Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Qatar: l’ansia della nazionale francese prima dell’inizio dei Mondiali

La strada per i campioni del mondo conduce da Doha lungo Al Waab Street fino ad Al Rayyan. I confini della città sono individuabili dal cartello, altrimenti lungo la strada dietro le mura si estendono le zone residenziali. Poco dopo il confine, puoi vedere un enorme complesso erboso sotto i riflettori dietro gli striscioni della Coppa del Mondo. Condizioni perfette, dicono gli esperti di calcio. Tuttavia, questo non è il campo di allenamento della nazionale francese.

Dall’altra parte della strada c’è lo stadio Jassim Bin Hamad di Al Sadd, un tempo stadio nazionale del Qatar, ma sfortunatamente non abbastanza grande per le richieste della Coppa del Mondo. Il piccolo Qatar non ha le otto moderne arene dei Mondiali che si possono sempre vedere in televisione. Ci sono più! La nazionale francese, che ha vinto l’ultima Coppa del Mondo, si sta allenando allo stadio Jassim bin Hamad. E a meno di 200 metri di distanza, nel cielo della sera si staglia lo stadio Ali bin Hamad Al-Attiyah, costruito per la Coppa del mondo di pallamano 2015, la grande prova della Coppa del mondo.

Prima di arrivare alla sala stampa grande come una palestra, decorata con le parole “Fiers d’être Bleus” (orgoglioso di essere blu), ti trovi ancora una volta di fronte all’esuberanza country. Che ora è in netto contrasto con la posizione della squadra francese in vista della partita di apertura contro l’Australia martedì. Per i francesi, il problema è la penuria.

Il fallimento del calciatore mondiale Benzema dovrebbe essere compensato dall’attaccante del Milan Olivier Giroud

Domenica pomeriggio, due giorni prima della partita, la Federcalcio ha inviato alla conferenza stampa Ibrahima Konate – prima con l’RB Lipsia, ora con il Liverpool FC – e il giovane del Real Madrid Eduardo Camavinga; Non ci sono undici inizi naturali. Entrambi hanno dovuto fornire informazioni dettagliate sul compagno di squadra che ha lasciato Al Rayyan nelle prime ore del mattino senza salutare la squadra: Karim Benzema, attaccante del Real Madrid e attuale Pallone d’Oro. Calciatore dell’anno. Benzema salterà la Coppa del Mondo a causa di un infortunio muscolare alla coscia.

READ  Formula 1 2021: trasmissioni TV e dirette

Le descrizioni di come il team ha scoperto esattamente la terribile notizia sono leggermente variate. Ma le conclusioni erano esattamente le stesse. Ovviamente, ha detto Konate, cambia l’approccio tattico della squadra se l’attaccante non è nei paraggi. “Ma i nostri obiettivi non cambiano.” E Camavinga: “Non sottovaluteremo i nostri obiettivi. Abbiamo tanti grandi giocatori in squadra”.

Questo è senza dubbio vero. Eppure così tanti dei grandi sono ora afflitti o per niente che la patria comincia a preoccuparsi.

Oltre a Benzema, un altro attaccante nella persona di Christopher Nkunku del Lipsia ha dovuto passare qualche giorno prima di arrivare in Qatar. Tuttavia, l’attacco è ancora il problema più piccolo. L’esperienza ha dimostrato che Kylian Mbappe, il cantante della tempesta al Paris Saint-Germain, prospera davvero solo quando nessun altro successore vuole suonare al suo fianco al posto del successore. Antoine Griezmann (Atletico Madrid) è stato fuori forma al club di recente, ma è stato convocato in nazionale. E ora, al posto di Benzema, giocherà Olivier Giroud, classico attaccante del Milan. Il Giroud potrebbe essere stato controverso sin dal suo debutto con i Bleus nel 2011. “Ma ultimamente è stato un tesoro”, ha detto lunedì un sorridente Didier Deschamps ai giornalisti francesi. “Anche da te. Ci sono molte persone sedute qui che lo hanno criticato.”

Olivier Giroud colpisce la palla in allenamento, e Ousmane Dembele (a sinistra) e Antoine Griezmann assistono alla scena.

(Foto: Christophe Enna/Associated Press)

Sarà più difficile per l’allenatore della nazionale Deschamps combinare un centrocampo con elevate esigenze. Qui mancano N’Golo Kante (Chelsea), uno dei migliori giocatori al mondo al numero sei del centrocampo difensivo, e Paul Pogba (Juventus). La partita sarà ora arbitrata dal relativamente inesperto Matteo Guendouzi (ex Hertha, ora Marsiglia) e Aurelien Choameni (Real Madrid). Basterà questo per diventare il primo campione del mondo dal Brasile nel 1962 a difendere con successo il titolo?

Dell’undicesimo iridato dall’estate 2018 non è rimasto molto

E poi c’è la difesa: Raphael Varane, difensore centrale considerato per anni indispensabile e ora sotto contratto con il Manchester United, è tornato ad allenarsi. Presnel Kempebe del Paris Saint-Germain non è disponibile. Cosa può portare Dayot Upamecano del Bayern Monaco alla formazione titolare, e almeno contro l’Australia, Ibrahima Konate.

Dell’undicesimo campione del mondo, dunque, non è rimasto molto dall’estate 2018, dopo quattro anni e mezzo. Tuttavia, questo potrebbe anche essere di buon auspicio – contro la maledizione del campione del mondo!

Nel 2010 in Sud Africa, l’Italia allora campione del mondo, incoronata quattro anni prima a Berlino, non è riuscita a far rivivere la squadra: l’Italia non è sopravvissuta al turno preliminare. Nel 2014 in Brasile, gli undici campioni del mondo della Spagna, incoronati quattro anni prima a Johannesburg, sono passati al titolo: la Spagna non è sopravvissuta al turno preliminare. E nel 2018 in Russia, la Germania campione del mondo era solo una versione peggiore della squadra che ha vinto il titolo a Rio de Janeiro nel 2014, cosa che Jogi Loew ha capito solo quando la Corea del Sud lo ha mandato a casa dopo il turno preliminare. Cosa significa per loro ora? Blues?

Nel luglio 2018, Didier Deschamps è stato interrogato a Mosca sul messaggio della vittoria della Francia al mondo del calcio, e lui ha risposto: “Siamo dei bei campioni del mondo? Non lo so. Siamo campioni del mondo. Per i prossimi quattro anni resteremo in piedi sul tetto del mondo.” Dopodiché, è rimasto a lungo fedele anche ai suoi titolati, all’EM 2021 aveva già terminato gli ottavi contro la Svizzera.

Ora stanno salendo dal tetto e diventano ancora una volta uno dei contendenti per il titolo di Coppa del Mondo.