Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

‘La cucina è impossibile’: Tim Malzer serve un piatto immangiabile – ‘Meglio non mangiare’

Aggiornato il 23 febbraio 2022 alle 8:51

  • “Non puoi davvero mangiarlo”: lo chef originale avverte la giuria dell’innovazione “Kitchen Impossible” di Tim Mälzer.
  • Il suo avversario ha identificato Sven e Asmar come il punto debole di Malzer.
  • Ai tedeschi del nord non piace molto il “cibo per conigli”.

Puoi trovare altre notizie TV e streaming qui

Se c’è una cosa che Tim Malzer odia, è la cucina moderna e amante della natura dei giovani chef alla ricerca di verdure commestibili nei boschi e nella prateria. Quando Sven Wasser gli ha assegnato esattamente questo compito in “Kitchen Impossible”, ha quasi regalato alla giuria un’esperienza spiacevole.

Lo chef svizzero a due stelle Asmar è “un bel giovane che ha anche molto successo”. Questo è esattamente il motivo per cui Mälzer ha voluto dargli una lezione di realismo a Monaco. Predice: “Farai del male al servile”. Perché Wassmer cucina nell’angolo cottura del cortile della vivace Graciela italiana. Quando lo chef tenace apre la scatola nera, rimane sbalordito: “Mi prendi in giro? Lasagne?”

A prima vista, una piccola sfida fin dal primo morso: “Questa è la lasagna perfetta”. Pane dolce, cervello e budella di vitello, fegato e cuore di pollo conferiscono al “Finchisgrasse” il suo gusto unico. Ma Asmar riconosce solo il fegato nell’analisi e crede che il resto sia carne.

‘Kitchen Impossible’: chef stellato svizzera ‘non solo una mamma italiana’

Capisce il messaggio di Malzer: “Chiudi la testa”. Più facile a dirsi che a farsi, perché il perfezionista deve rinunciare alla bilancia da cucina. Il risultato: troppo poco formaggio, troppo olio e un impasto che non si modella. “Proprio come un apprendista,” mormora e si rattrista riguardo ai suoi errori e corre per la cucina. “Faccio solo il brodo.”

READ  Il rapper Kanye West - il nuovo è l'ex Dominatrix - gente

Poi improvvisamente la gioia di cucinare arriva con una sensazione interiore. Dispensa anche le erbe a mano: “Non mi sono mancate le pinzette”. Le lasagne meritano 6,9 punti di giuria anche senza il coraggio: “Non è solo una mamma italiana”.

Lo chef a due stelle Sven Wasmar fatica a fare la pasta per le lasagne.

© RTL / Endemol Shine

Luos Malzer II: Aspic. Infastidito, Sven Waasmar saluta la gelatina perché odia la gelatina: “Non mi piace mangiarla”. Quando scopre che deve cuocere anche il pane per un panino al burro, perde ogni desiderio. Ma peggiora. Nella macelleria dello chef Marcus Der, dovrebbe aiutarsi da solo ad aiutare l’intero maiale: “Devo cuocere il pane e farlo cuocere per due giorni, e ora devo togliere io stesso la maschera al maiale?” Una volta completati gli ingredienti, la preparazione procede senza intoppi. I giudici hanno elogiato “The Bread is Awesome”, assegnando una media di 7,1 punti. Solo un po’ di gelatina preparata.

Quando si tratta di “carne” vegana, Tim Malzer si indebolisce

Wassmer ha vendicato i Maltster con i Verdi. Nel primo ristorante vegano stellato Michelin, il Mälzer di Zurigo ricrea la tartare di carote, il panino barbecue e i funghi di Zainab “Zizzi” Hattab. Sa di carne ma sono verdure. Mälzer è entusiasta: “Incredibilmente delizioso. Chi si aspetta la carne non rimarrà deluso”. Poi diventa mansueto: “Non credo di essere stato lontano dai punti pieni come lo sono oggi”.

Pensa che la sua idea di affumicare le verdure sia “cool” e “geniale”. Solo il trita quinoa l’ha battuto: “Non ho idea di cosa sia”. Poi la delusione: il sapore delle carote è molto affumicato e non come l’originale arrosto di funghi. “Ha un sapore di merda”, quindi Mälzer lo ha condito con Ketjap Manis. “Penso di aver rovinato tutto lì.” Il coriandolo dovrebbe preservare il sapore. Ma la giuria ha scelto la pasta verde del pane: “Qui non c’è posto per il coriandolo”. Tuttavia, soddisfa una media di 6,6 punti.

Leggi anche: Perché (non) ti piace il coriandolo?

Mälzer condisce con Maggi e l’ortica: lo chef suona l’allarme

La sua odiosa cucina di erbe lo aspetta a Lech am Arlberg. Mälzer si lamenta dell’altezza delle erbacce: “Abeti, erbacce, portainnesti, cespi di muschio, cera di erbe infestanti”. Preferisce non aprire la scatola: “Se questo avesse a che fare con il cibo per conigli qui, andrei fuori di testa!”

Quando vede il pesce fritto con le erbe, diventa aggressivo: “L’odio si è accumulato. Mi piacerebbe batterli tutti, Wassmer e tutti questi ragazzini”.

Al posto delle erbe aromatiche, Maggi viene usato ostinatamente per condire. Jacob Zeller ed Ethel Hohn, che hanno creato il piatto originale, ne ammirano gli ingredienti. Soprattutto, la guarnizione del pesce mette in allerta Zeller: “Le foglie di ortica erano troppo grandi e appena lavate. Non si possono davvero mangiare”. Mentre serve, avverte la giuria: “Bisogna stare un po’ attenti. Alcuni hanno le ortiche fresche. Meglio non mangiarle”. La giuria lo prende con umorismo e assegna 6,0 punti.

Tim Malzer si congratula con Sven Wasmer per la sua apparente vittoria: “Rispetto, scavatore! Da quando sono lì, ‘chef’ non è più un’imprecazione nel mio mondo”. (il capitolo)
© 1 & 1 Posta e media / teleschau

Sono i migliori in TV quando si tratta di delizie culinarie. Ma cosa fanno i cuochi televisivi nella padella nella vita reale? Il video mostra informazioni privilegiate sui ristoranti di chef TV. © ProSiebenSat.1