Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’improvvisa scoperta su Marte potrebbe avere implicazioni per la ricerca della vita

  1. Pagina iniziale
  2. Conoscenza

creatura:

a: Stendardo Tanya

Marte Rosso. (immagine iconica) © immagini imago / ZUMA Wire

Su Marte, un gruppo di ricerca fa una scoperta sorprendente: il pianeta sembra essere ancora attivo sotto la superficie.

Tucson – Sulla Terra, lo spostamento delle placche tettoniche provoca lo spostamento della superficie del pianeta, mentre l’interno è dinamico. Perché è dentro Marte Non c’è movimento tettonico a placche Marte è stato a lungo considerato un pianeta “morto”. Ma il NASALa sonda spaziale Insight negli ultimi anni Sono stati registrati molti terremoti Un nuovo studio mostra che c’è molto da fare sotto la superficie del Pianeta Rosso.

studiare quali nel diario astronomia naturale rilasciato I ricercatori dell’Università dell’Arizona hanno rianalizzato tutti i dati disponibili sulla regione del paradiso marziano. “Il nostro studio presenta diverse linee di prova a sostegno della presenza di un pennacchio di mantello gigante attivo su Marte nei tempi moderni”, ha dichiarato Adrien Broquet, coautore dello studio, in una dichiarazione.

I ricercatori hanno trovato un pennacchio di mantello su Marte – una spiegazione per i terremoti

I pennacchi del mantello sono grandi bolle di roccia calda e limosa che si alzano dall’interno del pianeta e si spingono attraverso il mantello nella sua crosta. Il risultato può essere terremoti, faglie ed eruzioni vulcaniche. Ad esempio, sulla Terra, la catena delle isole hawaiane si è formata quando la placca del Pacifico si è spostata lentamente lungo il pennacchio del mantello.

“Abbiamo una forte evidenza che i pennacchi del mantello siano attivi sulla Terra e su Venere, ma questo è inaspettato su un mondo piccolo e presumibilmente freddo come Marte”, ha detto il coautore Jeff Andrews-Hanna. “Marte era al massimo della sua attività da tre a quattro miliardi di anni fa, e l’opinione prevalente è che oggi il pianeta sia praticamente morto”.

READ  Questo è quanto sia davvero importante un sonno sano per la tua salute e la tua mente

Marte non è sempre stato un pianeta “morto”.

Non è sempre stato così: Marte ha i vulcani più grandi del sistema solare e la maggior parte dell’emisfero settentrionale del Pianeta Rosso è ricoperta da depositi vulcanici. “La bassa attività nella storia recente è solitamente attribuita a processi negativi su un pianeta freddo”, afferma Broquet.

Ma la regione dell’Elysium è diversa: ci sono state grandi eruzioni vulcaniche negli ultimi 200 milioni di anni. “Il lavoro precedente del nostro gruppo ha trovato prove della più recente eruzione vulcanica conosciuta su Marte nella regione dell’Elysium”, afferma Andrews-Hanna. “Ha causato una piccola eruzione di cenere vulcanica circa 53.000 anni fa, che nel tempo geologico è praticamente ieri.”

Marte non ha una tettonica a placche, ma i poli del mantello si stanno allontanando da se stessi

Poiché i ricercatori sanno che Marte non ha una tettonica a placche, il team ha studiato se l’attività osservata fosse causata dal pennacchio del mantello. I pennacchi del mantello si rivelano attraverso una specifica catena di eventi: il materiale caldo si alza e colpisce la superficie, spingendo la crosta verso l’alto e allungandola. La roccia fusa erutta quindi dal pennacchio del mantello sotto forma di basalti alluvionali, formando vaste pianure vulcaniche.

L’attività vulcanica nella regione Elysium di Marte ha origine in Cerberus Fossae, una serie di piccole crepe che si estendono per oltre 1.300 chilometri attraverso la superficie di Marte. Il team di InSight ha trovato praticamente tutto Sismometria Proviene da questa regione, ma la ragione di ciò è rimasta sconosciuta.

bollettino satellitare

Iscriviti alla newsletter dello spazio gratuitoPer ricevere le ultime notizie due volte al mese Astronomia E il Viaggio spaziale per riceverlo nella tua casella di posta.

Ora i ricercatori hanno trovato prove dell’esatta sequenza di eventi che rivelano il pennacchio del mantello: la superficie è stata sollevata, creando una delle aree più alte nelle pianure settentrionali di Marte. Ulteriori esplorazioni hanno mostrato che anche altre prove indicavano il pennacchio del mantello. Quando i ricercatori hanno applicato un modello tettonico alla regione, hanno scoperto che un enorme pennacchio di mantello largo circa 4.000 chilometri era l’unica spiegazione per la formazione dei fossili di Cerberus.

La nuova scoperta su Marte potrebbe avere implicazioni per la ricerca della vita

Questo pennacchio di mantello interessa un’area di Marte grande all’incirca come gli Stati Uniti. Gli studi futuri dovrebbero trovare un modo per spiegarlo”, afferma Broquet. Gli esperti pensavano che InSight fosse atterrato in una delle “regioni geologicamente più noiose di Marte”, continua Broquet. “Invece, il nostro studio mostra che InSight è atterrato sopra un attivo colonna delle sciarpe.”

Sfera: pianeta
cognome: Marte
Lune: 2 (Fobos e Deimos)
temperatura: Minima -153°C, media -63°C, massima +20°C

Broquet è sicuro che la nuova scoperta sia un salto di qualità. Perché potrebbe avere un impatto anche sulla ricerca della vita su Marte. Il calore del pennacchio del mantello può anche sciogliere il ghiaccio, creando acqua liquida, che a sua volta può alimentare reazioni chimiche che possono sostenere la vita in profondità nel sottosuolo. “I microbi sulla Terra prosperano in tali ambienti, e questo potrebbe essere il caso di Marte”, osserva Andrews-Hanna.

E il nuovo studio ha sollevato nuove domande anche in un altro modo: “Sapere che c’è un pennacchio gigante attivo sotto la superficie di Marte solleva importanti domande su come il pianeta si è evoluto nel tempo”, spiega Andrews-Hannah. “Siamo convinti che il futuro riservi altre sorprese”. (scheda)