Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La sonda della NASA deve scontrarsi con gli asteroidi – panorama

Missione DART: per proteggere la Terra dalle collisioni di asteroidi, l’agenzia spaziale statunitense NASA ha inviato una sonda nello spazio.

. Per la prima volta, l’agenzia spaziale statunitense NASA ha lanciato una sonda che mira a scontrarsi deliberatamente con un asteroide e quindi a cambiarne la rotta. L’aereo è stato lanciato mercoledì mattina, ora tedesca, utilizzando un razzo Falcon 9 in California, USA. Poco dopo l’inizio, la NASA ha twittato: “Asteroid Demorphos: ti prenderemo”. La sonda dovrebbe entrare in collisione con l’asteroide Demorphos in ottobre.

È in gioco niente meno che “la futura sicurezza della Terra”, afferma Clayton Catchel. Alla NASA, il direttore è responsabile della missione “Dart” (Double Asteroid Redirection Test), la prima volta che una sonda è stata intenzionalmente diretta su un asteroide per cambiarne la rotta.

Questo ricorda i film di Hollywood come “Armageddon”, dove star come Bruce Willis e Ben Affleck usavano manovre pericolose per distruggere un asteroide che stava precipitando dritto sulla Terra. Il film Dart “probabilmente non merita un film sugli asteroidi”, afferma l’amministratore della NASA Catchel. La missione è senza equipaggio e nemmeno Demorphos si sta precipitando verso la Terra. La NASA spera che la missione, che costerà circa 330 milioni di dollari (circa 290 milioni di euro), fornirà informazioni su come proteggere la Terra dagli asteroidi.

“The Dart trasforma la fantascienza in fatti scientifici e testimonia il potere innovativo e lungimirante della NASA a beneficio di tutti”, ha affermato Bill Nelson, Presidente della NASA. “La NASA sta studiando il nostro mondo e il nostro pianeta natale in molti modi, e stiamo anche lavorando per proteggere le nostre case – e questo test aiuterà a indagare su una potenziale linea d’azione per proteggere il nostro pianeta da un pericoloso asteroide, se deve essere intrapreso.” Scopri la corsa verso la Terra.”

READ  ▷ Kaya Yanar combina l'amore per l'Irlanda con la gioia di giocare in Assassin's Creed Valhalla® / ...

Poco dopo il suo lancio di mercoledì, la sonda si è separata da un razzo Falcon 9, il cui primo stadio è atterrato in sicurezza a bordo della “Of Course I Still Love You” nell’Oceano Pacifico, secondo la compagnia spaziale privata gestita da Elon Musk. In realtà è stato il 95esimo atterraggio riuscito dello stadio del razzo SpaceX. Poco dopo, la sonda salpa sulla sua cella solare e inizia il suo viaggio di dieci mesi verso l’asteroide Demorphos.

Struttura complessa di asteroidi

Secondo i calcoli della NASA, Demorphos, un tipo di luna dell’asteroide Didymos di circa 160 metri di diametro, attualmente non rappresenta una minaccia per la Terra e la missione è progettata in modo tale che l’asteroide utilizzi solo la sua fotocamera anche dopo l’impatto. Dalle indagini sull’aereo, ancora al sicuro. Dopo la collisione, si dice che l’orbita di 12 ore di Demorphos sia almeno 73 secondi e forse 10 minuti più corta. Didimo è abbastanza vicino alla Terra per monitorare e misurare tutto questo utilizzando strumenti scientifici dal nostro pianeta e dallo spazio. HERA, una missione dell’ESA, dovrebbe iniziare nel 2024 per indagare più da vicino gli impatti.

Da molti anni la NASA, in collaborazione anche con l’Agenzia Spaziale Europea, studia come proteggere la Terra dall’avvicinamento degli asteroidi. Ad esempio, gli scienziati considerano una collisione di asteroidi circa 70 milioni di anni fa come la teoria principale per la causa dell’estinzione dei dinosauri. “Gli asteroidi sono complessi”, ha detto Nancy Chabot, un’astronoma coinvolta nella missione dei dardi. “Sembrano diversi, hanno grandi massi, massi, macchie scivolose, forme strane – tutte queste cose. Per fare questo vero test su un vero asteroide, abbiamo bisogno di ‘lanciare frecce'”, dice Chabot. Necessario un giorno, è necessario molto tempo.” Se un asteroide stesse minacciando la Terra, vorreste utilizzare questa tecnologia molti anni fa, decenni fa. Puoi spingere un po’ quell’asteroide che farebbe un grande cambiamento nella sua posizione futura, e poi l’asteroide e la Terra non sarebbero più in rotta di collisione”.

READ  Tempesta solare che colpisce la nostra Terra - La NASA lancia immediatamente il livello di allarme più alto

Al momento, gli scienziati non sanno quale asteroide potrebbe correre direttamente verso la Terra nel prossimo futuro, ma i ricercatori hanno identificato circa 27.000 asteroidi vicino al nostro pianeta, circa 10.000 dei quali hanno un diametro superiore a 140 metri.