Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Max Verstappen come Michael Schumacher

12:34

Ross Brawn: Perché Verstappen gli ricorda Schumacher?

Con la sua vittoria in Messico, Max Verstappen si è avvicinato al titolo mondiale. L’olandese ha mostrato una prestazione sovrana e ha anche sbalordito il direttore sportivo della Formula 1 Ross Brawn, il cui pilota della Red Bull è stato il pilota personale della giornata.

In un certo senso, gli ricorda il suo ex fidanzato Michael Schumacher. Perché il boss della Red Bull Christian Horner ha detto dopo la gara che Max ha impiegato molto tempo per esaminare le possibili strategie all’inizio – e un ottimo inizio ha deciso di correre in anticipo.

“Mi ricorda come Michael Schumacher sia stato in pista per così tanto tempo giovedì prima del weekend di gara”, dice Brauen nel suo libro. Colonna in “format1.com”. “Ha guardato gli angoli e controllato le alternative nel caso qualcosa andasse storto”.

“Sapeva allora se era sicuro uscire da una manovra coraggiosa ed era più sicuro nel provare quella manovra”, ha detto Brown. “Max ha analizzato molto bene la prima curva in Messico e ha avuto la sicurezza di dominarla”.

13:04

Gli ultimi 20 piloti vincitori in Formula 1

Cosa hanno in comune Max Verstappen e Michael Schumacher? Hanno incorniciato la nostra serie di foto degli ultimi 20 vincitori di Formula 1 😉


GALLERIA FOTOGRAFICA: Gli ultimi 20 piloti vincitori in Formula 1


12:11

Alonso e Ocon: anteprima Brasile

I piloti alpini Fernando Alonso ed Esteban Ocon non vedono l’ora che arrivi il Brasile e anche un po’ di ritorno. Perché Ocon ricorda ancora esattamente come il suo attuale compagno di squadra ha preso il suo primo punto per Manor…


11:50

Il Consiglio etico della FIA avverte: non ci sono immagini delle elezioni!

A dicembre la FIA nominerà un successore del presidente Jean Todt. Graham Stocker e Mohamed Ben Sulayem sono in corsa per le elezioni e attualmente stanno facendo campagna elettorale. Ora un messaggio che è stato inviato a tutti i membri della FIA sta facendo scalpore. Scritto da François Belanger, Presidente del Consiglio Etico della FIA.

In questo avverte che la FIA è sotto pressione per votare per un candidato, sia all’interno della FIA che anche da terzi come i governi locali.

“Esercitare pressioni politiche o qualsiasi altra forma di pressione su un membro della FIA con l’obiettivo di influenzare il suo voto alle elezioni presidenziali sarebbe una violazione dei principi fondamentali della FIA”, ha aggiunto.

W: La lettera rileva anche che ai membri è stato chiesto di scattare una foto come prova del loro voto.

“Sarebbe una violazione ancora più grave se tale pressione includesse una richiesta che un membro della FIA fornisse prove fotografiche dei voti che ha fatto”, afferma.

“È stato riferito che questo potrebbe essere il caso della FIA, che è di grande preoccupazione per l’intera comunità della FIA”.


11:26

A proposito di avanzamento lavori

Una settimana dopo dall’Arabia Saudita, Abu Dhabi partecipa al programma. Nel frattempo, qualcosa è stato ricostruito anche lì. Puoi vedere come appare la traccia ora qui



10:40

Gasly: ​​Bei ricordi del Brasile

Con il quarto posto in Messico, Pierre Gasly è stato in grado di mettere l’AlphaTauri alla pari con le Alpi. Il francese ha mostrato una grande prestazione e questo fine settimana arriverà in un posto molto speciale per lui. Perché le cose sono andate così bene per lui l’ultima volta in Brasile.

Gasly è riuscito a salire sul primo podio in Formula 1 con il secondo posto e ha messo alla prova le sue capacità dopo essere stato retrocesso dalla Red Bull alla Toro Rosso. Di certo puoi ancora ricordare l’emozionante duello con Lewis Hamilton verso il traguardo. “È stato davvero un grande momento per me”, dice il pilota di AlphaTauri.

“Non vedo l’ora di riportare alla luce tutti questi bei ricordi e sarebbe bello tornare dopo essere salito sul podio”.


10:16

cambiare piano

La partenza in Mercedes è stata decisamente diversa domenica. Il fatto che Max Verstappen sia improvvisamente in vantaggio e che Valtteri Bottas sia quest’ultimo non faceva certo parte dei piani della squadra. Ma questo non dovrebbe rimanere a lungo nella mente del team, afferma Shovlin.

“Cerchi sempre di gestire la situazione di fronte a te e non piangi davvero per quello che non è successo nel modo in cui immagini”, dice. “Ma sai subito che sarà difficile se hai solo una macchina davanti e sai che i prossimi 5-10 giri ti daranno un’immagine molto chiara della velocità”.

