Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’oro come beneficiario: la Federal Reserve e il prezzo dell’oro: come gli esperti valutano le prospettive del metallo prezioso | newsletter

• Le banche centrali mirano a combattere l’inflazione
• Aumento dei tassi di interesse con conseguenze sulla crescita economica
• L’oro beneficia da entrambe le parti

annuncio

Scambia petrolio, oro e tutte le materie prime con leva (fino a 30).

Fai trading di materie prime con leva elevata e spread ridotti. Puoi iniziare a fare trading con un minimo di 100,00€ per beneficiare degli effetti di un capitale di 3000€!

Plus500: Si prega di notare Suggerimenti5 per questo annuncio.

Non solo gli alti tassi di inflazione colpiscono i consumatori di tutto il mondo, ma le banche centrali sono anche preoccupate per lo sviluppo del deprezzamento della valuta e reagiscono adeguando la loro politica monetaria. A marzo, ad esempio, la Federal Reserve statunitense ha alzato il suo tasso di interesse di riferimento per la prima volta dal 2018. Il tasso di interesse di riferimento per la più grande economia del mondo è stato rivisto al rialzo di 0,25 punti percentuali e ora è compreso tra lo 0,25 e lo 0,5 per cento. Sono già stati annunciati ulteriori aumenti dei tassi e la Fed intende utilizzare il suo più grande strumento per combattere gli aumenti dei prezzi al consumo più volte durante l’anno: anche i grandi aumenti dei tassi di 50 punti base non sono più un tabù.

Ciò mette anche sotto pressione la controparte della Federal Reserve europea, la Banca centrale europea, la Banca centrale europea. Anche nell’Eurozona, i consumatori e l’economia stanno soffrendo per gli alti tassi di inflazione e anche in questo paese si fanno più forti le richieste di un aggiustamento della politica monetaria europea. Il presidente della Banca centrale austriaca Robert Holzmann, tra gli altri, si è recentemente espresso a favore della fine della politica di tasso zero della BCE e anche Joachim Nagel, capo della Bundesbank, ritiene che un cambiamento dei tassi di interesse sia imminente.

READ  Leusch da Neuss porta un ordine speciale in Cina

La politica monetaria è una passeggiata sul filo del rasoio

Ma mentre l’aumento del tasso di interesse di riferimento è un modo collaudato per combattere l’inflazione, tassi di interesse più elevati comportano rischi significativi per lo sviluppo economico. Inoltre, gli esperti hanno espresso dubbi sul fatto che l’aumento dei tassi di interesse possa combattere efficacemente l’inflazione. È vero che un aumento dei tassi di interesse rende i prestiti più costosi, il che riduce la domanda di prestiti e porta a una diminuzione dell’offerta di moneta circolante. Ma le cause dell’inflazione sono più diverse. In particolare, la scarsità di materie prime, alimentata dalla guerra in Ucraina e dai relativi prezzi elevati nel mercato delle materie prime, non ha potuto essere regolata aumentando il tasso chiave. Inoltre, le catene di approvvigionamento rimangono interrotte dalla pandemia di Corona e, anche in questo settore, non esistono procedure comprovate per le autorità di regolamentazione monetaria per risolvere il problema per combattere i conseguenti aumenti dei prezzi dovuti al persistente eccesso di domanda.

Gli investitori in oro si interrogano sulle capacità delle banche centrali

I dubbi di molti investitori sul fatto che i regolatori monetari possano controllare l’inflazione senza danneggiare l’economia diventa evidente guardando l’evoluzione del prezzo dell’oro: a marzo, il prezzo del metallo prezioso è salito a 2049,85 dollari l’oncia, seguendo gli investitori. Abbiamo dovuto mettere sul tavolo $ 1.727 per oncia d’oro lo scorso autunno. I prezzi dell’oro sono tornati dai massimi di marzo, ma continuano a mostrare un trend positivo per l’anno.

“L’oro ha messo in discussione la capacità della Fed di aumentare i tassi di interesse reali pur continuando a fare un atterraggio morbido per l’economia”, ha citato Marcus Garvey, capo della strategia dei metalli di Macquarie. “Si potrebbe sostenere che il prezzo dell’oro abbia portato al grave fallimento della Fed”, ha continuato l’esperto.

READ  Miliardi di profitti: bollettino alto nel magazzino del Berkshire: Warren Buffett guadagna miliardi da questi grandi titoli | newsletter

E il collega analista svizzero di UBS Jonny Tevis sta valutando la posizione dell’oro in modo simile. L’oro rimane interessante poiché le prospettive per l’economia globale rimangono cupe poiché la ripresa post-coronavirus ha ostacolato la guerra aggressiva della Russia in Ucraina e la guerra in corso della Cina contro il COVID-19. Inoltre, le sanzioni contro la Russia potrebbero aumentare il prezzo dell’oro, riferisce Bloomberg.

Luke Lewitt, FX strategist di Pictet Wealth Management, ha un punto di vista simile: “A lungo termine, il rallentamento della dinamica della crescita e l’aumento dell’inflazione renderanno difficile la normalizzazione della politica monetaria negli Stati Uniti, che dovrebbe favorire l’oro”, secondo l’esperto Bloomberg.

Se si segue la logica degli esperti, l’oro beneficia di due andamenti: da un lato l’inflazione elevata e dall’altro i dubbi sulla capacità della Federal Reserve di controllare l’aumento dei prezzi e di evitare gravissime conseguenze per l’economia. Gli investitori potrebbero essere in grado di ottenere un po’ di chiarezza alla prossima riunione della Fed a maggio, quando la Federal Reserve statunitense valuterà la possibilità di aumentare i tassi di interesse di 0,5 punti percentuali.

redazione finanzen.net

Altre notizie sul prezzo dell’oro

Fonti immagine: Bulent camci / Shutterstock.com, David Biagini / Shutterstock.com