Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La musica interpreta il ruolo del primo violino

La sua carriera teatrale come musicista è iniziata quasi 50 anni fa con “Philip” in prestito ieri. Ora Alphonse ha restituito il suo ruolo di carta musicale a “Music in the Park” di Grossen-Buseck.

Alphonse è un musicista originale. A fine anno festeggerà sul palco il suo cinquantesimo compleanno. Tuttavia, “Music in the Park” non può essere definito un palcoscenico: in questa fila nei giardini del palazzo a Großen-Buseck, il salotto costituisce il podio. In questo modo, gli artisti non guardano solo gli ospiti, ma anche il giardino con i suoi bellissimi alberi. L’atmosfera è chiaramente un ruolo apprezzato.

Dopo che il musicista di Wettenberg ha “saltato” il coro di oltre 40 gradi nel luglio 2019, giovedì dopo il 2020 ha cantato per la terza volta nel giardino del castello. Ancora una volta ha avuto molti fan e il sole al suo fianco. Il miglior intrattenimento è garantito.

Quando Dor aveva nove anni, prese lezioni di organo Hammond e in seguito imparò a suonare la chitarra. Ancor prima della sua cresima, suonava l’organo gratuitamente alla funzione religiosa della Cappella di Stephanus a Giessen.

L’ormai 62enne ha debuttato nella danza natalizia il 25 dicembre 1971 al Philip’s Glass Dance Floor di Legistern. Il trio dell’epoca con un cantante, sassofonista e batterista italiano doveva essere seguito da diverse altre band il cui ruolo di tastiere doveva essere seguito. Per cinque decenni si è esibito in tutta Europa. I punti salienti includono il lussuoso Palazzo Kempinski a Dresda, la Silmo Optical Gallery a Parigi e una performance degli ospiti nel Giardino di Vila Vita in Portogallo. “Quando ho guadagnato i miei primi soldi con la mia musica, mi sono sentito una piccola star”, ricorda dalla città natale di Jessen. “Disegnare 100 marchi D, quando avevo dodici anni per me erano un sacco di soldi.”

READ  Monica Bellucci con la figlia sulla copertina di "Vogue": "Bella come mia madre"

“Ho sempre voluto essere un musicista professionista. I miei genitori avevano dei dubbi e parlavano di arte senza lavoro. Hanno insistito che imparassi una professione decente. Ecco perché mi sono formato per diventare un assistente fiscale”, afferma Dor. Dopo aver cambiato la proprietà dell’ufficio delle imposte, è andato all’Agenzia federale per il lavoro a Francoforte.

C’è stato lavoro di servizio sul campo nel business illegale per 32 anni. Nel 2014 ha realizzato il suo sogno di diventare freelance a tempo pieno come musicista professionista. Da allora, la musica ha svolto il ruolo di primo violino. Come si è comportato come lavoratore autonomo durante la pandemia? “Ho stretto la cintura”, dice. Ride, si guarda e aggiunge: “Purtroppo è comunque ingrassato!”

Usa il tempo libero per registrare musica a casa ed espandere il suo repertorio. Date le possibilità tecniche, la musica non è il problema oggi, la voce e la moderazione che sono amichevoli e divertenti sono importanti. “Non potrò mai essere l’originale, motivo per cui devo costantemente perfezionare il mio stile in modo da poter intrattenere il pubblico più e più volte”, spiega il musicista. Ricorda ancora bene: in occasione di un evento il 13 marzo 2020 a Scheffenburg, alcuni medici hanno affermato brevemente riguardo a Corona: “Qui non sta succedendo nulla”. Ma nei giorni successivi, rifiuto dopo rifiuto agli appuntamenti già fissati a casa sua svanì.

Organizzatori e agenti al momento sono ottimisti, almeno per quanto riguarda gli spettacoli all’aperto, mentre tutto al chiuso è confermato con riserva. È dubbio che l’anniversario possa essere celebrato a dicembre. Ruolo: “Forse solo in un piccolo cerchio sotto l’albero di Natale a casa”.

READ  “Istanbul Killing Commission: The Decision in Athens” (ARD) - Addio a Errol Sander