Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Real Madrid e Barcellona rifiutano l’accordo per pompare un miliardo di dollari nel campionato spagnolo

Real Madrid NS Barcellona Giovedì (5) hanno annunciato la loro opposizione all’accordo Campionato spagnolo (La Liga) con un fondo di investimento superiore a 3 miliardi di dollari (circa 15,75 miliardi di riyal brasiliani) nella competizione, sostenendo che l’affare è stato fatto senza tenere conto delle opinioni dei due grandi club spagnoli.

E il Real Madrid ha criticato in un comunicato ufficiale: “Questo accordo è stato raggiunto senza la partecipazione e la conoscenza del Real Madrid e della Lega spagnola, che per la prima volta oggi ci ha consentito un accesso limitato ai termini dell’accordo”.

Il Real Madrid ha denunciato che “le trattative si sono svolte senza un processo competitivo e le condizioni economiche concordate con il Fondo CVC hanno determinato un rendimento superiore al 20% annuo”.

Il Real Madrid garantisce che “questo fondo opportunista ha cercato invano di raggiungere accordi simili con le leghe italiana e tedesca”.

LaLiga ha annunciato mercoledì un accordo di principio secondo il quale il fondo comune CVC Capital Partners pagherà 2,7 miliardi di euro (3,2 miliardi di dollari) in un processo che consentirà a “LaLiga e i club di allocare risorse per continuare la sua trasformazione in una società di intrattenimento digitale globale”. . “

LaLiga ha spiegato che i diritti televisivi non sono stati inclusi nell’assegnazione e hanno ricevuto 3,4 miliardi di euro (4 miliardi di dollari) nel loro ultimo contratto, che Telefónica ha assegnato per tre stagioni dal 2019 al 2022.

Tuttavia, il Real Madrid ritiene che “questo accordo, che utilizza una struttura fraudolenta, perde il 10,95% dei tuoi diritti audiovisivi per un periodo di 50 anni ed è contro la legge”.

READ  Berna: Come va con l'italiano in Dana?

“Il Real Madrid non può supportare un processo che offra agli investitori il futuro di 42 club di prima e seconda divisione e il futuro dei club che si qualificheranno nei prossimi 50 anni”, ha aggiunto Merengue.

Allo stesso modo, il Barcellona ha detto di “ritenere inopportuno firmare un contratto per mezzo secolo, viste le incertezze che hanno sempre circondato il mondo del calcio”. La dichiarazione ha affermato che i termini del contratto “bede il futuro dell’FC Barcelona in termini di diritti audiovisivi” poco dopo che si è appreso che Lionel Messi aveva lasciato il Barcellona dopo più di vent’anni al club.

Da parte sua, il Real Madrid conclude la sua dichiarazione dicendo che riunirà i suoi membri in un incontro per discutere la questione e le “grandi perdite immobiliari senza precedenti nei nostri 119 anni di storia che un tale accordo causerebbe”.