, è nuovamente peggiorata: a causa del delta, il numero delle epidemie è tornato a salire, e ora sono più di 2.000 le nuove epidemie al giorno. – Gli eventi di 7 giorni hanno aggiunto più di 150 casi ogni 100.000 residenti. Ciò è dovuto alla variabilità delta, il suo tasso di attività infettiva è ora nettamente elevato.

Secondo il Centro europeo per il controllo delle malattie (ECTC), la variante delta rappresenta già il 74% di tutti i campioni distribuiti durante l’ultimo periodo di indagine (settimana 24). Anche se solo l’1,4% di tutti i casi in questo senso è stato indagato.

Pertanto, RKI il 29 giugno ha classificato il Portogallo, comprese Madeira e le Azzorre, solo come parte di una variante virale. Tuttavia, questa classificazione non è più applicabile. Dal 7 luglio, il paese ha preso in considerazione solo eventi importanti, tra cui Madeira e le Azzorre.

I viaggiatori di ritorno devono rimanere in isolamento per 14 giorni, a meno che un paese non sia classificato come area variante del virus. Questo non può essere cambiato con un test PCR precoce: non ha senso vaccinarsi completamente o riprendersi. Chi invece rientra da casi elevati che è stato vaccinato o non si è completamente ripreso non deve altrimenti sottoporsi al previsto isolamento di 10 giorni, che può essere completato con un test negativo dopo cinque giorni.

Spagna – Il tasso di infezione è in forte aumento

Anche in una delle destinazioni di viaggio più popolari all’interno dell’UE, il tasso di infezione purtroppo è di nuovo in aumento: il numero di nuovi contagi diminuisce ogni giorno In Spagna Più di recente più di 7000 casi al giorno. Ecco perché l’RKI ha inserito la Catalogna e la Cantabria nell’elenco delle aree a rischio solo pochi giorni fa. Sono considerate altre aree a rischio

  • Andalusia,
  • Navarra,
  • La Rioja,
  • Paesi Baschi e
  • La dimora di Chyota.
READ  Dopo essere caduto da un dirupo in Italia: l'autore di Alena dichiarato colpevole - Francoforte

Finora la maggior parte dei casi è correlata alla variante alfa identificata per la prima volta nel Regno Unito Corona virus Ancora. Ma anche la variante delta, anch’essa considerata contagiosa, è prevedibile. Secondo l’ECTC, la quota di Delta dei casi elencati è stata superiore al 32% entro 24 settimane. La Spagna ha continuato con solo l’1,2% dei 22.814 casi totali nella 24a settimana.

Sull’isola preferita dei tedeschi, A Maiorca, Il tasso di infezione aumenta di nuovo fortemente. Domenica, sono state segnalate nuovamente 178 nuove infezioni a Holiday Island, un fenomeno che venerdì era di 81,4 e più che quadruplicato nel breve termine. Ci sono più di 128 eventi nelle Isole Baleari, comprese le vicine isole di Ibiza e Minorca.

Maiorca sarà presto nuovamente dichiarata zona a rischio. A tal fine, la Confederazione e l’RKI stanno esaminando vari fattori: da un lato, se l’evento di 7 giorni supera i 50 casi ogni 100.000 persone e, dall’altro, vari fattori (come la mancanza di misure di sicurezza e igiene ) che effettivamente aumentano il rischio di infezione.

La variazione del delta non è l’unica ragione del rapido aumento a Maiorca. In molte gite scolastiche sono stati colpiti più di 1.800 giovani, il che gioca un ruolo. Nel gruppo dai 20 ai 29 anni, l’evento di 7 giorni in Spagna è stato di 450. Così Mallorca ha iniziato a vaccinare i giovani dai 16 ai 29 anni la scorsa settimana.

Italia – tasso di infezione basso, ma il delta è in aumento

Era felice quando RKI Italia ha attraversato la lista delle aree a rischio poche settimane fa. Perché, come noi, il numero di nuovi contagi è in costante calo da maggio. Nel frattempo, il numero di infezioni in tutto il paese è di circa 700 nuovi casi al giorno ed è attualmente eguagliato a questo livello. Evento di 7 giorni 10 casi ogni 100.000 persone.

READ  Come sarà l'Italia dopo la crisi?

Perché anche il numero di casi delta è in aumento In Italia Per. Secondo l’ECTC, il tasso era del 29% nella 24a settimana, anche se solo il 2,1% di tutti i nuovi casi è stato distribuito durante questo periodo. In questo momento, i passeggeri non devono temere alcun cambiamento nelle condizioni di ingresso. Come prima, i cittadini dell’UE devono compilare un modulo online all’arrivo e segnalare la loro posizione al Dipartimento della Salute italiano entro 48 ore dall’ingresso nel paese utilizzando il modulo online.

