Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Segnali di allarme del corpo: Riconoscere i sintomi del colesterolo alto

Segnali di allarme del corpo: Riconoscere i sintomi del colesterolo alto

  • daGiuditta Marrone

    Vicino

Livelli elevati di colesterolo spesso passano inosservati per molto tempo, ma alcuni sintomi possono indicare un problema. Sei segni fisici che dovresti prendere sul serio.

Il colesterolo è una materia prima necessaria per il corpo umano. Il colesterolo è necessario a ogni cellula del corpo perché, in quanto componente importante della membrana cellulare, è coinvolto nella formazione di alcuni ormoni e nel mantenimento della funzione nervosa. Se c’è un eccesso di colesterolo nel sangue e nelle pareti dei vasi sanguigni, la calcificazione vascolare può provocare gravi danni alla salute. Ciò aumenta il rischio di avere un ictus o un infarto. Tuttavia, i livelli elevati di colesterolo spesso passano inosservati alle persone colpite per molto tempo. Tuttavia, se c’è un eccesso di colesterolo per anni, alla fine possono comparire vari sintomi.

Colesterolo alto: sei sintomi fisici possono essere segni

La mancanza di respiro o la costrizione toracica possono essere segni di colesterolo alto, che a sua volta aumenta il rischio di ictus o infarto.

© Andrej Popov / Imago

La maggior parte del fabbisogno di colesterolo viene soddisfatta dall’organismo stesso, mentre la parte minore proviene dal cibo. Il colesterolo viene quindi trasportato dal fegato alle cellule attraverso il sangue. Viene fatta una distinzione tra colesterolo LDL e colesterolo HDL: a differenza del colesterolo HDL, il primo è chiamato colesterolo “cattivo”. Perché questo si deposita nei vasi sanguigni e quindi aumenta il rischio di malattie cardiovascolari – mentre il colesterolo HDL “buono” aiuta a trasportare il colesterolo LDL.

Se i livelli di colesterolo LDL sono elevati, le persone colpite di solito non hanno dolore o sintomi all’inizio. Tuttavia, i cambiamenti della pelle su braccia, gambe, glutei e palpebre possono essere un segnale di avvertimento. Di conseguenza, sul viso si possono spesso vedere livelli elevati di colesterolo. Se i livelli di colesterolo aumentano per un lungo periodo di tempo, possono verificarsi i seguenti sintomi fisici che non devono essere ignorati:

  • senso di oppressione al petto
  • fiato corto
  • Vertigini
  • disturbi della coscienza
  • Gambe doloranti
  • disturbi visivi
READ  La diffusione del virus Corona si è fermata: qual è il metodo CRISPR?

Trova altri interessanti argomenti sulla salute nella nostra newsletter gratuita, a cui puoi iscriverti qui.

Prevenire i livelli elevati di colesterolo: uno stile di vita sano, mancanza di alcol e non sovrappeso

Al fine di prevenire livelli elevati di colesterolo e non consentire loro di svilupparsi in primo luogo, è necessario mantenere uno stile di vita sano. Questo include uno alimentazione equilibrata Ed evitare l’obesità. Inoltre, dovresti consumare solo un po’ di alcol e, soprattutto, praticare sport di resistenza come il nuoto, il ciclismo o il nordic walking. Si consiglia inoltre ai fumatori di smettere di fumare.

Se il tuo livello di colesterolo è troppo alto: 10 alimenti possono ridurre i grassi nocivi nel sangue

farina d'avena in una tazza
Una persona che inizia la sua giornata con cibi ricchi di fibre come farina d’avena e crusca d’avena non solo può combattere il fegato grasso, ma anche abbassare i livelli di colesterolo nel corpo o mantenerli entro il range normale. In questo modo si possono prevenire malattie secondarie come l’aterosclerosi e, di conseguenza, infarti e ictus. © sfinks / Imago
Pane con avocado e limone
Ti piace qualcosa di più ricco al mattino? Quindi in futuro non solo raggiungerai la salsiccia come condimento ricco di acidi grassi saturi, ma ti godrai l’avocado, con pane integrale o da solo. Le drupacee non sono solo gustose, ma anche molto salutari grazie ai loro acidi grassi monoinsaturi. Più alimenti contenenti acidi grassi insaturi vengono consumati, meno grasso in eccesso, cioè colesterolo LDL, si accumula nel sangue e minore è il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. © HeikeRau / Imago
L'olio d'oliva riduce la pressione sanguigna e il colesterolo dannoso nel sangue, riducendo il rischio di aterosclerosi.
Un po’ di olio d’oliva con avocado non solo ha un sapore migliore, ma è anche molto più salutare. Secondo la “German Heart Foundation”, l’olio d’oliva ha dimostrato di ridurre il rischio di depositi di placca nei vasi sanguigni e l’aterosclerosi. I grassi vegetali fanno miracoli anche per l’ipertensione, che è il principale fattore di rischio per l’ictus. L’ipertensione può essere ridotta in media del 48% consumando olio d’oliva, come riportato dalla Pharmaceutical Zeitung. © Panthermedia/Imago
Puoi vedere un tavolo di legno scuro, sul quale ci sono due bottiglie di vetro e una brocca di vetro piena di olio di lino (glifo).

