Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Protezione nucleare contro la Cina: l’alleanza tripartita inizia la cooperazione sui sottomarini

La protezione nucleare della Cina
La Triplice Alleanza inizia la cooperazione sottomarina

Per collaborare con gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, l’Australia ha concluso un accordo sottomarino multimiliardario con la Francia. La Cina vede la cooperazione come una minaccia “molto irresponsabile”. L’Aukus Alliance sta collaborando comunque.

Australia, Stati Uniti e Gran Bretagna hanno ufficialmente avviato la loro cooperazione sui sottomarini a propulsione nucleare. A Canberra, il ministro della Difesa australiano Peter Dutton ha firmato un accordo con diplomatici di alto rango di Stati Uniti e Gran Bretagna per condividere dati sensibili sulla tecnologia di propulsione nucleare nei sottomarini. È il primo accordo firmato pubblicamente tra i tre paesi su questa tecnologia da quando hanno formato la loro alleanza indo-pacifica chiamata Aukus a settembre.

La fornitura di sottomarini nucleari all’Australia è parte integrante di Aukus. Come risultato di questa alleanza, l’Australia ha annullato un accordo sottomarino multimiliardario pianificato da tempo con la Francia, provocando reazioni rabbiose da parte del governo francese. Nel frattempo, Parigi ha persino ritirato i suoi ambasciatori da Washington e Canberra. Anche l’Unione Europea e la Germania hanno criticato questo approccio.

Dopo aver firmato il contratto, Dutton ha affermato che con l’accesso alle informazioni e alle competenze delle forze armate britanniche e statunitensi, anche l’Australia sarebbe “in grado di gestire questa tecnologia in modo responsabile e affidabile”. Le informazioni aiuteranno anche l’Australia a completare un periodo di revisione di 18 mesi sull’approvvigionamento di sottomarini. Tra le altre cose, c’è la questione se i sottomarini australiani saranno costruiti sulla base di piani di costruzione britannici o americani.

Un’alleanza contro il crescente potere della Cina

L’alleanza Aukus è stata conclusa con l’obiettivo dell’emergere della Cina militarmente. Pechino ha protestato contro l’alleanza, affermando che l’Aukus rappresenta una minaccia “molto irresponsabile” alla stabilità nella regione indo-pacifica. Domenica, il presidente cinese Xi Jinping ha affermato che alla luce delle crescenti tensioni militari nel Mar Cinese Meridionale: “Dovremmo lavorare insieme per mantenere la stabilità del Mar Cinese Meridionale e rendere il Mar Cinese Meridionale un mare di pace, amicizia e cooperazione».

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha precedentemente criticato fortemente la Cina per il suo uso di cannoni ad acqua contro le barche filippine nel conflitto sulle isole Spratly. La Cina, le Filippine e altri paesi vicini rivendicano tutti aree nel Mar Cinese Meridionale.

READ  Terremoto a Creta oggi: un forte terremoto colpisce l'isola greca e le città costiere turche: c'è il rischio di uno tsunami?