Francia Evento 25, il delta aumenta

Ulteriore In Francia È Corona-Lage Finalmente rilassati. Poiché il numero di infezioni continua a diminuire, il Paese non è più un’area ad alto rischio dal 20 giugno. Solo i territori d’oltremare di La Reunion, Guyana francese e Saint Martin sono coperti da RKI.

L’attuale numero di epidemie nella Francia continentale è superiore a 2000 casi al giorno – l’incidenza di 7 giorni è 25 (a partire da 3.7). Secondo l’ECTC, il tasso delta delle infezioni è inferiore al 20 percento (al 20 giugno), ma il tasso di sequenza è solo dello 0,6 percento durante il periodo di valutazione. Ciò implica anche qui: il tasso di delta potrebbe già essere considerevolmente più alto nel paese.

Per quanto riguarda l’ingresso, la procedura è la stessa per i cittadini dell’UE: tedeschi e cittadini di altri paesi dell’UE sono paesi “verdi” e devono compilare un’autodichiarazione che dichiara di essere esenti dai sintomi del Covit-19 e presentare una PCR. O un rapido controllo quando si entra in un paese che non supera le 72 ore. L’esenzione è disponibile per coloro che hanno un vaccino completo o una prova di recupero da Covit 19 da meno di sei mesi.

Suggerimento per il surf: tutte le notizie sull’infezione da corona possono essere trovate nel news ticker di Focus Online

Croazia Bassa incidenza, solo una parte pericolosa jatar

Essendo una destinazione turistica popolare nell’Adriatico, il numero di epidemie è ora felicemente basso e allo stesso livello della Germania. Secondo l’ECTC, l’evento di 7 giorni ha riguardato più di 12 casi ogni 100.000 abitanti (al 3 luglio). Nella sola contea di Jader, il numero di nuove epidemie negli ultimi sette giorni ha superato quota 50 ogni 100.000 abitanti, motivo per cui l’area è ad alto rischio dal 27 giugno. Non ci sono dati affidabili sulla distribuzione della variazione delta.

READ  Eintrach Francoforte: stella SGE prima di partire per l'Italia? - "Ci sono richieste"

Sorprendentemente, tuttavia, la Croazia ha inasprito le regole di ingresso il 1 luglio: finora, i cittadini dei paesi dell’UE a bassa infezione, inclusa la Germania, sono stati in grado di entrare in Croazia senza condizioni o restrizioni. Tuttavia, da giovedì, i funzionari di frontiera hanno richiesto un nuovo certificato Corona (“Green Pass”) valido a livello dell’UE da tutti i viaggiatori, indipendentemente dalla loro provenienza. Tuttavia, i certificati rilasciati dai singoli paesi comprovanti che la persona interessata è stata vaccinata, guarita o testata sono accettati e condividono la lingua croata Polizia Sul loro sito web.

Austria Ulteriore facilità nonostante il delta

In Austria, la vita è in gran parte normalizzata grazie a un piccolo numero di infezioni. L’evento di 7 giorni ha riportato 8,6 casi per 100.000 abitanti. Pertanto, RKI non classifica più il vicino come area a rischio.

Il 1° luglio c’è stato un ulteriore relax: hanno permesso di riaprire discoteche e locali notturni Ci vuole la mascherina Spesso ridotto. Tuttavia, la variante delta altamente contagiosa si sta diffondendo anche in Austria. Secondo l’ultimo rapporto ECTC, il tasso delta per la 23a settimana di calendario era del 30 percento. Il tasso gerarchico è stato del 7,2 per cento in tutti i casi.

I vacanzieri tedeschi guariti o completamente vaccinati possono entrare nel paese con una prova – Tutti gli altri devono presentare una PCR o un test dell’antigene e registrarsi entro 24 ore.

Grecia Circa il 10 percento della variazione in Delta

Nel Grecia Attualmente ci sono più persone sotto i 50 anni rispetto a molti paesi europei di vacanza. Secondo il rapporto ECTC della 24a settimana, il tasso di variazione delta è attualmente solo del 10%. Tuttavia, la distribuzione si verifica solo nel 5,9% dei casi diagnosticati.

Per entrare è necessario un test PCR negativo di non più di 72 ore o un test rapido di non più di 48 ore. Chiunque possa provare o riprendersi da un’immunizzazione completa (l’infezione non dovrebbe essere avvenuta più di nove mesi fa) non deve presentare un test una volta entrato.