Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Intervista a un esperto della serie “Squid Game”: questo rende la serie un successo

  • Serie come “Squid Game” o “Breaking Bad” sono considerate un successo mondiale.
  • Cosa rende la serie di successo? Cosa vuole vedere il pubblico?
  • In un’intervista, un’esperta di serie spiega quando i format tedeschi e le serie che considera una pietra miliare avranno successo.

Colloquio

a partire dal Catherine Schaeffer

Milioni di persone hanno guardato le serie “Squid Game”, “Breaking Bad” e “Bridgerton”. Questi formati sono senza dubbio dei grandi successi. Portali di streaming come Netflix e, ultimo ma non meno importante, la pandemia di Corona stanno cambiando le abitudini di visualizzazione del pubblico. La serie in superficie probabilmente non avrebbe avuto possibilità di successo qualche anno fa. Al contrario, formati come “Breaking Bad” saranno molto più difficili da attirare in questi giorni.

Ma perché alcuni serial hanno successo? Quali fattori giocano un ruolo e come si confrontano le produzioni tedesche con la concorrenza internazionale? Ne abbiamo parlato con Catherine Merkel, autrice, teatro e conferenziere.

La Merkel afferma che il successo della serie è spesso una sorpresa, come è attualmente il caso di “Squid Game”. Cosa ne pensi: perché la serie sta andando alle stelle?

Caterina Merkel: Sono rimasto sorpreso anche dal successo del “Squid Game”. Perché né il design né il modo in cui viene narrato né la qualità del design dell’immagine, lo trovo così grande che il rumore si aprirebbe immediatamente a me. Ci sono molti altri formati che sono raccontati meglio e più intensi. Penso che Squid faccia molte cose già familiari. Gli stessi giochi di sopravvivenza sono un miscuglio di citazioni, basti pensare a “The Hunger Games” o “The Game”. Poiché la serie è incentrata sui giochi, puoi ottenere un’enorme base di fan di giocatori con essa. Inoltre, la serie si ispira alle tradizioni dei manga asiatici, che apre anche a un vasto pubblico.

Forse il tempismo è cruciale?

Chiaramente, a un anno e mezzo dall’inizio della pandemia, il tempismo della serie è molto buono. Nel “Squid Game” si sono unite molte cose snervanti.

Dopo tutti questi anni di dominio degli Stati Uniti, un “gioco del calamaro” potrebbe suscitare scalpore in Asia e rendere le serie asiatiche più popolari in generale?

Abbiamo davvero plasmato la televisione americana per molto tempo, ma l’atmosfera è cambiata negli ultimi anni. Nella televisione tedesca, ad esempio, le forme erotiche nordiche hanno sempre avuto una forte tradizione. In generale, in Germania e in Europa, l’attenzione è ora molto più rivolta alla produzione nazionale. Pensa, ad esempio, alla serie tedesca di Netflix “Dark”. È stato un buon passo. Una realtà così triste potrebbe essere stata possibile prima nel settore dei lungometraggi, ma trasformarla in una serie era già una pietra miliare. Il dominio delle materie prime statunitensi è stato infranto per decenni, quindi posso benissimo immaginare che anche i formati asiatici potrebbero ricevere più attenzione. Grazie ai servizi di streaming questo vale anche per le produzioni italiane, spagnole, tedesche o israeliane.

READ  Si tratta di Frauke Ludowig - Tom che parla con Heidi-Patzer - Persone

“Squid” è orribile, brutale e sulla bocca di tutti: la serie Netflix è pronta a diventare la produzione interna di maggior successo del gigante dello streaming. © ProSiebenSat.1

Abbiamo parlato della Germania e dell’America come mercati. Quali sono le maggiori differenze tra le soap opera tedesche e americane?

Se partiamo dalle classiche serie tedesche sviluppate dalla televisione negli ultimi decenni, confrontare una serie americana con una serie americana è diverso dall’altro. Ci sono approcci e stili di narrazione molto diversi. La tradizione dei narratori è molto forte tra gli americani: ciò che viene detto e come viene raccontato è sempre sotto gli occhi del pubblico. La tradizione televisiva tedesca è plasmata dalla televisione pubblica e dal relativo mandato educativo. In Germania l’approccio artistico che viene dal cinema è molto più apprezzato che nella narrazione televisiva americana. Si tratta di approcci narrativi storico-culturali molto diversi.

Di cosa ha bisogno la catena per avere successo?

Ha bisogno di grandi personaggi e di un conflitto emozionante con una narrazione sequenziale. A differenza di un lungometraggio, una serie dovrebbe essere in grado di raccontare una storia infinita. A tal proposito è necessaria una potente spinta narrativa, a cui pensiamo spesso. Allora hai bisogno di uno stile interessante e di un ottimo ambiente. Ma, non dimenticare che ci sono esigenze diverse: alcuni spettatori vogliono essere sorpresi e sperimentare cose nuove, mentre un vasto pubblico di solito vuole vedere ciò che è familiare. Tuttavia, questi non sono criteri qualitativi come “migliore” o “peggiore”, ma servono queste esigenze, queste sono considerazioni di strategia di mercato.

