Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Pulizie di primavera: come sbarazzarsi dei germi ci rende felici – una guida

Armadi e cassettiere sono pieni di vestiti mai indossati. Gli scantinati e i garage sono pieni di cose inutilizzate che abbiamo conservato per anni.

La primavera è il momento di sbarazzarsi di cose che usiamo o indossiamo raramente. Può renderci felici, dice Anke Brecht, psicologa e autrice (“Chi sono veramente?”).

In che modo l’organizzazione ti rende felice?

La pulizia da sola non rende felice la maggior parte delle persone. Ma la verità, quando questo sarà fatto, è, secondo te, Brecht. “Una stanza ordinata, cose da trovare – ci piace tutti”, dice l’esperto. Perché: “Quando abbiamo finito di riordinare, gli scaffali vengono riordinati, il posacenere viene riposto e il soggiorno è radioso per noi e il nostro cervello rilascia dopamina. Questo neurotrasmettitore ci rende orgogliosi e ci dà un senso di realizzazione.”

Allo stesso tempo, il materiale del Messaggero si prende cura di lui dopamina Per ribadire ciò che ora ci rende orgogliosi. Svolge un ruolo centrale nella motivazione. E liberarsene ha gli stessi effetti positivi! Chi è riuscito a sbarazzarsi del superfluo butta via la vecchia zavorra e crea spazio per la nuova. Nel Pulizia E si attivano sistemi di ricompensa e motivazione, che si ritrovano anche negli sport agonistici.

E: “Le cose che sono presenti ma di cui non abbiamo bisogno non solo occupino spazio, ma occupino anche attenzione. Spesso questa non è attenzione cosciente, funziona inconsciamente. Lo psicologo spiega: una persona che deve cercare le sue cose in un guardaroba completamente affollato non può essere qui e ora a pieno regime.

Quando c’è l’obbligo di pulire?

La buona notizia: “Se pulisci in modo igienico, cioè con l’obiettivo che tutto sia facile da trovare e l’appartamento sia facile da abitare e da abitare, non rischi di sviluppare un impegno per la pulizia o la custodia delle cose ordinato”, dice Brecht. Le persone che non possono assolutamente sopportarlo quando qualcosa non è a posto, o quando i primi granelli di polvere sono sullo scaffale, correranno questo rischio.

READ  Luna soprannaturale sulla Germania: questa è stata la più grande luna piena dell'anno

“Anche chi si accorge che le pulizie sono troppo frequenti, e puliscono il gabinetto più volte al giorno, dovrebbe chiedere consiglio a uno psicologo. Ma se vuoi solo essere organizzato e il numero 5 a volte può essere lasciato dritto, stai facendo tutto giusto.”

Donazioni fatte a “Helper’s High”

Abbandonare ciò che non è più necessario libera l’anima. “E soprattutto, qualcuno ne è felice, ad esempio i vestiti per bambini troppo piccoli per i loro figli”, afferma Anke Precht. Conservarli per i nipoti non ha senso, tranne che per uno o due ricordi speciali.

“Le donazioni hanno anche a che fare con il donare cuori. I soldi rimasti o le cose di cui non abbiamo più bisogno, lo diamo a chi ne ha bisogno. Le persone che danno molto sono più felici. Perché la felicità è contagiosa e niente illumina la giornata più di sapere che hai reso felice qualcuno”.

Gli studi hanno già dimostrato che le donazioni rendono le persone felici. La generosità attiva alcuni neuroni nel cervello chiamati A. “Assistente di alto livello” Effetti. Il risultato: le endorfine vengono rilasciate nella regione del cervello che viene stimolata anche dal consumo di cioccolato, tra le altre cose.