Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

ITA: Al via la nuova compagnia aerea italiana ITA – Economia

Il primo volo AZ è previsto per il 15 ottobre 2008. Un Airbus 319 La partenza è prevista dall’aeroporto di Fiamicino a Roma alle 6.30 e l’aereo per l’aeroporto Lynette City di Milano. Il numero del volo proviene da Old Alitalia. La compagnia aerea in bancarotta gestisce anche la vendita dei biglietti. L’aereo sarà operato da ITA, che tra due settimane risorgerà come una fenice dalle ceneri di Alitalia. Tuttavia, il tumulto sta ostacolando le disposizioni per un riavvio.

Il boss di ITA Alfredo Altavilla deve rimuovere molti ostacoli nella fase finale. La start-up ha iniziato ad assumere personale solo dieci giorni fa. La compagnia aerea sta ora stipulando contratti direttamente con i singoli candidati in quanto non è stato raggiunto alcun accordo con i sindacati sui contratti di lavoro. Inizialmente ci vorranno 2800 dipendenti e ridurranno i loro stipendi del 30%. D’altra parte, i sindacati stanno prendendo d’assalto. Il clima a Roma si sta riscaldando a causa delle preoccupazioni di oltre 1025 dipendenti Alitalia, che chiedono l’estensione della loro retribuzione a breve termine fino al 2025. Una settimana fa gli scioperanti hanno bloccato per tre ore la strada per l’aeroporto romano. Le lotte si verificano quasi ogni giorno nella capitale.

Anche il passaggio da Alitalia a ITA è accidentato. Il governo doveva intervenire venerdì per approvare i corsi di formazione per gli assistenti di volo per essere dirigenti di Alitalia. Se i piloti e gli assistenti di volo non completano i corsi consigliati, il controllo di volo non riconoscerà il loro trasferimento all’ITA. “Speriamo che non vengano aggiunte ulteriori restrizioni alle restrizioni esistenti perché la situazione è peggiore”, afferma il sindacalista Salvador Bellecia.

READ  Serie A: trasmessa in TV o in diretta streaming in Germania

L’ITA e il governo romano si attengono alla data di inizio nonostante le difficoltà. “Sappiamo che devono essere prese decisioni molto complesse e che il tempo è molto breve”, ha affermato il ministro dei Trasporti Enrico Giovanni. La compagnia di bandiera partirà il 15 ottobre con un freno a mano. A causa del basso interesse dei passeggeri e del basso numero di prenotazioni, attualmente parte solo con una parte della sua piccola flotta di 52 aeromobili Alitalia. Non è ancora ammessa sui voli a lungo raggio. Allo stesso tempo, il proprietario della compagnia aerea si sta concentrando sullo sviluppo di Altavilla, che ha ordinato ad Airbus 59 nuovi aeromobili.

Con i suoi ambiziosi piani a lungo raggio, la nuova compagnia volerà direttamente contro la rivale tedesca Lufthansa

A differenza di Alitalia, IDA fa affidamento su un unico produttore di aeromobili, Airbus. In tal modo, vuole risparmiare sui costi, soprattutto quando si tratta di addestramento e manutenzione dei piloti. L’accordo recentemente firmato con Airbus e la società di leasing Air Lease Corporation (ALC) chiarisce che anche l’IDA svolgerà un ruolo chiave nel lungo raggio.

ITA ha ordinato 28 aerei direttamente da Airbus, inclusi dieci jet a lungo raggio di questo tipo A330neo, Undici macchine A320neoFamiglia e sette piccole famiglie A220. Altri cinque provengono da ALC A330neos, Elfo A320neo e 15 A220. In totale, IDA acquista 59 macchine, che dovrebbero essere consegnate tra il secondo trimestre del 2022 e la fine del 2025. Gli altri 25 velivoli saranno noleggiati da altre società di leasing nei prossimi quattro anni.

La compagnia aerea vuole raddoppiare il numero di jet da 52 a 105 nei prossimi quattro anni, molti dei quali dovrebbero essere messi a terra. Entro il 2025, il 70% della Marina avrà motori di ultima generazione che risparmieranno kerosene con basse emissioni. Avrebbe ripristinato le dimensioni del suo peggior deficit come vettore nazionale italiano, ma secondo la Commissione europea non deve preservare il suo patrimonio. La Commissione ha recentemente deciso che l’ITA non avrebbe avuto successo dopo Alitalia.

READ  Temporali in Italia e Svizzera: i forti temporali trasformano le strade in fiumi. Fino a 700 litri di pioggia?

Per Airbus, l’ordine è stato un successo significativo nei tempi più difficili a causa dell’epidemia. Alitalia utilizzava principalmente jet Airbus, ma era principalmente un cliente Boeing per i voli a lungo raggio e volava sui voli regionali del produttore brasiliano Embraer.

Particolarmente significativo è stato il ritorno su larga scala dell’ITA alle attività a lungo termine. IDA afferma che 15 nuovi motori stanno arrivando da Airbus e ALC e l’ultimo Airbus ha bisogno di un modello di capacità maggiore A350 Acquisto, ma non ha rivelato quanti di più. Di norma, i paramilitari con meno di dieci aerei non hanno senso economico. ITA ha anche accesso ai vecchi jet Alitalia. Con piani così ambiziosi, volerebbe direttamente a Lufthansa, che attirerebbe affari a lunga distanza attraverso i centri di Monaco e Francoforte, in particolare dal nord Italia.