Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

“Nessuno sa se il virus diventerà più dannoso o più pericoloso”

Quintoiruslast non può essere equiparato alla gravità dei sintomi, i gatti non sono molto diffusi ed è difficile valutare l’ulteriore decorso dell’epidemia. Gli ascoltatori di una discussione serale con un virologo hanno potuto ottenere queste e altre idee su Corona giovedì Sandra Sisek accompagnato. Nella serie “Wissenschaft im Dialog”, organizzata da FAZ, Polytechnische Gesellschaft e Historische Villa Metzler gGmbH, ho parlato con l’editore di FAZ Sascha Zoske delle lezioni apprese dai due anni di pandemia.

Cesek ha affermato che l’attuale pandemia è difficile da confrontare con l’influenza spagnola, che si è diffusa in tutto il mondo dal 1918 al 1920 e ha ucciso circa 50 milioni di persone. A quel tempo, non c’era quasi nessuna medicina di terapia intensiva e le infezioni secondarie erano molto più difficili da trattare. Tuttavia, la crisi del Covid è anche un evento del secolo. Ciesek è cauto con le previsioni sulla pista extra.

“nessuno sa”

Si stupisce sempre quando sente dai suoi colleghi che sono previste solo varianti di virus più lievi o, al contrario, più pericolose. “La risposta onesta è: nessuno lo sa”. Vede decisamente l’espressione “surrogato dell’assassino”, Ministro federale della salute Karl Lauterbach (SPD) è stato recentemente rilasciato in vista di una possibile combinazione di tipi di virus omicron e delta. La scienziata ha detto che non avrebbe usato un termine del genere – dopotutto, non è un “termine tecnico”.

Potrebbe essere impossibile contenere completamente il virus, afferma il direttore dell’Istituto di virologia medica dell’ospedale universitario di Francoforte. Si spera che una certa immunità di base nella popolazione, sia attraverso la vaccinazione che il recupero o entrambi, renda il Covid-19 meno pericoloso.

READ  Il vaccino HPV riduce il rischio di cancro cervicale di quasi il 90% - EURACTIV.com