Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Secondo un sondaggio, le aziende svizzere sono in ritardo nelle misure climatiche

Secondo un sondaggio, le aziende svizzere sono in ritardo nelle misure climatiche

Non ancora abbastanza: aziende svizzere nel campo della protezione del clima.Foto: sda

I datori di lavoro svizzeri vedono gli effetti negativi del cambiamento climatico sulle loro attività. Ma quando si tratta di combattere la crisi, sono in ritardo rispetto alla concorrenza globale.

Questo è il risultato di un sondaggio pubblicato lunedì da Deloitte. La società di consulenza ha intervistato 2.083 CEO in tutto il mondo, inclusi 75 dirigenti di grandi aziende svizzere.

Secondo Deloitte, le aziende svizzere sono in ritardo rispetto ai loro concorrenti stranieri quando si tratta di misure di protezione del clima. Ciò è ulteriormente dimostrato nel collegare i premi del management agli obiettivi di sostenibilità. Solo il 23% delle imprese locali intervistate conosce tale pratica e si attesta al 37% a livello globale. Anche le aziende locali sono in ritardo quando si tratta di sviluppare prodotti e servizi sostenibili.

I partecipanti svizzeri valutano gli effetti dei loro sforzi di sostenibilità in modo più favorevole rispetto alla media globale. In particolare, assumono un effetto benefico sulla reputazione e sull’occupazione dell’azienda e dei dipendenti.

“La protezione del clima preserva il valore”

“Il nostro studio indica che molte aziende svizzere sono principalmente interessate alla sostenibilità perché temono per la loro reputazione”, afferma Marcel Mayer, responsabile dei servizi di sostenibilità di Deloitte, nella dichiarazione. Questa è una tendenza preoccupante. “Perché la protezione del clima è nel tuo interesse, ovvero preservare il lungo termine e aumentare il valore della tua azienda”.

Secondo il sondaggio, gli intervistati dalla Svizzera hanno maggiori probabilità di incontrare difficoltà diverse rispetto ai loro colleghi quando implementano le proprie misure di sostenibilità. È più probabile che siano ostacolati dagli investitori a breve termine o dai loro colleghi nella gestione bassa e media, mentre i costi tendono a svolgere un ruolo secondario.

READ  Test di conformità aziendale - Il ministro delle finanze Schultz contro la compensazione finanziaria aziendale

I top manager svizzeri valutano la situazione in modo più critico rispetto ai loro omologhi di altri paesi. Quasi i due terzi ritengono che il cambiamento climatico abbia già causato danni irreparabili. A livello globale, il 35% degli intervistati ha preso questa posizione.

I dirigenti svizzeri sentono la pressione di intensificare i loro sforzi contro il cambiamento climatico, in particolare dal loro consiglio di amministrazione, ma anche da azionisti e clienti. La pressione più forte proviene dalle autorità di regolamentazione di tutto il mondo, ma in Svizzera le autorità sono solo al quarto posto. I dirigenti locali danno buoni voti ai politici. Tre su quattro intervistati ritengono che i governi stiano facendo un buon lavoro nella lotta al cambiamento climatico. A livello globale, solo il 54% degli intervistati la vede in questo modo. (aeg/sda/awp)

Campo climatico: la polizia epura Bundesplatz

1/9

Campo climatico: la polizia epura Bundesplatz

Questi sono i sette punti più importanti del Rapporto sul clima

Questo potrebbe interessarti anche: