Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Cina risponde alla visita di Pelosi a Taiwan con esercitazioni militari

all’estero Allenamento mirato in tutta Taiwan

La Cina risponde alla visita di Pelosi a Taiwan con esercitazioni militari

“Il pericolo per Taiwan è grande perché l’Occidente è ormai legato all’Ucraina”

Era un “generalmente un buon segno” che Nancy Pelosi si fosse recata a Taiwan, secondo Rodrich Kesswetter, membro della commissione per gli affari esteri. Ma avverte: “Dobbiamo stare attenti a non esagerare”.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

La leader statunitense Nancy Pelosi ha incontrato mercoledì a Taiwan il presidente Tsai Ing-wen. La Cina ha risposto con feroci manovre militari intorno alla nazione insulare. La manovra di 21 aerei da guerra è stata più grande delle manovre durante la crisi missilistica del 1995.

DottLa presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha promesso il sostegno degli Stati Uniti a Taiwan di fronte alla minaccia cinese. In una conferenza stampa congiunta con il presidente Tsai Ing-wen a Taipei mercoledì, il presidente degli Stati Uniti ha affermato che gli Stati Uniti “rimarranno sempre dalla parte di Taiwan”. La visita della delegazione del Congresso a Taiwan mostra che “non abbandoneremo i nostri impegni con Taiwan”.

In un riferimento indiretto alla leadership comunista nelle minacce di Pechino contro Taiwan, Pelosi ha affermato: “La solidarietà americana è più importante che mai”. Questo è stato il messaggio della sua visita della delegazione del Congresso. Il sostegno degli Stati Uniti a Taiwan è bipartisan. “Il mondo oggi si trova di fronte a una scelta tra democrazia e autoritarismo”, ha detto Pelosi, elogiando Taiwan come “una delle società più libere del mondo”.

Leggi anche

Poco dopo lo sbarco di Pelosi, l’esercito cinese iniziò esercitazioni in sei distretti navali che circondano Taiwan. Questo è iniziato martedì sera e dovrebbe durare quattro giorni. L’aviazione cinese è volata a Taiwan con 21 aerei da guerra, compresi i caccia.

Le esercitazioni sono la più grande dimostrazione di forza militare dalla crisi missilistica del 1995, quando la Cina ha lanciato missili su Taiwan per intimidire e gli Stati Uniti hanno schierato due gruppi di portaerei. Le aree offshore delle esercitazioni vanno oltre le aree proibite all’epoca, raggiungono un’area vicina a Taiwan e talvolta sembrano invadere il suo territorio sovrano.

Secondo CNA, l’esercito taiwanese ha parlato anche di una “grave violazione” della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare e di una violazione della sovranità del Paese e ha temuto un blocco marittimo e aereo.

Il presidente della Camera degli Stati Uniti Pelosi visita Taiwan

Nancy Pelosi (a sinistra) con Tsai Ing-wen

Fonte: Getty Images/Dispensa

Il presidente di Taiwan ha affermato che l’invasione russa dell’Ucraina ha attirato l’attenzione internazionale sul conflitto con la Cina per Taiwan. La situazione nello Stretto di Taiwan ha implicazioni per la sicurezza nella regione Asia-Pacifico. “Taiwan non si tirerà indietro”, ha detto Tsai, riferendosi alla minaccia dalla Cina. Faremo tutto il necessario per migliorare le nostre capacità di autodifesa”.

Pelosi è arrivato a Taiwan martedì. Il soggiorno del relatore della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti è la più alta visita degli Stati Uniti nella Repubblica Democratica dell’isola in un quarto di secolo. Pechino considera Taiwan parte della Repubblica popolare cinese e rifiuta con forza le comunicazioni ufficiali di altri paesi a Taipei.

Rotgen ha cancellato i tempi di volo

Norbert Röttgen, esperto di politica estera dell’Unione Cristiano Democratica, ritiene che il tempismo della visita a Taiwan dell’eminente politica statunitense Nancy Pelosi fosse sbagliato. Al momento c’è una tensione internazionale più che sufficiente a causa della guerra aggressiva della Russia. In questo caso, la visita di Pelosi ha un significato puramente simbolico, che a sua volta la Cina si sente inevitabilmente provocata”. Tuttavia, Röttgen ha definito del tutto inaccettabili i “gesti minacciosi della Cina alla luce della visita di Nancy Pelosi”.

Il presidente della commissione per gli affari esteri Michael Roth (SPD) ha elogiato la visita di Pelosi. Questa visita non è né aggressiva né provocatoria. Altrimenti nemmeno il governo di Taipei avrebbe invitato, perché i taiwanesi sanno benissimo cosa mette a rischio i loro interessi e la loro sicurezza. “Siamo lieti che Nancy Pelosi non sia stata colpita dai tentativi di intimidazione di Pechino”, ha affermato Ulrich Licht, portavoce per la politica estera del gruppo parlamentare del Partito Democratico.

Leggi anche

Arrivo di notte: Nancy Pelosi (quarta da destra) viene accolta all'aeroporto di Taipei dopo un volo di cinque ore da Kuala Lumpur

Anche il portavoce della politica estera della fazione dell’Unione, Jürgen Hardt, ha elogiato il viaggio. Non possiamo evitare conflitti con la Cina su questioni importanti. Taiwan è uno di quei problemi. “Non ho nulla da criticare su questo viaggio”, ha detto al gruppo mediatico.

D’altra parte, il politico di sinistra Gregor Geese critica il viaggio. “Nell’interesse del popolo di Taiwan, ogni provocazione dai paesi occidentali dovrebbe essere evitata”, ha detto al Watson News Portal. La Cina lascerà Taiwan in pace fintanto che non vedrà alcuna minaccia alla politica dell’unica Cina.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE il Podcast di AppleE il musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  Corona Actuel: il Lussemburgo vuole aumentare la pressione sulle persone che non sono immuni