Mentre parliamo attualmente del pubblico: come sono cambiate le richieste del pubblico? Prendi ad esempio “Breaking Bad”: sarebbe ancora un tale successo oggi se iniziasse solo ora?

READ  Abbi cura di "cantare la mia canzone"! Il rapper Nora annulla la festa di scambio - BZ Berlin

Ottenere un vero successo sta diventando sempre più difficile perché tutti abbiamo visto così tanto. Il numero delle produzioni è in aumento, e “Breaking Bad” era qualcosa di completamente nuovo per i suoi tempi, nel 2008. Come veniva raccontato e cosa si diceva era una questione privata all’epoca, ma oggi non basta più. Nonostante tutto, è stato raccontato e gestito in modo così brillante che è certamente ancora un successo oggi, ma sarà ancora un tale successo oggi? Non la penso così. Anche “Bridgerton”, un altro successo su Netflix, sembra perfetto, ma la serie non è follemente profonda. Quindi sembra che un buon intrattenimento e una buona fattura siano importanti per un vasto pubblico, quindi l’effetto viene prima del contenuto. Anche il film di James Bond non ha avuto molto successo perché è troppo profondo.

Quando si tratta di richieste e abitudini di visualizzazione, qual è l’impatto della pandemia di coronavirus?

Dal momento che siamo tutti condannati a sederci a casa e guardare la TV, la pandemia avrà sicuramente un enorme impatto su cosa e come lo guardiamo. I portali di streaming e le librerie multimediali in particolare hanno visto un enorme impulso. A questo proposito, lo sviluppo che era già in corso è stato accelerato. C’è molta pressione e necessità di portare nuovi contenuti al pubblico e si può dire.

La serie coreana Netflix “Squid Game” è stata un enorme successo in tutto il mondo. Tuttavia, la violenza violenta nella serie solleva anche preoccupazioni: le scuole in Belgio e Inghilterra hanno riferito che i bambini hanno rimesso in scena scene brutali durante le pause.

Se guardiamo all’evoluzione della serie: cosa c’è di diverso nella serie di oggi che non c’era in passato?

Ciò che è chiaramente cambiato, anche a causa della nuova generazione di format americani, è lo stile narrativo multiprospettico e i personaggi spezzati. Inoltre, viene prestata maggiore attenzione alla diversità. Viene raccontato più velocemente e più complesso e ai formati di oggi viene data una possibilità che non era offerta prima.

A quali forme stai pensando?

Anche se non è del tutto nuovo ora, “4 Blocks” è un buon esempio, una canzone gangster molto oscura. Oppure “Chernobyl”, cioè questioni politiche, ma anche “barbari”, storie storiche chiaramente orientate allo spettacolo. Questo non era possibile alla televisione tedesca cinque o dieci anni fa.

READ  Alla ricerca di una nuova sicurezza - Südtirol News

Guardando al futuro: quali sono le tendenze della nuova serie?

In Germania si diffonderanno più generi musicali. I formati più espliciti rivolti a gruppi target specifici stanno diventando sempre più popolari. Anche il tema della diversità viene in primo piano. C’è una serie speciale per la comunità LGBTQ o la comunità gay. E poi è probabile che ci sia un approccio mirato ai gruppi target più anziani. Qui in Germania, il pubblico più anziano è ben coperto dalla televisione pubblica, ma ci sono anche molti argomenti e molto spazio per lo sviluppo. Formati americani come “Big Little Lies” o “Little Fires Everywhere”, ad esempio, sono già rivolti alle donne anziane.

Come discusso, Netflix sta promuovendo in modo aggressivo il tema della diversità. Perché lo sviluppo richiede più tempo in Germania?

Sì, ci vuole decisamente più tempo per il nostro sviluppo. A proposito di “perché?” posso solo indovinare. Certo, questo ha molto a che fare con le strutture, sia nelle emittenti che nelle società di produzione. Le aziende relativamente giovani possono ovviamente posizionarsi in modo molto diverso dall’inizio.

Caterina Merkel Ha completato i suoi studi di tedesco con specializzazione in teatro e media nel 1995 presso l’Università di Amburgo. Successivamente ha lavorato come giornalista video e assistente editoriale, seguito da vari stage e assistenti in produzioni cinematografiche e televisive ad Amburgo e Colonia. Tra il 1999 e il 2004 ha lavorato come scrittrice televisiva freelance, dal 2001 come redattrice del dipartimento di fiction di RTL a Kowloon e nel 2005 si è occupata della gestione del dipartimento editoriale. Dal 2010, Catherine Merkel lavora come regista teatrale freelance e produttrice di sviluppo, principalmente per produzioni seriali, come docente di sala libri e formatrice. Nel settembre 2021, l’edizione della masterschool ha pubblicato il libro di testo “DER German Room – The US Writers’ Room in German Series Development” (insieme a Timo Gößler).

Che si tratti di oscure storie di mafia, complessi intrattenimenti misteriosi o commedie crude: le produzioni tedesche non devono più rifuggire dal confronto con le serie famose in tutto il mondo. Vi presentiamo le migliori serie “Made in Germany”.