Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sciare in Austria, Svizzera, Italia: queste regole si applicano ora

Poi Corona Il nostro ultimo inverno sugli sci è stato completamente spazzato via e quest’inverno l’ascensore gira di nuovo ovunque. Se guardi le webcam di Sky Resorts sembra tutto normale. Ma non è così facile. Grazie a Omigran il numero dei contagi è esploso in alcuni paesi vicini e le regole sono state inasprite.

Quindi chi viene per le vacanze sugli sci dovrebbe prestare attenzione ad alcune cose prima della partenza. Perché, se non sei stato vaccinato o guarito, non hai bisogno di salire in macchina. Spieghiamo ciò che i vacanzieri devono sapere sull’ambiente locale.

Austria: Ingresso e sci solo con prova 2G e test

Nonostante il lockdown da fine novembre a metà dicembre, la stagione sciistica austriaca è iniziata appena in tempo. Tuttavia, con regole più severe, gli eventi di 7 giorni nel paese vicino sono aumentati di nuovo in modo significativo e ora sono elevati 1200. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), il Paese è ancora una volta considerato un’area ad alto rischio. Il Ministero degli Esteri federale ha quindi messo in guardia contro il turismo non necessario Viaggi Là.

Chi vuole ancora trascorrere una settimana bianca in Austria deve essere vaccinato o guarito e presentare un test PCR negativo. Sono esentati solo quelli incoraggiati da questa regola 2G-plus: il terzo vaccino non richiede la prova di un test PCR negativo. I bambini di età inferiore ai dodici anni sono esenti da 2G e test obbligatori.

Chi non è vaccinato o curato può entrare nel Paese, ma deve rimanere isolato per dieci giorni, una mossa che i vacanzieri di certo non vogliono accettare. Anche se è consentita una prova gratuita dopo il quinto giorno.

Per pernottare in un hotel in Austria, per recarsi in un ristorante o per utilizzare funivie e impianti di risalita è richiesta la prova della vaccinazione o della salute. FFP2La maschera è necessaria Le funivie esistono anche negli interni. Dall’11 gennaio sono obbligatorie le mascherine all’aperto, ad almeno due metri di distanza dove non è possibile la manutenzione.

READ  Italia: è morta Janna, 25 anni, tedesca, in vacanza

Le prime città decidono di rendere obbligatorie le maschere FFP2 (pubblicità)

La conferenza dello stato federale ha ufficialmente raccomandato di indossare maschere FFP2 durante i trasporti pubblici e lo shopping. Questo obbligo si applica già in Baviera. Il prezzo è attualmente in aumento in molte farmacie. Acquista ora ad un ottimo prezzo per essere pronto a tutto. Ora l’obiettivo è di 60 centesimi per pezzo sull’affare dello shopping online Codice coupon “DEAL40”.

Svizzera: nessuna prova 2G per l’ingresso e l’uso sulla ferrovia di montagna

Non importa quanto siano belle le montagne svizzere, il Ministero degli Esteri federale attualmente mette in guardia contro il turismo e classifica il paese come una zona ad alto rischio. Il numero di contagi è in forte aumento da metà dicembre. Il numero medio di 7 giorni di 25.000 nuove infezioni al giorno. Il rapporto Omigron in particolare è molto alto tra gli svizzeri. È già dell’88 per cento, secondo le stime dell’Ufficio federale della sanità pubblica.

I cittadini tedeschi possono entrare in Svizzera indipendentemente dallo stato di vaccinazione, ma devono fornire un test PCR negativo non superiore a 72 ore o un test antigenico rapido negativo non superiore a 24 ore. Questo non si applica ai bambini di età inferiore ai 15 anni. Tuttavia, chi non è stato vaccinato o è guarito dovrebbe eseguire un altro test (non autoesame) tra il quarto e il settimo giorno e riferire i risultati alla zona competente.

Per quanto riguarda l’accesso a ristoranti, cultura, sport e tempo libero, gli svizzeri hanno inasprito le misure a dicembre: qui vale ancora il 2G. Nei bar e nelle discoteche dovrebbe essere fatto anche un test negativo. Sono esclusi coloro che hanno avuto un secondo vaccino, un vaccino di richiamo o si sono ripresi negli ultimi quattro mesi.

READ  Possibilità di vaccinarsi in Italia: vaccinarsi anche obbligatoriamente - commenta

Tuttavia, quando si utilizzano i treni di montagna, la Svizzera è più accomodante di questo Paese: qui non è necessario mostrare la vaccinazione o lo stato di guarigione, solo quando si utilizzano i ristoranti di montagna. Tuttavia, negli edifici, cabine, ascensori e sedie dei treni di montagna, le mascherine sono obbligatorie.

Italia: numeri Corona che esplodono all’ingresso e 2G-plus

Ulteriore In Italia Il numero di nuovi contagi sta esplodendo ogni giorno. Più di recente, sono stati segnalati 200.000 casi al giorno. Eventi di 7 giorni oltre 2000. Ecco perché l’Italia è ormai considerata un’area ad alto rischio – il Ministero degli Esteri federale mette in guardia contro il turismo indesiderato.

A causa della situazione prevalente nel Paese, il governo italiano ha ristretto l’ingresso. Fino a poco tempo era ancora possibile entrare in un paese bonificato senza vaccinazioni e restrizioni, ma ora le autorità richiedono un test negativo. Il test PCR non deve superare le 48 ore e il test dell’antigene non deve superare le 24 ore. Sono esenti i bambini di età inferiore ai sei anni. Chiunque non abbia prove di vaccinazione o guarigione può entrare nel Paese con un test negativo, ma deve anche andare per cinque giorni di isolamento.

Queste misure sono state recentemente rafforzate anche in Italia: dal 6 dicembre è in vigore il 2G per accedere a ristoranti, bar e strutture ricreative e culturali. Questo vale per qualsiasi tipo di hotel e alloggio e per l’uso dei treni di montagna. Ciò non si applica alle persone di età inferiore ai dodici anni. Inoltre, c’è bisogno di mascherine all’aperto in tutte le parti del Paese.

READ  Serie A: trasmessa in TV o in diretta streaming in Germania

Attenzione, dal 1 febbraio i certificati di vaccinazione saranno validi solo sei mesi anziché nove mesi.

Francia: esplodono numeri Corona e 3G durante lo sci

Ulteriore In Francia La situazione precipita. Il numero di eventi di 7 giorni è salito a oltre 3.000 e il numero di nuove infezioni giornaliere è salito a oltre 450.000. Ecco perché il Ministero degli Esteri federale ha emesso qui un avviso di viaggio: dal 19 dicembre la Francia è tornata ad essere un’area ad alto rischio.

Tuttavia, è possibile entrare in Francia per motivi turistici. Coloro che sono stati completamente vaccinati non hanno bisogno di ulteriori test. Anche coloro che non sono stati vaccinati dalla Germania possono entrare nel Paese, ma devono presentare un test PCR o antigene negativo, che non viene effettuato prima di 24 ore prima dell’inizio del viaggio. Questo vale per le persone di età superiore ai dodici anni. I passeggeri devono anche compilare un avviso senza segno.

Il 3G si applica anche ai comprensori sciistici. Gli ospiti di età superiore ai dodici anni avranno bisogno di un certificato di vaccinazione o di un test PCR o antigene di non più di 24 ore o di uno stato di salute di non più di sei mesi per utilizzare gli impianti di risalita e i ristoranti del comprensorio sciistico. . A partire dai sei anni, gli ospiti devono indossare una protezione per bocca e naso quando fanno la fila fuori da funivie, ascensori, edifici e funivie. Il 3G si applica anche agli hotel.