Se vuoi abbassare i livelli di colesterolo, prendi 1 cucchiaino di olio di semi di lino ogni giorno. Questa quantità dovrebbe già essere sufficiente per abbassare i livelli di lipidi nel sangue. L’olio di semi di lino è ricco di acidi grassi polinsaturi omega-3 ed è quindi molto salutare. © Rezeda Kostyleva / Imago

Una bottiglia di olio di colza
L’olio di colza è particolarmente adatto per cucinare, arrostire e cuocere al forno grazie al suo sapore gradevole. Anche la composizione dell’olio di colza è convincente ed è particolarmente consigliata per evitare il colesterolo alto: l’olio di colza è composto per il 66% da acidi grassi monoinsaturi e per il 27% da acidi grassi polinsaturi. Solo il 6 percento degli acidi grassi nell’olio di canola sono grassi saturi. © NetPix / Imago
Per quanto riguarda il rapporto di servizio in oggetto del 13 agosto 2020: i pinoli tostati sembrano simili in modo confuso ai noci di cedro tostati. Ma i pinoli sanno di mandorle e le noci di cedro sanno di noci. Foto: Robert Günther/dpa-tmn
Deliziosi, pinoli! O spruzzato fresco su insalate o leggermente fritto in olio di colza come aggiunta a un piatto a scelta. I pinoli contengono un numero particolarmente elevato di acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6 di cui l’organismo ha bisogno, e quindi sono particolarmente indicati per abbassare i livelli di colesterolo. © Roberto Günther
Una manciata di mandorle
“Le noci fanno ingrassare!” È l’importo cruciale. La Società tedesca per la nutrizione consiglia di non mangiare più di una manciata di mandorle (25 grammi) al giorno per non ferire i fianchi. È meglio usare regolarmente le noci invece della pasta sfoglia. Perché le mandorle in particolare sono ricche di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi e quindi non appesantiscono il livello di colesterolo. Altri ingredienti come la vitamina E e l’acido folico hanno un effetto positivo sulla funzione cerebrale e sulla concentrazione. © Bernd Fell / Imago
Noci di macadamia
Se non ti piacciono le mandorle, mangia solo noci di macadamia, la più nobile delle noci. Le noci di macadamia contengono anche acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. © Everydayplus / Imago
Noci incrinate.
Uno studio condotto dall’Università Ludwig Maximilians di Monaco ha dimostrato che le noci hanno anche un effetto positivo sul metabolismo dei grassi. È stato dimostrato che il consumo regolare di noci abbassa i livelli di colesterolo, indipendentemente dall’evitare altri alimenti. Si dice che 43 grammi di noci al giorno migliorino il metabolismo dei grassi e riducano il colesterolo LDL di circa il cinque percento. ©JB/Imago
Insalata di tofu
Le verdure di qualsiasi tipo fanno sempre bene ai livelli di colesterolo. Se vuoi abbassarlo e fare del bene al tuo corpo, unisci verdure saltate in padella con tofu leggermente saltato in padella a base di semi di soia. È stato dimostrato che gli acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi nei semi di soia riducono i livelli elevati di colesterolo. © CSP_stockcreations / Imago

Questo articolo contiene solo informazioni generali sull’argomento sanitario pertinente e non è quindi destinato all’autodiagnosi, al trattamento o ai farmaci. Non sostituisce in alcun modo una visita dal medico. Sfortunatamente, la nostra redazione non è in grado di rispondere a domande individuali sulle immagini cliniche.

Foto elenco regole: © AndreyPopov / IMAGO