Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

iOS 15 e altri: gli aggiornamenti di Apple in arrivo su iPhone, iPad e Mac

Apple continua a supportare i dispositivi meno recenti con i principali aggiornamenti di sistema: iOS 15 può essere installato su tutti gli iPhone con anche iOS 14, secondo i requisiti di sistema pubblicati da Apple. La copertura si estende a iPhone 6s e 6s Plus dal 2015 e anche iPhone SE di prima generazione (2016) può essere aggiornato a iOS 15.

Apple fa lo stesso con iPadOS 15: la nuova versione del sistema operativo per tablet prevista per il rilascio in autunno è ancora compatibile con tutte le generazioni di iPad Pro, iPad di quinta generazione, iPad mini 4 e iPad Air 2, e ora basta tornare all’hardware che è stato prodotto nel 2014.

Tuttavia, i possessori di iPhone e iPad più vecchi devono prepararsi per la funzionalità mancante: le innovazioni centrali come il riconoscimento del testo nelle foto o le funzioni che non sono collegate al sistema di assistente vocale Siri richiedono il chip Apple A12 (o successivo). Quindi è disponibile solo negli iPhone prodotti dopo il 2018 (iPhone XS e XR). Il controllo condiviso di Mac e iPad tramite tastiera e mouse (Universal Control) esclude anche i vecchi modelli singoli come iPad Air 2, iPad 5 e iPad mini 4.

Quando aggiorneranno i dispositivi iOS, gli utenti avranno anche più opzioni rispetto a prima in autunno: per la prima volta sarà possibile rimanere su iOS 14 e continuare a ricevere “importanti aggiornamenti di sicurezza”, come osserva Apple.

In precedenza, quando veniva rilasciata una nuova versione principale del sistema operativo, dovevi passare subito ad essa se volevi continuare a ricevere gli ultimi aggiornamenti di sicurezza e possibilmente accettare bug grezzi con la versione ancora recente. Ad esempio, dal rilascio di iOS 14, Apple non fornisce più aggiornamenti a iOS 13, ma i dispositivi più vecchi come l’iPhone 6 continuano a ricevere gli aggiornamenti di sicurezza di iOS 12 in caso di vulnerabilità particolarmente gravi. Per ottenere il “set più completo” di aggiornamenti di sicurezza, in futuro, secondo Apple, è necessario aggiornare anche all’ultima versione del sistema operativo.

READ  Perché la fessura è ridotta?

Altro da Mac e io

Con macOS 12 Monterey, altri Mac vengono eliminati dall’elenco di compatibilità di Apple: l’aggiornamento del sistema operativo non può essere installato su MacBook Air e MacBook Pro realizzati nel 2013 e 2014 e su un MacBook da 12 pollici realizzato nel 2015 con macOS 11 Big Sur, questo vale anche per iMac del 2014. Mac Pro e Mac mini desktop non escludono nessuna serie: macOS 12 Monterey può essere installato su Mac Pro (dal 2013) e Mac mini (dal 2014). Gli aggiornamenti del sistema operativo sono stati rilasciati al pubblico da Apple per l’autunno.


(lbe)

alla home page