Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Preoccupazione per il ruolo della Cina: Biden rivitalizza il Quartetto Indo-Pacifico

Preoccupazione per il ruolo della Cina
Biden fa rivivere i quad indo-pacifici

Australia, India, Giappone e Stati Uniti costituiscono il quadrante indo-pacifico. È in circolazione dal 2004. La crescente pretesa di potere della Cina nella regione sta dando nuovo impulso a questa forma. Nessuno vuole però che l’incontro alla Casa Bianca venga inteso come una dichiarazione di guerra a Pechino.

Gli Stati Uniti, l’India, il Giappone e l’Australia vogliono lavorare insieme più strettamente in futuro ed espandere la loro influenza nella regione indo-pacifica. Una dichiarazione congiunta dopo che i capi di governo dei quattro paesi si sono incontrati a Washington hanno affermato che la regione che si estende dall’India al Pacifico costituisce la base della “sicurezza comune e della prosperità condivisa”.

È stato inoltre sottolineato che il diritto del mare dovrebbe essere rispettato nei mari della Cina orientale e meridionale. Sia l’incontro stesso che la dichiarazione possono essere interpretati come un riferimento alla Cina, sebbene la Repubblica popolare non sia direttamente affrontata nel documento.

“Quando ci siamo incontrati sei mesi fa, abbiamo preso impegni specifici per portare avanti la nostra agenda comune e positiva per un Indo-Pacifico libero e aperto”, ha detto Biden all’inizio della riunione. “Oggi posso dire con orgoglio che stiamo facendo ottimi progressi”.

Gli Stati Uniti e altri paesi sono preoccupati per le pratiche commerciali della Repubblica popolare e hanno esortato la Cina ad espandersi nell’Indo-Pacifico. Ciò significa un’area che si estende dall’India all’Oceano Pacifico. La Cina rivendica anche praticamente l’intero Mar Cinese Meridionale. Quindi da anni la Repubblica Popolare è in conflitto con paesi della regione come Filippine, Vietnam, Malesia e Brunei, oltre che con Taiwan. Si ritiene che ci siano grandi riserve di petrolio e gas nella regione.

Competizione, non conflitto

Biden aveva già tenuto un vertice online con i suoi colleghi dei tre paesi in primavera, poco dopo il suo insediamento. Il gruppo di quattro nazioni – noto anche come Quadrupla – è nato dopo lo tsunami del 2004 innescato da un terremoto nell’Oceano Indiano. E a marzo, il gruppo ha unito le forze per la prima volta a livello di capi di Stato e di governo. Nell’incontro virtuale in primavera, i quattro partner hanno annunciato, tra gli altri, che amplieranno le capacità produttive dei vaccini Corona in India.

“Siamo democrazie liberali”, ha detto il primo ministro australiano Scott Morrison. Lo scopo dell’incontro è mostrare che le democrazie possono ottenere qualcosa. Morrison ha affermato che non dovrebbe esserci coercizione nella regione e che il ruolo sovrano di tutte le nazioni dovrebbe essere rispettato. Le controversie devono essere risolte conformemente al diritto internazionale.

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha espresso fiducia che la cooperazione tra i quattro paesi garantirà prosperità e pace nella regione indo-pacifica e nel mondo. Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha sottolineato che esiste “una forte solidarietà” tra i due Paesi. I quattro capi di governo non hanno menzionato direttamente la Cina. La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha detto durante l’incontro che l’approccio di Pechino è di competizione, non di conflitto.

Nuove priorità

In politica estera, Biden si è concentrato sin dall’inizio sulla regione indo-pacifica, con l’obiettivo di contrastare la crescente pretesa di potere della Cina nella regione. Gli Stati Uniti sono anche preoccupati per le pratiche commerciali di Pechino e hanno esortato la Cina ad espandersi nell’Indo-Pacifico. Secondo gli osservatori, la tempistica dell’incontro manda un messaggio poco dopo il ritiro dall’Afghanistan. L’incontro ha parlato molto delle nuove priorità di politica estera di Biden. Recentemente, una nuova alleanza di sicurezza tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia nella regione indo-pacifica ha fatto arrabbiare la Francia. Di conseguenza, Parigi si è sentita esclusa come partner strategico nella regione. Il governo degli Stati Uniti ha confermato che l’alleanza del Quartetto non ha nulla a che fare con l’alleanza di sicurezza con l’Australia. Un alto funzionario del governo ha affermato che la coalizione del quartetto “non ha alcuna dimensione militare o di sicurezza”.

Secondo l’annuncio finale, l’alleanza dei quattro vuole cooperare più strettamente in futuro, ad esempio nell’affrontare la pandemia di Corona, nel campo della sicurezza informatica e nella lotta ai cambiamenti climatici. Dovrebbe essere aumentata la produzione di vaccini contro la corona e dovrebbe essere migliorata la preparazione per future pandemie – dovrebbe essere possibile condurre un esercizio congiunto su questo nel 2022. Dovrebbe esserci anche una maggiore cooperazione nello spazio, ad esempio attraverso l’uso congiunto di dati satellitari per monitorare i cambiamenti climatici o per il controllo dei disastri.

READ  L'ascesa e la caduta di Boris Eltsin: i governanti del Cremlino con un tuono teatrale