Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto di mercato: DAX non si muove

Rapporto di mercato: DAX non si muove


Rapporto di mercato

Stato: 06/09/2023 12:37

Ancora una volta, oggi il DAX si aggira sotto i 16.000 punti. Alla fine della settimana, l’indice principale della Germania era ancora “inattivo”, anche se le speculazioni sui tassi di interesse negli Stati Uniti si sono attenuate.

Come è avvenuto per tutta la settimana, oggi non c’è quasi alcun movimento nel mercato azionario tedesco. Gli investitori sono di nuovo in attesa dei dati sull’inflazione USA previsti per la prossima settimana e delle decisioni sui tassi d’interesse da parte della Federal Reserve statunitense e della Banca centrale europea (BCE) – e il DAX si aggira ancora una volta intorno ai 16.000 punti.

A mezzogiorno, il principale indice tedesco ha registrato un calo dello 0,3% ed è attualmente a 15.938 punti. “Finché gli investitori non sapranno se la Federal Reserve americana metterà almeno in pausa il suo ciclo di rialzi dei tassi la prossima settimana, fermeranno il mercato azionario”, ha commentato Jürgen Molnar, RoboMarkets Capital Markets Strategist.

Il massimo della settimana è ancora a 16.114 punti, che è il primo trend rialzista. È probabile che la linea dei 21 giorni fornisca supporto agli attuali 15.966 punti. È un indicatore di tendenza a breve termine e attualmente funziona lateralmente. “L’indice DAX è rimasto sospeso su questa linea per giorni, quindi l’immagine dell’indice non è chiara”, ha detto Hellapa.

Tuttavia, l’ambiguità delle prospettive tecniche su base settimanale invita alla prudenza, soprattutto perché il massimo storico di poco meno di 16.332 punti nella seconda metà di maggio “non ha comportato alcun movimento rialzista sostenuto e dinamico”, secondo gli esperti. . Il gestore di portafoglio Thomas Altmann afferma che l’indicatore del mercato azionario soffre “ancora una volta della mancanza di movimento”. “Quando e in quale direzione il DAX si rompe è completamente aperto.” Nel corso della settimana, c’è attualmente una perdita di circa mezzo punto percentuale.

Tuttavia, un aumento inaspettatamente evidente delle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti potrebbe fornire un po’ di ottimismo alla fine della settimana. Quello che è considerato un segnale in qualche modo negativo per l’economia statunitense può significare il successo della politica monetaria nella lotta all’inflazione. Di conseguenza, la speculazione sui tassi di interesse, che si era recentemente attenuata, ei rendimenti obbligazionari sono nuovamente diminuiti. Il numero delle richieste non è ormai lontano dalla soglia critica di 270mila. Questo è visto come un punto di svolta che indica un rallentamento permanente nel mercato del lavoro recentemente in forte espansione.

Per frenare l’aumento dell’inflazione e calmare un mercato del lavoro surriscaldato, la Fed ha aumentato i tassi di interesse da quasi zero a un intervallo compreso tra il 5,00 e il 5,25% dallo scorso anno. Secondo la maggior parte degli economisti, tuttavia, ora rimarrà a galla alla prossima riunione sui tassi di interesse. Le autorità monetarie potrebbero frenare l’aumento per guadagnare tempo per esaminare i dati economici in arrivo. Tuttavia, questo non dovrebbe essere interpretato come un segnale di un picco dei tassi di interesse, come ha recentemente sottolineato il direttore della Federal Reserve Philip Jefferson.

READ  Gli esperti avvertono del nuovo programma truffa "Alcom"

Le possibilità che la Fed aumenti i tassi di interesse di un quarto di punto il 14 giugno sono ora una su quattro, con una probabilità del 75% di una pausa. Tuttavia, il mercato ritiene che un rialzo dei tassi il 26 luglio, d’altra parte, sia abbastanza certo con una probabilità di circa l’80%. “Non scommetterei tutto su un aumento dei tassi, ma penso che dovremmo puntare almeno al 50%”, ha dichiarato Tony Sycamore, analista di IG Markets a Sydney.

La prospettiva di una pausa dei tassi di interesse ha fatto salire ieri i prezzi a Wall Street. Il Nasdaq 100 ad alto contenuto tecnologico ha quasi cancellato le perdite di un debole mercoledì della sera prima, aumentando dell’1%. L’indice Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,5% a 33.833 punti. Prima dell’inizio delle negoziazioni, i contratti future per entrambi gli indici si muovono lateralmente 24 ore su 24.

