Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La giovane madre si cura “naturalmente”

  • Sconfiggere l’infezione da HIV: Un paziente argentino guarisce in modo “normale”
  • Solo due casi di infezione da HIV nel mondo: i medici traggono conoscenza per loro Più ricerca
  • Prognosi per i trentenni: anche il recupero Senza trapianto di cellule staminali possibile

Pochi giorni fa, un team internazionale di scienziati ha scritto sulla rivista “Annali di medicina interna“Ha pubblicato un articolo che potrebbe significare un grande passo avanti nella lotta contro l’HIV. Nel loro studio, i ricercatori riferiscono di un argentino di 30 anni il cui corpo ha combattuto completamente il virus in modo naturale.

La donna argentina guarisce “naturalmente” dall’Hiv

Alla donna della città argentina di Esperanza è stato diagnosticato per la prima volta l’HIV nel marzo 2013. Non ha iniziato la terapia antiretrovirale fino al 2019. Quando è rimasta incinta, ha dovuto sottoporsi a sei mesi di cure. Dopo aver dato alla luce un bambino sano e HIV negativo nel marzo 2020, sono stata in grado di interrompere il trattamento. Ha accompagnato il team di ricerca internazionale argentino nelle indagini sul virus dal 2017, come il sito web “statistica” menzionato.

L’attuale ricerca sull’HIV indica che se il virus non viene curato, porta a gravi malattie. Tuttavia, negli ultimi decenni sono stati esplorati molti trattamenti benefici. Ciò significa che molte persone possono convivere con il virus per lungo tempo e spesso spensierate. La terapia antiretrovirale viene spesso utilizzata per questo scopo, che impedisce al virus di moltiplicarsi. Il virus può essere controllato con questo trattamento, ma i pazienti non si riprendono completamente.

READ  Pochissime persone rompono questa equazione matematica, giusto?

Solo due volte nella storia i medici sono riusciti a “curare” l’HIV. Il cosiddetto “paziente di Berlino” nel 2009 e il “paziente di Londra” nel 2019 sono stati trattati con trapianto di midollo osseo. Sebbene questi casi abbiano dimostrato che il trattamento è possibile, questi tipi di impianti sono molto costosi e pericolosi. Inoltre, è difficile trovare donatori con una rara mutazione genetica che rende le cellule resistenti al virus HI.

Elite Monitor come arma segreta contro l’HIV

Oltre all’argentino, c’è un solo caso noto in cui un paziente è stato in grado di combattere l’HIV in modo naturale e senza trattamento. La 67enne Lauren Wallenberg degli Stati Uniti ha tenuto sotto controllo il virus per tre decenni senza usare farmaci antiretrovirali. Nel 2020, i ricercatori non hanno trovato un singolo virus sano in più di 1,5 miliardi di cellule.

Ora su Amazon: il test HIV raccomandato dall’Agenzia tedesca per l’AIDS

Anche nell’argentino di 30 anni, non sono stati rilevati genomi sani dell’HIV in un totale di 1,188 miliardi di cellule del sangue e 503 milioni di cellule di tessuto sequenziate. Entrambi i pazienti sono indicati anche come “l’élite dominante” nei circoli medici. Questo è il nome di un piccolo sottogruppo di pazienti HIV il cui sistema immunitario è troppo forte per sopprimere naturalmente il virus. L'”élite dominante” non è vista solo come persone il cui HIV non può più essere rilevato. Persone infette che hanno una carica virale molto bassa, sebbene non sia stato effettuato alcun trattamento, questa categoria si applica anche a loro.

Anche se nella donna argentina non vengono rilevati virus HI intatti, non è possibile determinare se il virus HIV sia completamente scomparso dal suo corpo, spiega il portavoce degli aiuti tedeschi Holger Wiech Im. Intervista RTL. Attualmente non esiste una procedura di test che possa essere utilizzata per determinare se non c’è affatto l’HIV nel corpo. Tuttavia, più a lungo i test non sono in grado di rilevare un virus in grado di replicarsi, più è probabile che l’infezione venga curata.

READ  Ecco come abbiamo cambiato Corona

I trattamenti futuri possono rendere più facile la vita di milioni di persone

Una volta che i ricercatori hanno compreso i meccanismi immunitari che rendono speciali i corpi dei “controllori d’élite”, possono usarli per sviluppare farmaci, terapie geniche o altri trattamenti una tantum. Ciò salverebbe milioni di persone dall’assunzione di farmaci antivirali per tutta la vita. L’argentina, che si ritiene guarita, aspetta il suo secondo figlio l’anno prossimo.

In linea con questo temaLa diffusione dell’HIV è una delle epidemie più mortali degli ultimi tempi, uccidendo quasi 36 milioni di persone: puoi vedere quali epidemie hanno portato a più morti negli ultimi due secoli.

*Nota: nella redazione siamo sempre alla ricerca di grandi affari e prodotti utili per i nostri lettori, per cose che ci ispirano e affari difficili da ignorare. I link forniti in questo articolo e contrassegnati con un’icona del carrello o un asterisco sono chiamati link di affiliazione/link sponsorizzati. Se clicchi su uno di questi link ed effettui un acquisto da essi, riceviamo una commissione dal commerciante. Questo non cambia il prezzo per te. I nostri rapporti editoriali sono principalmente indipendenti dalla presenza o dall’importo della commissione.