Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L'Unione Europea senza speranza: Novavax segnala colli di bottiglia nella fornitura di vaccini

L’Unione Europea senza speranza: Novavax segnala colli di bottiglia nella fornitura di vaccini

Aspiranti UE dietro
Novavax riferisce di colli di bottiglia nella fornitura di vaccini

Cattive notizie dagli Stati Uniti sui progressi della vaccinazione globale: il vaccino J&J è minacciato di interruzione della vaccinazione a causa di una coagulazione del sangue inspiegabile. I ritardi imminenti sono un’altra speranza per gli europei afflitti da blocchi. Il gruppo statunitense Novavax è alle prese con i colli di bottiglia nelle consegne.

La società farmaceutica statunitense Novavax sta lottando con colli di bottiglia critici nella produzione di un vaccino Covid-19. Una portavoce di Novavax ha affermato che l’obiettivo di produzione complessiva di 150 milioni di dosi di vaccino al mese sarebbe stato probabilmente raggiunto solo nel terzo trimestre. Inizialmente, questo era mirato a metà anno. L’amministratore delegato di Novavax Stanley Erk aveva detto alla fine di gennaio che il gruppo potrebbe raggiungere la sua piena capacità produttiva di 150 milioni di lattine al mese a maggio o giugno.

Una portavoce dell’azienda ha sottolineato i colli di bottiglia nella consegna, ad esempio con bioreattori e filtri usa e getta, necessari a Novavax per produrre il vaccino e che ora portano a ritardi. Pertanto, secondo una fonte interna, è stato posticipato anche il contratto per la prevista consegna fino a 200 milioni di dosi di vaccino con l’Unione Europea, che dovrebbe concludersi già all’inizio dell’anno.

Il vaccino non è stato ancora approvato. Secondo i risultati positivi dello studio, il farmaco potrebbe ottenere l’approvazione nel Regno Unito questo mese e negli Stati Uniti potrebbe essere approvato a maggio. Nell’Unione Europea, Novavax intende presentare la sua domanda di approvazione nel secondo trimestre. Secondo i risultati dello studio pubblicato a metà marzo, il vaccino è efficace al 96% contro il coronavirus originale e all’86% contro la variante britannica.

Una nuova battuta d’arresto alle speranze di vaccinazione nell’Unione Europea

Il vaccino, denominato NVX-CoV2373, è un vaccino candidato a base di proteine ​​sviluppato dalla sequenza del gene Sars-CoV-2. Il materiale funziona utilizzando la tecnologia delle nanoparticelle per generare un antigene derivato dalla proteina spike per il Coronavirus. L’obiettivo è rafforzare la risposta immunitaria e stimolare alti livelli di anticorpi neutralizzanti. Il vaccino contiene antigene proteico puro e non può replicarsi e non può causare Covid-19. Secondo il produttore, viene conservato a temperatura di frigorifero ed è molto stabile in modo che i canali esistenti della catena di approvvigionamento del vaccino possano essere utilizzati per la distribuzione.

La notizia è un’altra battuta d’arresto per la campagna di vaccinazione dell’Unione europea. Le autorità statunitensi avevano precedentemente raccomandato di interrompere la vaccinazione con il vaccino Johnson & Johnson in modo che i coaguli inspiegabili fossero esaminati attentamente dopo l’uso. Questi materiali sono già stati pianificati con fermezza nei programmi di molti paesi dell’Unione europea.

READ  Le aziende vogliono risparmiare energia con Ökoprofit.