Quando alla Mercedes mi sono reso conto che probabilmente Verstappen non sarebbe stato decifrabile, l’attenzione si è spostata. All’improvviso si trattava di arrivare secondo contro Sergio Perez piuttosto che cercare di “fare l’impossibile” contro Verstappen, ha detto Shovlin.

“Perché era ovvio che non avevamo una macchina per vincere”.


9:59

Mercedes: le qualificazioni ci hanno reso felici

La doppia pole della Mercedes sabato ha sorpreso molti, ma la squadra non è stata in grado di mantenere il suo ritmo di domenica e non ha avuto nulla da opporre a Max Verstappen in particolare. Andrew Shovlin, ingegnere capo delle corse, pensa che l’auto abbia un aspetto migliore rispetto a sabato.

Il sabato è stato “complimentato” dal team, dice, “perché su una pista come questa è fantastico essere avanti quanto noi”. Domenica hanno avuto qualche problema nell’afferrare l’asse posteriore in condizioni più calde.

“Non penso che abbiamo la stessa quantità di carico aerodinamico di loro quando andiamo al massimo carico aerodinamico, e questo ci costa”, ha detto Shovlin. “Alla fine, entrambi i risultati sono corretti, la qualifica era la qualifica e la gara era la gara. Ma la verità è che è molto difficile vincere le gare quando sei fuori dal nostro ritmo – tre o quattro decimi di secondo.


09:36

Alfa Romeo: la Williams può ancora essere arrestata

Con Kimi Raikkonen che chiude ottavo, l’Alfa Romeo è vicina alla Williams di quattro punti. La squadra è ancora a 12 punti di distanza dalla competizione – e quindi più di quanti ne abbiano ottenuti in tutta la stagione (11) – ma non ha ancora rinunciato alla lotta per l’ottavo posto.

Se tutte e quattro le gare rimanenti usciranno come il Messico, l’Alfa Romeo li supererà in astuzia, soprattutto dopo aver buttato via un risultato migliore lì a causa della cattiva strategia di Antonio Giovinazzi.

“Certamente è possibile”, afferma l’ingegnere capo Xevi Pujolar. “Vedremo se riusciremo a realizzarlo, ma ovviamente ci proveremo”.

W: La prossima gara è in Brasile. “In realtà abbiamo ottenuto più di quei 12 e 13 punti”, conferma Pujular e ricorda l’ultima gara a San Paolo nel 2019. In quel momento, Raikkonen e Giovinazzi hanno chiuso quarto e quinto con 22 punti. Per Giovinazzi è stato il miglior risultato della sua carriera.

“Proveremo di nuovo”, dice Bogular. “Penso che abbiamo la velocità, i piloti e la squadra e possiamo farlo”.


09:18

Max Verstappen in un cerchio splendente

La vittoria in Messico è stata la nona vittoria di Verstappen in questa stagione. E così l’olandese è salito alla cerchia illustre. Finora ci sono riusciti solo Michael Schumacher, Sebastian Vettel, Lewis Hamilton, Nico Rosberg e Nigel Mansell. Se Verstappen fosse riuscito in un’altra partita in questa stagione, avrebbe lasciato indietro Rosberg e Mansell, anche se quest’ultimo è stato naturalmente più difficile in una stagione con appena 16 gare.

In teoria Verstappen potrebbe stabilire il record anche nel 2021. Per una volta, non è detenuto da Lewis Hamilton, che non ha segnato più di 11 vittorie in questa stagione in carriera.

I leader sono i tedeschi Schumacher e Vettel. Schumacher ha ottenuto 13 vittorie nel 2004, proprio come Vettel nel 2013. Il pilota della Red Bull ha vinto anche nove volte di fila.


09:01

Chiarimento anche su Perez

Il campione del mondo deve anche chiarire le dichiarazioni presumibilmente offensive su Sergio Perez in questo contesto. Ha detto alla conferenza stampa che puoi vedere quanto veloce può andare la Red Bull in Messico quando Perez è così vicino a lui.

Molti l’hanno interpretato nel senso che Hamilton avrebbe significato che la Red Bull avrebbe dovuto fare bene se anche Perez avesse potuto metterlo sotto pressione. Ma non vuole che le cose vadano così.

“Voglio solo assicurarmi che le persone non interpretino male le mie parole di ieri”, ha scritto. Ho molto rispetto per Sergio e penso che stia facendo un ottimo lavoro nella sua nuova squadra. È migliorato molto durante la stagione e so quanto sia difficile fare progressi in una nuova squadra. Ci vuole tempo. “

“Ho appena detto che era difficile da seguire in Messico a causa della bassa resistenza dell’aria. Ecco perché vediamo solo pochi sorpassi. E il fatto che fosse ancora in grado di avvicinarsi mostra semplicemente quanta deportanza avevano. Grazie Chico per mantenendolo giusto”.



READ  conversione di cambio | Il Barcellona vuole la stella di Klopp - Sanchez in Italia? Calcio internazionale