Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Nazionale Italiana: Spalletti ora prova a fare l'amore – Sport

Nazionale Italiana: Spalletti ora prova a fare l'amore – Sport

Immagine di sé di Squadra Azzurra, la Nazionale italiana, è sempre stata ben definita: i calciatori sono pionieri, e tutti in questa nazione sportiva, abituati al successo, li seguono. Talvolta il ruolo viene condiviso benevolmente con la Ferrari, e la leggenda rossa brilla anche in zona azzurra. Ma altrimenti? Quattro volte campioni del mondo e due titoli europei: in definitiva, uno status speciale a livello nazionale non viene da qualche parte.

È stato quindi sorprendente vedere la vivacità con cui la stella del tennis Jannik Sinner è stata recentemente accolta nel suo campo di addestramento charter a Miami, in Florida. Gli italiani avevano attraversato l'Atlantico per un mini-tour negli Stati Uniti, e Sinner si stava preparando per l'ATP Tour nelle immediate vicinanze. Sinner, tifoso dell'AC Milan da bambino, ha scatenato un boom di mini-tennis nel suo paese d'origine dopo aver vinto gli Australian Open ed è stato accolto degnamente dai calciatori: tutti si sono precipitati a fare foto con lui, e il 22enne è stato sul punto di adularlo. ; Tra loro c'è la leggenda del portiere Gianluigi Buffon, attuale allenatore della Nazionale. L'allenatore Luciano Spalletti si è congratulato con Sinner per i “risultati fantastici” e ha raccomandato ai suoi giocatori: “Può essere una guida per noi in termini di disciplina e motivazione”. Ispirato da queste parole La Gazzetta dello Sport Poi ha posto una grande domanda chiave: cosa può imparare la Squadra Azzurra da Sinner?

Questo va a vantaggio di Sinner, perché in Italia si guarda solitamente ai punti di riferimento che gli attuali giocatori nazionali possono trovare nei loro predecessori storici; Quando si tratta di domande come queste, il calcio è un monolite. I calciatori hanno un rapporto un po' ambivalente con se stessi in questo momento: in estate andranno all'Europeo in Germania da campioni in carica, e l'Europeo 2021 ha dato ancora una volta un senso di orgoglio agli italiani. Da un lato. D'altronde il ritorno tra le grandi potenze del calcio è stato fugace, solo una scintilla: la qualificazione al Mondiale in Qatar è stata persa, come già accaduto ai Mondiali precedenti. Peccato, ancora una volta.

READ  Vlahovic salva Juventus e Inter dalla pressione su Milan e Serie A italiana

I calciatori italiani stanno attualmente attraversando una sorta di fase di scoperta di sé, in qualche modo simile a quella tedesca. Come per la squadra della Federcalcio tedesca, che lo scorso autunno si è recata in gita scolastica all'estero, anche la trasferta della Squadra Azzurra negli Stati Uniti dovrebbe avere, nella migliore delle ipotesi, un carattere identitario. Ma i risultati non fallirono: gli italiani vinsero solo 2-1 contro il Venezuela, e domenica riuscirono a battere l'Ecuador 2-0. Non è stata proprio una grande prestazione, ma non era quello che voleva mister Spalletti. Tende effettivamente alla perfezione stilistica. Ciò è rappresentato dal titolo iridato conquistato lo scorso anno con l'SSC Napoli, una delle squadre più agili viste di recente a sud delle Alpi.

Solo che le sue idee non potevano essere insegnate in Nazionale con la stessa precisione che nel calcio di club, soprattutto perché Spalletti affrontava costantemente nuove avversità: il suo ingresso nella pubblica amministrazione era già una questione politica; Il suo predecessore, Roberto Mancini, si era recato da poco in Arabia Saudita. Arabia, forse a causa dei soldi rotti. La partenza è stata un terremoto, con Spalletti in carica da un giorno all'altro, favorito di dirigenti e tifosi.

Ma subito dopo scoppiò uno scandalo scommesse nel Calcio, con la squalifica, tra gli altri, di Sandro Tonali, da poco passato al Newcastle United per 80 milioni di euro; Il centrocampista sarebbe stato il numero con cui Spalletti avrebbe potuto coordinare la squadra. E ora anche questo: il 36enne capo della difesa dell'Inter, Francesco Acerbi, avrebbe insultato razzialmente un avversario in una partita di campionato. È ancora un caso di dichiarazione contro dichiarazione su questo argomento, ma solo pochissime persone credono in un futuro in Nazionale. Acerbe, però, che vanta 36 presenze ed è ideale per un ruolo di leadership, non è nemmeno andato negli Stati Uniti. Poco prima della partenza, ha iniziato il viaggio di ritorno, ed è stato ripreso dalle telecamere e in posizione di legittima difesa verbale.

READ  Premier League: nuovi valori di mercato! Ronaldo perde 10 milioni e la stella di Klopp guadagna di più: il calcio

Spallettis utilizza le serie di test per esperimenti

Spalletti è quello che da noi chiameremmo un concept coach, con un atteggiamento un po' da guru. I suoi insegnamenti sono complessi, ma riconosce in sé anche il realismo: non ha altra scelta. Ciò si riflette anche nel suo discorso. Spalletti sa tenere lezioni affascinanti sul calcio, su dettagli strategici che solo gli esperti noterebbero. Ma l'allenatore ha recentemente implorato i suoi giocatori che indossare la maglia azzurra dovrebbe evocare sensazioni come vedere un amore d'infanzia. Sempre e senza eccezioni. La comunicazione vince sulla complessità, questo è il calcolo di Spalletti adesso; Anche se sa anche che le cose potrebbero andare peggio. Per Spalletti è una vera coincidenza che l'Inter, capolista del campionato italiano, giochi con uno stile simile a quello di Simone Inzaghi.

Spalletti ha sperimentato la serie Test, ma il match di 11 partite contro l'Ecuador è stato anche un'anticipazione del torneo in Germania: con il difensore centrale Alessandro Bastoni e l'esterno Federico Demarco, due mancini e i migliori giocatori d'Europa in campo ruoli; Inoltre, Matteo Darmian, versatile specialista difensivo, e il talentuoso centrocampista Nicolò Barella, che indossava la fascia da capitano e domenica ha segnato il punteggio finale di 2-0 con un tiro al volo. Questa nocciolina non deve tenere conto degli insegnamenti di Spalletti, lo stesso vale per il ds Jorginho dell'Arsenal: le posizioni fisse, come le conoscono questi giocatori dai loro club, sono solo punti di partenza da cui avviene l'ipnotico gioco tra arrocco e rotazione della palla. Devi portare l'inizio. Seguono principi chiari, sì. Ma come dare vita alla teoria è determinato dai giocatori in modo indipendente e talvolta intuitivo.

READ  Bayern Monaco: il Villarreal è arrabbiato con il tecnico Julian Nagelsmann - Parejo accusa: "mancanza di rispetto!"

Il credo di Spalletti è chiaro: la responsabilità personale crea fiducia in se stessi, soprattutto perché non può contare sui massimi livelli di qualità in tutti gli ambiti di gioco. Nella prima partita contro il Venezuela, Mateo Retegui, neo naturalizzato e titolare anche di passaporto argentino, ha segnato due gol. Due gol bellissimi per l'attaccante. Ma qualcuno che gioca la sua prima stagione in Serie A con il Genoa di media divisione potrebbe essere anche il punto focale dell'attacco italiano agli Europei? Nessuno lo sa. Forse nemmeno Jannik Sinner può aiutarci con questa domanda.