Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Secondo quanto riferito, il Manchester City si sta preparando alla partenza di Guardiola

Secondo quanto riferito, il Manchester City si sta preparando alla partenza di Guardiola

Pep Guardiola allena il Manchester City dal 2016. Lo spagnolo manomette l'addio? Si dice che il club si stia già preparando per questo.

Secondo quanto riportato dalla stampa, il club inglese del Manchester City si sta preparando alla possibile partenza dell'allenatore Pep Guardiola. È quanto riporta il quotidiano britannico “Daily Mirror”. L'attuale contratto dello spagnolo scade nell'estate del 2025 e il club si prepara a uno scenario in cui Guardiola non estenderà il suo programma di lavoro.

Tuttavia, non è affatto sicuro che uno scenario del genere si verifichi. All'inizio della stagione Guardiola aveva detto che poteva immaginare di prolungare il suo contratto. Secondo il rapporto, i leader della città non vogliono fare affidamento su questo.

La città ha già un successore nel mirino

Per questo si dice che stiano già tenendo d'occhio un potenziale successore: Michel Sanchez. Il 48enne spagnolo attualmente allena il Girona FC. Il Sanchez Girona è la squadra sorpresa della stagione in Spagna: è stato promosso alla Liga 1 solo nel 2022 e quest'anno è arrivato straordinariamente terzo. Il club è uno dei 13 club di cui i proprietari del City possiedono azioni attraverso il loro “City Football Group”.

Guardiola allena il Manchester dal 2016. Da allora ha vinto cinque campionati inglesi, due volte la FA Cup, quattro volte la Coppa di Lega, una volta la Supercoppa Europea, una volta la Coppa del Mondo per club e una volta la Champions League.

Nonostante il successo, Guardiola ha parlato di altri obiettivi in ​​carriera in passato: “Mi piacerebbe provare il Mondiale, l'Europeo, la Copa America o qualcos'altro”, ha detto il 53enne. Guardiola ha continuato: “Non so quando, tra cinque, dieci o quindici anni, ma voglio partecipare al Mondiale da allenatore”. “Non so chi mi vuole” qualificato. “Per lavorare per una nazionale, devono volerti”. Dato il suo successo, non dovrebbero mancare le parti interessate.

READ  Zverev in prima persona contro Vukic - Kupfer sostiene Alcaraz - Sport