Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La società israeliana NSO è stata inserita nella lista nera dal suo nuovo capo

La società israeliana NSO è stata inserita nella lista nera dal suo nuovo capo

SIl presidente uscente del gruppo israeliano NSO ha salutato il suo successore, Aaron Shohat, come “la scelta giusta al momento giusto”. Darà un contributo “molto significativo” all’ulteriore sviluppo della società di software. Nella dichiarazione rilasciata a fine agosto, Shalev Hulio, che si è dimesso dalla carica di amministratore delegato ma rimane legato a NSO, ha parlato di un’imminente “riorganizzazione” dell’azienda per “prepararsi alla prossima fase di crescita”.

Christian Mayer

Corrispondente politico per il Medio Oriente e l’Africa nordorientale.

In effetti, si dice che Yaron Shohat sia a capo del processo di ristrutturazione. Questa è una grande sfida per l’ex direttore operativo, che è in azienda dal 2018. Perché il Gruppo NSO, fondato nel 2010, è stato un enorme successo, ma allo stesso tempo è scivolato profondamente nella crisi l’ultima volta anno. Questo grazie al prodotto più famoso e famigerato dell’azienda: lo spyware Pegasus.

Lo spyware più famoso al mondo

È considerato il software più potente sul mercato. A differenza di molti altri spyware, è possibile iniettare Pegasus in uno smartphone iOS o Android senza che l’utente debba fare clic su un collegamento in un messaggio. Pegasus è stato scoperto per la prima volta nel 2016. Nel corso degli anni, NSO ha aggiunto sempre più funzionalità al programma. Il telefono infetto può essere completamente spiato, comprese le password salvate, le conversazioni possono essere registrate, microfono e fotocamera attivati.

NSO ha sempre insistito sul fatto che Pegasus fosse venduto esclusivamente allo scopo di combattere il crimine. Anche il nuovo presidente fa riferimento a questo. In una dichiarazione rilasciata da NSO, Shahat ha affermato che i prodotti dell’azienda rimangono molto richiesti dai governi e dalle forze dell’ordine “grazie alla sua tecnologia all’avanguardia e alla comprovata capacità di assistere questi clienti nella lotta contro la criminalità e il terrorismo”.

READ  Il regista Fatih Akin lavorerà con la società americana WarnerMedia