Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’Italia intercetta una nave di soccorso

SYDNEY: Martedì le autorità australiane hanno emesso nuovi avvisi di alluvione e ordini di evacuazione a seguito di ripetute piogge in diverse parti del paese che hanno colpito case, strade e bestiame nelle peggiori piogge degli ultimi mezzo secolo.
Il National Weather Service ha emesso avvisi meteorologici in tutti i principali stati o regioni, tranne uno, che interessano circa 10 milioni di persone nei 25 milioni di paesi dell’Alaska.
“La situazione delle piogge e delle inondazioni sta cambiando ed è molto complessa”, ha detto ai giornalisti il ​​primo ministro Scott Morrison.
Non sono stati segnalati decessi, ma negli ultimi giorni migliaia di persone sono state soccorse dai servizi di emergenza. Le autorità hanno ordinato a circa 22.000 persone di essere pronte a lasciare le loro case, fino a circa 18.400 che sono già state sfrattate.
Le immagini condivise sui social media hanno mostrato ponti lavati, animali intrappolati e case sommerse nel New South Wales.
Un video mostrava un camion portacontainer che si scontrava con un ponte, provocando danni strutturali, e un’altra macchina che lanciava un’auto fuori strada, provocando acque alluvionali nel vicino Queensland.
Altre foto hanno catturato masse di ragni e serpenti mentre le creature cercavano di fuggire dalle acque alluvionali in rapido movimento.
Nel NSW, la pioggia forte per il quarto giorno consecutivo, combinata con un serbatoio costiero, avrebbe dovuto aumentare le inondazioni durante la notte di martedì, poiché la città principale di Sydney ha trovato una soluzione nel pomeriggio.
Si diceva che migliaia di persone fossero pronte a evacuare attraverso il fiume Hawksbury, un grande corso d’acqua a circa 60 km (37 miglia) a nord di Sydney.
Il paesaggista Dave Murray, di North Richmond a Hawksbury, è stato colpito alla testa con una telecamera montata sul suo jet ski mentre salvava 10 dei suoi vicini costringendoli a nuotare per 300 metri attraverso acque alluvionali profonde cinque metri.
“Sapevo che sapevano nuotare perché l’ho fatto prima, ma non mi rendevo conto che sapessero nuotare così bene”, ha detto Murray per telefono.
I soccorritori hanno utilizzato imbarcazioni antintrusione e alcune barche da surf, solitamente riservate al soccorso costiero, per raggiungere i locali bloccati, hanno mostrato i filmati di Reuters.
Alicia Pitt è stata salvata con la sua famiglia da una stanza per le vacanze sul fiume Hawksbury.
“Abbiamo un posto dall’altra parte del fiume. Siamo venuti per spostare il nostro furgone su un terreno più alto e dall’altra parte del fiume, siamo rimasti bloccati da frane, quindi siamo stati un paio di giorni “, Ha detto Pitt a Reuters.
Il principale approvvigionamento idrico di Sydney, la diga di Warrakamba, è stato traboccato sabato e si prevedeva che lo avrebbe fatto per una settimana. L’estate precedente, tra una siccità e un incendio boschivo, la stessa diga è caduta a metà del suo bacino, innescando gravi restrizioni idriche.

READ  Italia: Silvio Berlusconi è in ospedale per la quarta volta quest'anno

Logistics Lake
Il ministro federale per la gestione delle emergenze, David Little Proud, ha detto che le autorità stanno iniziando a coordinarsi con i supermercati per inviare generi alimentari a persone che non potevano andare in un negozio.
La catena di alimentari Coles Group Ltd prevede di consegnare gli articoli essenziali ai negozi vicino a Hawksbury martedì. Il negozio di alimentari competitivo Woolworths Group Ltd ha dichiarato di aver chiuso diversi negozi a causa di problemi di sicurezza dei dipendenti e ha avvertito dei ritardi nelle consegne poiché i camion venivano reindirizzati per evitare strade allagate.
Le forniture di carbone sono già state interrotte al porto di Newcastle, a nord di Sydney, il più grande porto di esportazione di carbone del mondo, a causa delle ferrovie allagate.
Martedì, Whitehaven Coal Ltd., il più grande minatore di carbone indipendente del paese, ha dichiarato di essere stato costretto a sospendere il carico delle navi nel porto a causa di difetti strutturali e che le restrizioni portuali legate alle condizioni meteorologiche stavano riducendo i movimenti delle navi.
La società ha affermato che l’alluvione stradale potrebbe licenziare i dipendenti e ridurre le sue vendite di carbone previste da 18,5 milioni a 19 milioni di tonnellate, rispetto ai precedenti 19 milioni a 20 milioni.