Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Italia: questo scheletro rivela come è scoppiato il Vesuvio? I ricercatori trovano resti di vittime

I resti fossili della vittima potrebbero aiutare a risolvere un mistero storico…

Nell’antica città di Ercolano vicino a Pompei, il ritrovamento dello scheletro promette nuove intuizioni sull’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Lo ha detto il direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Serrano, sui resti di un uomo di età compresa tra i 40 ei 45 anni. Venerdì l’agenzia di stampa italiana ANSA. “Avrebbe potuto essere un salvagente.”

Il corpo pietrificato è stato ritrovato in un punto della costa di Ercolano prima che le colate laviche lo spingessero indietro di 500 metri. Cyrano sospettava che l’uomo potesse aver guardato la morte in faccia mentre la lava stava rotolando verso di lui.

Al momento dello scoppio, una flotta guidata dal generale e scrittore Plinio il Vecchio venne in aiuto degli abitanti di Ercolano. Plinio il Vecchio morì sulla costa, ma i suoi ufficiali riuscirono a portare in salvo centinaia di sopravvissuti.

L’esperto ha detto che il morto potrebbe essere “uno di quelli che sono fuggiti”. L’uomo potrebbe aver tentato di raggiungere una delle scialuppe di salvataggio. “Forse è stato il più feroce di un gruppo che è riuscito a raggiungere il mare.” Lo scheletro è stato trovato sotto i resti carbonizzati di legno. Un raggio di una casa caduta avrebbe potuto frantumare il cranio dell’uomo.

Gli archeologi hanno anche trovato tracce di tessuti e oggetti metallici. Potrebbero essere i resti di effetti personali di un uomo, come una borsa, strumenti o persino armi e monete.

Antiche città come Pompei, Ercolano, Stabia e Oplontes in Italia furono sepolte nel 79 d.C. a causa dell’eruzione del Vesuvio. Il vulcano rimase attivo per diversi secoli dopo. È in una fase dormiente dall’ultima eruzione del 1944.

READ  Jill Biden abbellisce la copertina del nuovo magazine Vogue