Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Perché il vaiolo delle scimmie dovrebbe avere un nome diverso e perché l’OMS ignora le proprie regole

Hai sentito parlare di MPXV? È l’acronimo di monkeypox. Appartiene al genere dei corticovirus, nella sottofamiglia Chordopoxvirinae dei poxvirus, ed è attualmente in aumento. In realtà, non dovrebbero esistere. Almeno per nome e se è l’Organizzazione Mondiale della Sanità OMS con le proprie raccomandazioni da maggio 2015 Seriamente cattivo. Tra le altre cose, menzionano che le specie animali sono tabù come padrini delle malattie. Come esempio negativo: vaiolo delle scimmie.

Il termine provoca false associazioni. Poiché le scimmie non sono principalmente le portatrici del virus, a volte agiscono solo come pseudo-ospite. I roditori passano il vaiolo. Ma neanche il vaiolo dei roditori ha un aspetto migliore, ci ricorda i topi, la pestilenza e il pericolo, e tali segnali alti dovrebbero essere evitati a tutti i costi, come raccomandato sette anni fa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Quindi non dovresti usare anche quanto segue: sconosciuto, fatale, fatale o epidemico.

Secondo gli standard degli organismi di vigilanza sanitaria globale, l’influenza suina africana è piuttosto fuori dall’ordinario, sebbene sia stata più volte definita tale in relazione all’epidemia nel Brandeburgo, ad esempio. Oltre alle specie animali, il termine ha anche una definizione geografica, che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è generalmente inappropriata.

La raccomandazione arrivò troppo tardi per prevenire un’altra cattiva abitudine: c’erano volte in cui la sifilide era conosciuta in Germania come una malattia francese, in Polonia come una malattia tedesca e in Russia era conosciuta come una malattia polacca. Fare riferimento in modo accusatorio ai tuoi vicini ha una lunga tradizione. A volte questo deve accadere anche all’interno di un paese, anche se è altamente dubbio, ad esempio, che la febbre emorragica di Marburg sia chiamata Häme rispetto alla città dell’Assia.

READ  Corona: malato nonostante la vaccinazione: un nuovo studio rivela chi è a rischio

Come si chiamerà vaiolo delle scimmie in futuro?

Per fortuna il nome del virus di Wuhan non può essere accettato e ora si chiama Corona o, più correttamente, Sars-Cov-2, ovvero sindrome respiratoria acuta grave coronavirus tipo II. I loro soprannomi, anche se è noto da tempo che si sono attenuati. Una caratteristica distintiva delle raccomandazioni dell’OMS è che il nome di febbre della valle è consentito, ma il sinonimo di febbre della valle di San Joaquin non lo è.

Se internazionale avesse fatto a modo suo, Creutzfeldt-Jakob e Alzheimer molto tempo fa avrebbero avuto nomi diversi perché sono nomi personali. D’altra parte, sono ammessi aggettivi che includono determinati gruppi di persone. Ad esempio, demenza nel letto geriatrico o fuga dall’artrite idiopatica giovanile. Anche la nomenclatura dei sottogruppi di agenti patogeni è innocua, nel caso di Corona politicamente corretta, ad esempio, utilizzando le lettere greche alfa, delta e omicron. Sostituiscono frasi errate come varianti indiane, sudafricane o brasiliane.

Tuttavia, si dice che ci sia resistenza a Pi in Cina poiché è un nome comune lì. Con BA1 a 5, invece, nessuno si sente attaccato personalmente. E cosa accadrà al vaiolo delle scimmie? L’Organizzazione Mondiale della Sanità deciderà presto come chiamare il virus in futuro. MPXV non è adatto. MP sta per Monkeypox.