Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Quasi un ictus su quattro è causato da fibrillazione atriale: una pratica di guarigione

La fibrillazione atriale spesso passa inosservata: un aumento del rischio di ictus

La fibrillazione atriale si manifesta spesso come palpitazioni o palpitazioni. Ma solo circa la metà degli infetti avverte i sintomi. Quindi le aritmie spesso passano inosservate. Tuttavia, il trattamento è importante per ridurre il rischio di ictus.

Più di un quarto di milione di persone in Germania subiscono un ictus ogni anno. Una parte significativa del cosiddetto infarto cerebrale è riconducibile a malattie dei vasi sanguigni o del sistema cardiovascolare. La fibrillazione atriale, tra l’altro, aumenta notevolmente il rischio di ictus. L’aritmia rimane inosservata da molti malati.

I reclami sono solo nella metà delle persone colpite

Come la German Heart Foundation in un’istituzione esistente Messaggio Scrive, l’ictus colpisce spesso le persone con fibrillazione atriale che non sono consapevoli dell’aritmia e quindi non hanno ricevuto un trattamento preventivo.

Circa un quarto degli ictus in questo paese è causato dalla fibrillazione atriale. Solo in circa il 50 percento di circa 1,8 milioni di pazienti con fibrillazione atriale avverte l’aritmia con disturbi evidenti come un cuore vacillante, un battito cardiaco martellante al collo, una sensazione di pressione al petto, paura, mancanza di respiro, vertigini e scarsa prestazione.

Nell’altra metà, la fibrillazione atriale di solito si verifica solo atipica o addirittura senza sintomi. “L’ictus è il rischio maggiore rappresentato dalla fibrillazione atriale. In particolare, i pazienti più anziani di età superiore ai 60 anni, che hanno frequenti condizioni cardiovascolari come ipertensione, diabete e malattia coronarica, sono ad alto rischio di sviluppare fibrillazione atriale e dovrebbero proteggersi, ” afferma il cardiologo Brave-Dose. Medico. mezzo. Jerian Gronefeld fa parte del comitato consultivo scientifico della Fondazione tedesca per il cuore.

READ  Corona: il tasso di infezione a Berlino è in calo: i ristoranti potrebbero riaprire

Ecco perché la fondazione raccomanda che gli anziani di età pari o superiore a 60 anni che hanno anche malattie cardiache controllino regolarmente la frequenza cardiaca. “Se il polso è irregolare o se supera i 100 battiti al minuto a riposo, dovresti consultare immediatamente un medico per chiarire se c’è fibrillazione atriale”, afferma Grönefeld.

Riconosci i segni di un ictus e fatti aiutare

Tuttavia, i tratti non appaiono sempre di punto in bianco. I singoli sintomi compaiono spesso giorni o settimane fa, ma scompaiono di nuovo dopo pochi minuti. Il più delle volte, questi “avvertimenti” sono più o meno gli stessi dei sintomi di un ictus.

A differenza di un ictus “reale”, questi segnali di avvertimento chiamati “attacco ischemico transitorio” (TIA) scompaiono dopo poco tempo. Un TIA, come un ictus, presenta i seguenti sintomi di cui tutti dovrebbero essere consapevoli:

  • Sintomi di emiplegia: come la paralisi del braccio o della gamba
  • Sintomi facciali: angolo della bocca abbassato, difficoltà a sorridere
  • Disturbi del linguaggio: linguaggio improvviso o poco chiaro, problemi a trovare le parole, formazione di frasi errata
  • improvviso forte mal di testa
  • Disturbi visivi fino a cecità o vertigini

Chiunque noti uno di questi sintomi non deve esitare e chiamare immediatamente il 112. Perché la cosa più importante è non perdere tempo.

Trattare regolarmente la malattia di base

La prima misura più importante dopo una diagnosi di fibrillazione atriale è il trattamento con un farmaco anticoagulante (chiamato “fluidificante del sangue”).

Nel cuore, in un rigonfiamento nel padiglione auricolare, possono formarsi coaguli di sangue a causa dell’aritmia associata alla fibrillazione atriale. Se vengono scartati e entrano nella testa con il flusso sanguigno, possono bloccare i vasi sanguigni cerebrali: si verifica un ictus.

READ  I buoni numeri sono finalmente stabili? - BZ Berlino

Tuttavia, per la prevenzione dei rischi devono essere considerate anche altre malattie cardiovascolari che possono causare fibrillazione atriale. Pertanto, oltre all’assunzione di farmaci anticoagulanti, è anche importante trattare costantemente la malattia di base dell’aritmia.

Oltre all’ipertensione, questo include in particolare la malattia coronarica (CHD), la malattia della valvola cardiaca, l’insufficienza cardiaca, la miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco), il diabete, le malattie della tiroide e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). .

La pressione alta aumenta il rischio di ictus

Circa il 60% delle persone con fibrillazione atriale ha la pressione alta. L’allargamento atriale sinistro è il primo segno che il cuore è già stato danneggiato dall’ipertensione.

Pertanto, i pazienti con pressione alta dovrebbero essere ben adattati terapeuticamente per ridurre il rischio di ictus. In caso di pressione alta, abbassare il valore più alto di soli dieci mmHg può ridurre il rischio di ictus di circa il 40%.

“I pazienti con pressione alta e fibrillazione atriale sopportano un doppio carico: da un lato, l’ipertensione stessa aumenta il rischio di infarto e ictus a causa dello stress vascolare, e dall’altro, a causa della fibrillazione atriale, c’è un rischio di essere coaguli di sangue, che a loro volta possono portare a un ictus”.

ridurre il rischio

I pazienti cardiovascolari e le persone sane di età pari o superiore a 60 anni dovrebbero misurare il polso a casa. Questo ti aiuterà a ridurre il rischio di avere un ictus. Anche i monitor della pressione sanguigna di solito mostrano un battito cardiaco irregolare o puoi sentire il tuo polso da solo.

“Anche i medici dovrebbero sempre sentire prima il polso quando visitano la clinica, specialmente con ipertensione e cardiopatici, e fare un elettrocardiogramma se qualcosa è anormale”. Anche le app per smartphone possono aiutare con queste funzioni.

READ  Diabete: l'ora della colazione influisce sul rischio - quando mangi il tuo primo pasto

Tuttavia, la documentazione ECG per i dispositivi indossabili deve essere valutata da un medico al fine di effettuare una diagnosi corretta. (anno Domini)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida cliniche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

Risorse:

nota importante:
Questo articolo è solo a scopo di orientamento generale e non è destinato all’uso per l’autodiagnosi o l’autotrattamento. Non può sostituire una visita dal medico.