Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

“Jenke. Esperimento psicologico” suscita polemiche

La sua controversa programmazione è spesso famigerata. Jenke von Willemsdorff ha affrontato lunedì il tema della depressione. Ha raggiunto un pubblico di milioni di persone – e non tutti ne erano fan.

Processi di confine, processi di confine e tentativi che spesso hanno un effetto inquietante: questo è il concetto alla base dei programmi TV di Jenke von Wilmsdorff. “È l’esperienza più speciale che abbia mai avuto”, ha spiegato in precedenza il 56enne al suo ultimo rilascio. Perché per “Jenke. Psychological Experiment”, il giornalista è andato in isolamento sociale. Voleva scoprire quando la sua salute mentale era peggiorata e quando la solitudine si sarebbe trasformata in solitudine.

In cambio ha permesso alla redazione di fornirgli cibo spazzatura, alcolici e cattive notizie in isolamento sociale. Tipico Wilmsdorf: spietato, spietato e alquanto frustrante.

‘L’ironia dei depressi’

Dopotutto, lunedì sera è stato visto da 1,25 milioni di persone su ProSieben. I numeri scarsi si dimostrano efficaci, perché il servizio di due ore è stato più popolare, soprattutto tra il pubblico giovane, di qualsiasi altro programma televisivo allo stesso tempo. Il 12,4% della quota di mercato ha assegnato all’emittente privata il primo posto nella piattaforma del programma.

READ  Tape Art: ma non è un affare per iniziare un nastro da "Black Den"