Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Orrore dopo il brutale attacco alla via dello shopping italiana

Aggiornato il 30/07/2022 alle 16:42

  • Un uomo ha aggredito e ucciso un venditore ambulante nel mezzo di una via dello shopping in Italia.
  • Sembra che nessuno sia venuto ad aiutare la vittima.

Altri temi panoramici possono essere trovati qui

In Italia L’uccisione in pieno giorno di un venditore ambulante nella città costiera adriatica di Civitanova March ha suscitato indignazione diffusa. Un uomo nigeriano di 39 anni è stato picchiato a morte da un italiano di 32 anni venerdì pomeriggio, ha detto la polizia in una conferenza stampa nella cittadina del centro Italia sabato. L’imputato ha seguito la vittima, l’ha fatto cadere con la stampella e l’ha colpito più volte. Poi ha preso il cellulare dell’uomo. La polizia ha arrestato l’uomo con l’accusa di omicidio premeditato e rapina.

L’incidente è avvenuto in una trafficata via dello shopping nel cuore della città. È diventato virale online un video che mostra l’aggressore che attacca la vittima mentre è ancora a terra. Le persone possono essere ascoltate gridare “fermati” o “qualcuno chiami la polizia” in sottofondo.

Attacco mortale in Italia: a quanto pare nessuno è intervenuto

Il caso ha creato scalpore in tutto il paese poiché nessuno si è fatto avanti per aiutare. Un passante ha raccontato alla televisione italiana di essere stato ucciso solo per il colore della sua pelle. D’altra parte, la polizia ha insistito sul fatto che non c’erano segni di attività razzista. Gli investigatori sospettavano la reazione eccessiva del sospetto al crimine quando la vittima ha chiesto soldi. Secondo quanto riportato dai media, l’uomo è un noto venditore ambulante della zona.

READ  Corona in Italia: Amnesty critica la discriminazione nei confronti dei non vaccinati

Il capo regionale della regione Marche, dove ha sede Civitanova Marche, ha parlato di “violenza pazza e senza precedenti” su Facebook. Secondo lui, la regione vuole comparire come parte civile nell’eventuale causa giudiziaria. Anche i politici di sinistra e di destra a Roma, nel bel mezzo della campagna elettorale, hanno espresso il loro orrore per il delitto e le loro condoglianze alle persone in lutto. (sp/dpa)
© dpa