Dopo la recente battuta d’arresto del mercato azionario giapponese, oggi il Nikkei è in ripresa. Ha guadagnato quasi il due percento a 32.265 punti. Jun Morita di Chibagin Asset Management ha affermato che il Nikkei ha perso due giorni di negoziazione consecutivi, il che ha attirato indietro gli investitori.

Sempre in Cina è salito lo Shanghai Composite Index e l’indice delle più importanti società di Shanghai e Shenzhen. All’inizio, i dati sull’inflazione pubblicati nelle prime ore del mattino hanno causato un clima di calma. I prezzi al consumo sono aumentati dello 0,2% a maggio. “Un’inflazione debole indica che l’economia sta ancora crescendo al di sotto del potenziale”, afferma l’analista di Commerzbank Tommy Wu. Gli ultimi dati economici hanno mostrato che l’economia cinese si stava riprendendo solo lentamente dopo la revoca delle rigide restrizioni del Coronavirus a dicembre a causa del rallentamento dell’economia globale e della debole domanda interna.

Dopo aver mantenuto inizialmente i guadagni del giorno precedente, l’euro si è leggermente ritirato a metà giornata. Sull’ora, il costo della moneta unica è stato di 1,07597 dollari Usa, lo 0,21 per cento in meno rispetto alla notte precedente. Il giorno prima, la sessione ha ricevuto una spinta dai deboli dati sull’occupazione negli Stati Uniti. Nel frattempo, la lira turca ha toccato ancora una volta i minimi storici contro il dollaro USA e l’euro. Non ha aiutato il fatto che il presidente Recep Tayyip Erdoğan abbia nominato l’ex banchiere Hafiz Gay Erkan nuovo capo della banca centrale.

I prezzi del petrolio sono saliti leggermente oggi dopo le perdite iniziali. Il prezzo di un barile di Brent North Sea (159 litri) con consegna ad agosto è stato di 76,18 dollari. Erano 24 centesimi in più rispetto a ieri. Il prezzo di un barile di greggio US West Texas Intermediate (WTI) con consegna a luglio è salito di 23 centesimi a 71,52 dollari.

Le preoccupazioni sulla domanda hanno recentemente dominato nuovamente il mercato petrolifero. L’ottimismo che prevaleva all’inizio della settimana riguardo al taglio unilaterale della produzione da parte dell’Arabia Saudita annunciato per il mese di luglio di 1 milione di barili al giorno è ormai svanito. Secondo Citigroup, questa misura non è sufficiente a compensare i fondamentali attualmente deboli.

READ  Catena di fast food e prodotti di marca peggiori

I titoli chimici erano all’estremità inferiore del DAX all’ora di pranzo. Hanno subito un profit warning da parte di Croda. Le scarse prospettive del gruppo britannico di specialità chimiche stanno sollevando preoccupazioni in tutto il settore, con Croda che si aspetta che i tagli alle scorte continuino nei mercati industriali e di consumo, tra gli altri. Inoltre, si prevede uno sviluppo debole nel settore della protezione delle colture. Essendo i titoli più deboli nell’indice principale, Symrise ha perso circa il quattro percento, BASF e Brenntag hanno perso poco più del due percento e Bayer l’uno e mezzo percento.

D’altra parte, le azioni Ceconomy sono aumentate in modo significativo dopo una raccomandazione di Exane BNP Paribas. L’analista Stephen Benhamou della banca d’affari francese ha dimezzato il suo obiettivo di prezzo a 2,70 euro e ora ha votato “outperform” anziché “neutrale”. All’inizio degli scambi, le banconote del rivenditore di elettronica sono aumentate di quasi il 5% a 2,30 euro. “Stanno scrivendo un nuovo capitolo”, ha detto l’analista Stephen Benhamou, alla luce dello snellimento della struttura organizzativa con la conclusione dell’affare Covergenta.

Anche i titoli Auto1 sono riusciti a continuare a beneficiare del collega del settore Carvan dagli Stati Uniti in vista del fine settimana. Dopo l’aumento dei prezzi del 2% ieri, le azioni del rivenditore di auto tedesco al vertice di SDAX sono aumentate del 9,2% a € 8,90 oggi. Ora è tornato al livello più alto da metà gennaio ed è appena sopra la media mobile esponenziale a 200 giorni.

Le foglie del drugstore hanno perso il cinque percento. HSBC ha commentato negativamente le carte della farmacia per corrispondenza e ha declassato il rating da “Hold” a “Reduce”. Tuttavia, il target di prezzo è stato alzato da 55 a 72 euro dopo la recente forte ripresa.

