Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

PANORAMICA WEEKEND / 26. e 27 giugno 2021

PANORAMICA WEEKEND DJ / 26. e 27 giugno 2021

Le principali notizie aziendali dal programma del fine settimana di Dow Jones Newswires.

Henkel pianifica ulteriori acquisizioni – Non è escluso l’acquisto di Wella

Il Gruppo Henkel a Düsseldorf DAX sta pianificando ulteriori acquisizioni. Tuttavia, il CEO Carsten Noble di Düsseldorf Rheinische Post. Quando gli è stato chiesto se Henkel potrebbe continuare ad acquistare l’azienda concorrente di prodotti per la cura dei capelli Wella, ha detto: “Essenzialmente, rimaniamo aperti alle acquisizioni – in tutti e tre i segmenti. Stiamo regolarmente esaminando le opzioni e siamo finanziariamente forti. I nostri criteri sono chiari: L’acquisto dovrebbe essere strategicamente appropriato, disponibile e a un prezzo interessante”.

Henkel vuole aumentare i prezzi di detersivi e prodotti di bellezza

Il gruppo di beni di consumo Henkel vuole aumentare i prezzi dei suoi prodotti a causa dell’aumento dei costi delle materie prime. Questo è quanto ha affermato il CEO Carsten Noble in un’intervista al Rheinische Post. “I prezzi di alcune materie prime sono aumentati più rapidamente che negli ultimi 15 anni”, ha affermato. “Dobbiamo anche cercare di trasferire l’aumento dei costi delle materie prime per detersivi e prodotti di bellezza. Dopotutto, prevediamo che i prezzi dei materiali per il gruppo Henkel aumenteranno nella fascia percentuale media a una cifra più alta per l’intero 2021”. I marchi includono Henkel Persil, Pattex e Schwarzkopf.

Volkswagen vuole uscire dal business dei motori a combustione in Europa entro il 2035

Dopo la controllata Audi di Volkswagen, anche il marchio principale Volkswagen si prepara all’addio definitivo al motore a combustione. “In Europa, chiuderemo l’attività con i veicoli a combustione tra il 2033 e il 2035”, ha detto il direttore delle vendite di Volkswagen Claus Zellmer a Muenchen Mercure. L’uscita negli Stati Uniti e in Cina arriverà un po’ più tardi, ha detto Zelmer, e in Sud America e Africa “ci vorrà un po’ di più”.

READ  Wuppertaler Friedrich-Ebert-Straße: aziende di studio IHK

Crossover da Daimler Truck nei tempi previsti

La casa automobilistica Daimler si vede sulla strada giusta con una riorganizzazione del gruppo e dovrebbe passare a DAX con Daimler Truck entro marzo 2022 al più tardi. “Siamo nei tempi previsti per la preparazione dettagliata di questo complesso progetto e vogliamo portare Daimler Truck sul mercato azionario come società indipendente entro la fine di quest’anno”, ha affermato il direttore finanziario Harald Wilhelm in un’intervista con Automobilwoche. ”

Ford estende l’attività per un breve periodo a Saarlouis e Colonia

Ford deve prolungare il lavoro per un breve periodo in tutti e quattro gli stabilimenti europei a causa della carenza di componenti elettronici. Lo ha riferito il quotidiano dell’industria automobilistica Automobilwoche senza nominare le fonti. Nello stabilimento Focus di Saarlouis, dopo 13 settimane di breve lavoro, a fine giugno dovrebbe riprendere il funzionamento a due cicli; Ora, la produzione sarà in un solo turno fino alla vacanza in fabbrica del 23 luglio, ha detto. Ciò riduce la produzione annua pianificata di ulteriori 9.100 unità a 110.000.

Panasonic vende la quota di Tesla per $ 3,6 miliardi

Il gruppo Panasonic ha venduto l’intera partecipazione in Tesla per circa 3,6 miliardi di dollari. Il principale fornitore di batterie di Tesla non è più un azionista di Tesla. Panasonic ha affermato che la mossa non avrà alcun impatto sulle spedizioni di batterie a Tesla e che le due società hanno goduto di un buon rapporto. Panasonic ha completato la vendita delle azioni durante il suo ultimo anno fiscale, conclusosi a marzo, e ha informato Tesla della transazione.

Johnson & Johnson paga 230 milioni di dollari per il caso dell’oppio di New York

READ  Gli aiuti del governo a Corona per le grandi aziende rimangono inutilizzati

La casa farmaceutica americana Johnson & Johnson ha accettato di pagare 230 milioni di dollari allo stato di New York per risolvere una causa per gli oppiacei. La società ha affermato che l’accordo di New York libera Johnson & Johnson da un’imminente causa a Long Island, ma non dai restanti casi pendenti a livello nazionale, inclusa una causa in corso in California.

Contatta l’autore: [email protected]

DJG / DJN / AFP / apo

(fine) Dow Jones Newswires

27 giugno 2021, 11:00 ET (15:00 GMT)

Copyright (c) 2021 di Dow Jones & Company, Inc.