Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lente gravitazionale: la supernova 2037 già osservata è di nuovo visibile

Vedremo di nuovo la supernova osservata dal telescopio spaziale Hubble nel 2016 dopo 16 anni. Un gruppo di astronomi lo ha identificato e ha trovato un esempio particolarmente intrigante di lente gravitazionale.

Come spiega ora il team, hanno rilevato la supernova sulle antiche immagini di Hubble del gigantesco ammasso di galassie MACS J0138.0-2155. Quindi la luce da lì impiega quattro miliardi di anni per raggiungerci, ma l’enorme gravità piega anche la luce dagli oggetti dietro di essa. Compresa la luce di una supernova che ha impiegato 10 miliardi di anni per raggiungerci. Siamo già arrivati ​​in tre modi e lui arriverà quarto in 16 anni, come si aspetta la squadra.

Le cosiddette lenti gravitazionali erano già previste nella teoria della relatività generale di Albert Einstein. Oggetti così massicci piegano i raggi di luce in modo che gli oggetti che emettono appaiano agli osservatori dietro la lente gravitazionale in un luogo diverso da quello in cui sono in realtà. I raggi luminosi viaggiano in percorsi diversi verso la stessa destinazione, motivo per cui arrivano in momenti diversi.

Nel caso della supernova ora osservata Il direttore della ricerca Steve Rodney confronta dalla University of South Carolina con quattro treni in partenza dalla stazione contemporaneamente. Viaggiano verso la stessa destinazione su rotte diverse, il che significa che non arrivano allo stesso tempo. A differenza dell’esplosione stellare che era stata prevista – erroneamente – per il 2022, questo è già avvenuto, le previsioni della nuova visione si basano solo sui percorsi che percorre la luce.

Come spiega ora il team, Gabi Brammer dell’Università di Copenaghen ha scoperto la supernova del 2019 sull’immagine di Hubble. Prima scopre un punto che non si vede nelle foto successive, poi altri due. Tutti e tre provengono dalla stessa supernova, ma a causa dei diversi percorsi che la luce ha preso, in momenti diversi dopo l’esplosione della stella. Sulla base di ulteriori analisi, in particolare della massa nell’ammasso di galassie, che funge da lente gravitazionale, i ricercatori sono stati poi in grado di calcolare dove dovrebbe apparire la supernova 2037 (±2 anni). Quindi, la quinta apparizione nel 2042 non sarà abbastanza luminosa da vedere.

Quando la supernova tornerà ad essere rilevabile intorno al 2037, solo i telescopi più potenti potranno vederla; È troppo debole a occhio nudo. Fino ad allora, tuttavia, non dovrebbero essere utilizzati solo i più potenti osservatori nello spazio. Osservando la quarta immagine, i ricercatori sperano di ottenere informazioni importanti, come la velocità di diffusione dell’universo. Questo è il motivo per cui la polemica è aumentata di recente. La misurazione del ritardo è un modo semplice per determinare il valore della cosiddetta costante di Hubble. È un metodo completamente indipendente. Inoltre, l’osservazione può fornire mappe più accurate della distribuzione della materia oscura. Analisi comprese le previsioni In Natura Astronomia Di ritorno.


(mese)

alla home page

READ  WhatsApp annuncia la funzione di trasferimento della cronologia chat tra Android e iOS › Macerkopf