Il produttore di motori MTU ha messo in funzione un secondo banco di prova a Zhuhai, nel sud della Cina. Fa parte del nuovo impianto di manutenzione MTU a Jinwan. Ciò significa che l’azienda può soddisfare in particolare i clienti asiatici, ha affermato oggi il membro del consiglio di MTU Michael Schreug. Pochi giorni fa, l’azienda ha ottenuto l’approvazione per la manutenzione dei motori PW1100G-JM. Il gruppo DAX è responsabile dell’assemblaggio finale di un terzo della serie PW1100G-JM dell’Airbus A320neo nel suo sito di Monaco.

UBS ha superato uno degli ultimi ostacoli al completamento dell’acquisizione di Credit Suisse. UBS e il governo hanno annunciato oggi che la banca principale ha concordato i termini con il governo per coprire le potenziali perdite derivanti dalla vendita delle attività del Credit Suisse. Il contratto continua fino a quando il portafoglio garantito non viene definitivamente liquidato. Per la Confederazione e UBS, la priorità è ridurre al minimo potenziali perdite e rischi, in modo che, se possibile, non sia necessaria una garanzia federale. Per ricevere un pagamento in garanzia, UBS è inoltre tenuta a mantenere la sede centrale in Svizzera.

Nel frattempo, il travagliato Credit Suisse e il suo partner di joint venture hanno proceduto a vendere le loro attività di titoli in Cina alla luce dell’imminente acquisizione, affermano gli addetti ai lavori. Persone che hanno familiarità con la situazione hanno detto a Reuters che Citigroup aveva precedentemente espresso interesse per l’acquisizione di Credit Suisse Securities China (CSS). Citi, il cui amministratore delegato Gene Fraser è stato in Cina questa settimana, è in procinto di istituire una società di intermediazione azionaria in Cina.

READ  Russia: vendute 850 filiali McDonald's - il ministero cerca un nuovo nome - Economia

Axel-Springer-Verlag vuole garantire competenze nel campo dell’intelligenza artificiale attraverso acquisizioni. “Abbiamo deciso di creare un centro di competenza per fusioni e acquisizioni”, ha dichiarato l’amministratore delegato Matthias Dupfner in una trasmissione interna dei dipendenti messa a disposizione di Reuters. Questo team dovrebbe concentrarsi solo sulle acquisizioni (M&A). Si tratta di “acquisire società di intelligenza artificiale in fase iniziale o avanzata, che possono essere importanti o attraenti per Axel Springer per vari motivi”.

La California Transit Authority ha approvato la guida automatizzata Mercedes-Benz sulle autostrade designate. Ieri l’agenzia ha imposto condizioni sull’utilizzo del sistema Drive Pilot della casa automobilistica. Ad esempio, può essere eseguito solo a buone velocità di 60 chilometri all’ora durante il giorno. Ciò rende Mercedes la prima casa automobilistica in California a poter vendere o noleggiare auto con questo sistema di guida automatizzato. In particolare, è davanti al suo concorrente americano Tesla, che, secondo i calcoli dell’agenzia di stampa Reuters, la California è un mercato importante con il 16 percento delle consegne globali.

Binance, il più grande scambio di criptovalute al mondo, ha sospeso i depositi in dollari USA. Anche i suoi partner bancari si stanno preparando a chiudere i canali di prelievo già dal 13 giugno, ha annunciato ieri l’exchange di criptovalute. Altre valute fiat come l’euro non sono interessate. La mossa arriva dopo che la US Financial Services Agency ha sostenuto il congelamento degli asset di scambio di criptovalute all’inizio della giornata. La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha intentato una causa contro Binance e il suo presidente, Changpeng Zhao, all’inizio della settimana.

Il produttore di auto sportive Porsche vuole mettersi al passo con la portabilità elettrica. In occasione del 75° anniversario della sportiva, l’azienda di Stoccarda ha presentato ieri il concept della nuova sportiva elettrica. Secondo il comunicato stampa, Porsche sta ancora parlando di una possibile produzione in serie come una “visione”. Finora, la casa automobilistica ha offerto un modello puramente elettrico, la Taycan. Entro il 2030, Porsche vuole che oltre l’80% delle sue nuove auto sia completamente elettrico.

Tesla sta aprendo la sua rete Supercharger per i veicoli elettrici della rivale General Motors (GM). A partire dal prossimo anno, i clienti di General Motors avranno accesso a circa 12.000 stazioni di ricarica Tesla, ha annunciato ieri la più grande casa automobilistica statunitense. La tecnologia di ricarica Tesla sta diventando sempre più popolare. Il presidente della General Motors, Mary Barra, ha parlato di una mossa che potrebbe portare l’industria a uno standard di ricarica unificato in Nord America.