Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Più di 800 contagiati in Spagna: scolari contagiati in viaggio a Maiorca

Più di 800 persone colpite in Spagna
Scolari feriti durante un viaggio a Maiorca

Il caso di contagio in Spagna è rimasto stabile negli ultimi giorni. Ma dopo le spedizioni di vari gruppi scolastici nell’isola delle vacanze di Maiorca, la diffusione del virus Corona si è diffusa notevolmente. Centinaia sono colpiti.

Più di 800 scolari provenienti da diverse parti della Spagna hanno contratto il coronavirus durante i viaggi di laurea a Maiorca a metà giugno. Secondo le ultime informazioni di vari governi regionali, il numero di adolescenti risultati positivi al virus è aumentato di oltre 200 fino ad almeno 848 in 24 ore.

Nella sola Madrid ne sono colpiti almeno 410 giovani. Sono stati segnalati casi anche nei Paesi Baschi (126), Valencia (104), Galizia (70), Catalogna (64), Isole Baleari (33), Murcia (20), Castiglia-La Mancia (11) e Aragona ( 10). Si ritiene che un gran numero di giovani colpiti abbia preso lo stesso traghetto da Valencia a Maiorca. Altri potrebbero essere stati in contatto tra loro sull’isola.

Ha detto che tutti gli studenti avevano contratto la forma alfa del virus, scoperta per la prima volta nel Regno Unito. Anche centinaia di contatti sono stati messi in quarantena in varie regioni. Il ministro della Salute Carolina Daria ha invitato gli adolescenti e i giovani adulti, la maggior parte dei quali non sono stati ancora vaccinati perché l’età è la priorità in Spagna, ad “agire in modo responsabile”.

Il numero di corona in Spagna è in calo quasi ininterrottamente da mesi. Tuttavia, per alcuni giorni, il numero di contagi a livello nazionale per 100.000 abitanti è rimasto fermo in sette giorni tra 40 e 50. Nel contesto della situazione relativamente rilassata del Corona, il governo ha deciso di allentare significativamente i severi requisiti per la mascherina all’aperto: da sabato , deve essere indossato Proteggi bocca e naso solo se non è possibile mantenere la distanza di un metro e mezzo dalle persone fuori casa.

READ  Uomo presumibilmente inghiottito da una megattera: è sopravvissuto