Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Luna: ossigeno per 8 miliardi di persone in superficie

  • a partire dalAres Abassi

    Chiudere

Gli esperti ritengono che la superficie della luna possa fornire ossigeno a otto miliardi di persone. Tuttavia, la procedura è complicata.

Washington, DC – Progressi in esplorazione dello spazio Si scopre che le risorse spaziali possono ora essere utilizzate in modo efficace. I ricercatori stanno ora cercando di trovare il modo migliore per produrre ossigeno sulla Luna. Quanto ossigeno potrebbe fornire la luna se gli scienziati potessero usarlo? Si scopre che si può produrre molto.

Secondo il sito di ricerca The Conversation, ogni metro cubo di regolite lunare – lo strato di roccia e polvere fine che copre la superficie della luna – contiene una media di 1,4 tonnellate di minerali, inclusi circa 630 chilogrammi di ossigeno. Solo di recente, i ricercatori hanno scoperto anche l’anidride carbonica congelata sulla Luna.

Secondo la NASA, gli esseri umani hanno bisogno di circa 800 grammi di ossigeno al giorno per sopravvivere. Con 630 kg di ossigeno, una persona può vivere per circa due anni, o poco più. Se la profondità media della regolite sulla Luna fosse di circa dieci metri e tutto l’ossigeno potesse essere estratto da essa, ciò significa che i dieci metri più alti della superficie lunare fornirebbe abbastanza ossigeno per mantenere otto miliardi di persone sulla Terra per circa 100.000 anni sulla fornitura.

La Luna può fornire ossigeno alle persone: le stesse rocce che si trovano sulla Terra

A ottobre, l’Agenzia spaziale australiana e la NASA hanno firmato un accordo nell’ambito del programma Artemis per inviare un rover di fabbricazione australiana sulla luna per raccogliere rocce lunari che potrebbero fornire ossigeno. La Luna ha un’atmosfera, ma è molto sottile e consiste principalmente di idrogeno, neon e argon. Questo non è il tipo di miscela di gas di cui i mammiferi dipendenti dall’ossigeno possono nutrirsi come gli umani.

READ  Inizia lo sblocco di livello 2: ora si applicano queste regole

Tuttavia, c’è davvero molto ossigeno sulla Luna. Non è solo in forma gassosa. Invece, è intrappolato nella sabbia. Se l’ossigeno potesse essere estratto dal suolo, sarebbe sufficiente per la vita umana. La Luna è composta in gran parte dalle stesse rocce della Terra (ma con una percentuale leggermente maggiore di materiale proveniente dai meteoriti). Minerali come silice, alluminio e ossidi di ferro e magnesio dominano il paesaggio lunare. Tutti questi minerali contengono ossigeno, ma non in una forma accessibile ai polmoni umani.

La superficie della luna potrebbe presto fornire ossigeno a tutte le persone.

© Imago / VWPics

La luna può fornire ossigeno alle persone: la superficie è composta per circa il 45 percento di ossigeno

Sulla Luna, questi minerali si presentano in una varietà di forme, tra cui roccia dura, polvere, ciottoli e pietre che ricoprono la superficie. Questa sostanza è stata creata dall’impatto di meteoriti caduti sulla superficie della luna nel corso di migliaia di anni. La regolite lunare è composta da circa il 45% di ossigeno. Tuttavia, questo ossigeno è strettamente correlato ai minerali di cui sopra. Bisogna usare molta energia per spezzare questi forti legami.

Sulla Terra, questo metodo è ampiamente utilizzato nell’industria, ad esempio b – nella produzione di alluminio. Una corrente elettrica viene fatta passare attraverso una forma liquida di ossido di alluminio (comunemente chiamato allumina) attraverso elettrodi per separare l’alluminio dall’ossigeno. In questo caso, l’ossigeno è considerato un sottoprodotto. Sulla Luna, l’ossigeno sarebbe il prodotto principale e l’alluminio (o un altro metallo) estratto sarebbe un utile sottoprodotto.

Le notizie più interessanti dall’astronomia e dallo spazio viaggiano direttamente nella tua casella di posta – con la nostra newsletter FR gratuita.

READ  Meccanismi di eredità epigenetica invertiti con l'età

La luna può fornire ossigeno alle persone: il processo è ad alta intensità energetica

Il processo è molto semplice, ma c’è un problema: è molto dispendioso in termini di energia. Per essere sostenibile, deve essere alimentato dall’energia solare o da altre fonti energetiche disponibili sulla Luna. L’alluminio viene prodotto in due fasi. Prima che l’alluminio puro possa essere rilasciato tramite elettrolisi (nel cosiddetto processo di Hall-Heroult), le raffinerie di allumina devono prima raffinare il minerale di bauxite naturale per ottenere l’allumina da cui viene successivamente estratto l’alluminio puro.

L’estrazione di ossigeno dalla regolite richiede anche un’ampia attrezzatura industriale. Innanzitutto, l’ossido di metallo solido deve essere convertito in una forma liquida, fornendo calore o combinando calore con solventi o elettroliti. Abbiamo la tecnologia sulla Terra, ma portare questo dispositivo sulla luna e generare abbastanza energia per alimentarlo sarà una sfida scoraggiante.

All’inizio dell’anno, Aerospace Application Services con sede in Belgio ha annunciato che avrebbe costruito tre reattori sperimentali per migliorare il processo di produzione di ossigeno attraverso l’elettrolisi. La società prevede di portare la tecnologia sulla Luna entro il 2025 come parte della missione ISRU (Site Resource Use) dell’Agenzia spaziale europea. Segui preferito

Elenco delle liste di valutazione: © imago / VWPics