Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La NASA conclude la missione su Marte ZDNet.de

Dopo aver mappato l’interno di Marte, la missione InSight della NASA si conclude quest’anno. Il lander InSight sta per esaurirsi dopo 3,5 anni su Marte, ma ha fornito dati senza precedenti sull’interno del Pianeta Rosso.

Come annunciato martedì dalla NASA, il NASA Mars Lander InSighCompleta la sua missione scientifica quest’estate ed è completamente fuori servizio entro la fine dell’anno, avendo perso la sua fonte di alimentazione. Mentre la missione si avvicina alla fine, l’eredità del modulo lunare sta appena iniziando a prendere forma mentre gli scienziati esaminano i dati senza precedenti raccolti da InSight sulla profondità interna, sul tempo e sul campo magnetico di Marte.

“Prima di Insight, l’interno di Marte era un grande punto interrogativo”, ha detto ai giornalisti Bruce Banerdt, investigatore principale di InSight presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. “Avevamo solo un quadro molto vago di ciò che sta accadendo all’interno di Marte. Ora possiamo effettivamente dipingere un quadro quantitativamente accurato”.

E sebbene InSight verrà gradualmente eliminato quest’anno poiché perde terreno, raccoglie comunque dati preziosi. Il 4 maggio, InSight ha rilevato un terremoto di magnitudo 5, il più potente mai registrato, con una magnitudo di 10.

Grazie ai dati raccolti da InSight, gli scienziati possono stimare lo spessore della crosta marziana entro 10 chilometri e le dimensioni del nucleo marziano entro 50 chilometri.

Queste informazioni “ora ci consentono di convalidare i nostri modelli di formazione dei pianeti e studiare come i pianeti si sono evoluti da una nuvola di polvere in orbita attorno al sole”, afferma Banerdt.

Con i nuovi dati, afferma Bannerdt, “siamo già stati in grado di escludere due terzi dei modelli di formazione dei pianeti esistenti semplicemente osservando le dimensioni e la densità del nucleo e lo spessore della crosta”.

READ  Niente Telefono 1: Tutto su caratteristiche, versione e prezzo

Dall’atterraggio su Marte nel novembre 2018, InSight, acronimo di Inland Exploration Using Seismic Investigations, Geodesy and Thermal Transport, ha utilizzato un sismometro per misurare le onde che si muovono all’interno del pianeta. InSight ha anche portato su Marte una sonda progettata per misurare la temperatura e il flusso di calore all’interno del pianeta. Tuttavia, lo strumento, soprannominato Mole, ha incontrato un inaspettato strato di crosta nel suolo marziano, che gli ha impedito di penetrare abbastanza per effettuare le misurazioni pianificate.

I problemi con la talpa, ha detto Bannerdt, “è stata probabilmente la più grande delusione della missione”. Tuttavia, secondo Bannerdt, tutti i principali obiettivi fissati dal suo team per InSight sono stati raggiunti. In effetti, gli obiettivi scientifici primari della missione sono già stati raggiunti nel suo primo anno su Marte (quasi due anni sulla Terra) e il lander è ora in missione estesa.

I dati raccolti negli ultimi tre anni e mezzo, così come i dati che InSight continua a raccogliere, sono tutti archiviati e disponibili per l’intera comunità scientifica. Secondo Banerdt, dovrebbe essere “prezioso per i decenni a venire”.

Mentre InSight sta ancora raccogliendo dati, la sonda è diventata molto polverosa. È così sporco che i suoi due pannelli solari, larghi circa un metro, producono molta meno elettricità di quanto non producessero in origine. All’inizio della missione, le celle solari di InSight producevano circa 5.000 wattora per Sol, o Sol, sufficienti per alimentare un forno elettrico per 1 ora e 40 minuti. Ora producono circa 500 wattora al giorno marziano, sufficienti per alimentare la stessa stufa elettrica per soli 10 minuti.

Inoltre, i cambiamenti stagionali su Marte renderanno difficile la produzione di elettricità da parte dei pannelli solari. Ci sarà più polvere nell’aria nei prossimi mesi, riducendo la radiazione solare.

READ  Questi migliori giochi ora sono davvero economici

Pertanto, la NASA farà funzionare il sismometro ininterrottamente questa primavera fino alla sua chiusura alla fine dell’estate. Nel frattempo, il braccio robotico di InSight sarà presto posizionato in una posizione di riposo, soprannominata “riposo”, che gli consentirà di scattare foto. Quando funziona a bassissima potenza, InSight può comunque scattare alcune foto fino a quando non si spegne completamente alla fine dell’anno.