Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

‘Insulting Wales’: appello gallese per la cancellazione di ‘Prince of Wales’

Aggiornato il 16/09/2022 alle 12:47

  • Il re Carlo III nominò suo figlio William il nuovo principe di Galles nel suo primo discorso.
  • Gli stessi gallesi non ne sono entusiasti e chiedono l’abolizione del titolo.
  • Danno anche una chiara ragione per questo.

Altre notizie sulla nobiltà possono essere trovate qui

L’immagine è sbiadita e le due figure in essa contenute sono piccole ma inconfondibili: la regina Regina Elisabetta II E Carlo al castello di Carnarvon a Galles. La foto è stata scattata da scolaretta da Maria Sarnacki il 1 luglio 1969, il giorno in cui la regina nominò ufficialmente il suo figlio maggiore, il principe di Galles.

“Era una giornata meravigliosa”, ricorda Sarnaky. “Ero convinto che la regina mi stesse indicando e salutandomi”. “Per me come una bambina di undici anni, era come essere in un film”. Milioni di persone in tutto il mondo hanno assistito in TV alla festa nel magnifico castello del XIII secolo.

Carlo è ora re e suo figlio maggiore William detiene attualmente il titolo di Principe di Galles. L’inaugurazione ufficiale, come nel 1969, è ancora pendente.

Crescente resistenza gallese al Principe di Galles

“Non credo che abbia più senso”, dice Sarnacki, che ora è sindaco della cittadina di Caernarvon, nel nord-ovest del Galles. Il sindaco non è solo in questa convinzione. L’opposizione di Wells all’inaugurazione di William sta crescendo.

Prima Carlo III Quando il Galles è stata l’ultima parte della Gran Bretagna a fare la sua visita inaugurale venerdì, più di 28.000 persone hanno firmato una petizione online chiedendo la revoca completa del titolo di Principe di Galles come erede al trono. Ha detto che la tradizione era “un insulto al Galles e un simbolo di oppressione storica”.

READ  Dschungelcamp 2022: Dieser Star muss gehen

Come in altre parti del Regno Unito, in Galles stanno guadagnando terreno i sostenitori dell’indipendenza. Quando si tratta del titolo di Principe di Galles, molte persone pensano che “un gallese dovrebbe indossarlo”, afferma Sarnacki.

Dalla morte della regina, la Welsh Dragon Flag e la British Union Jack hanno volato fianco a fianco a mezz’asta sopra il castello. Ma i residenti di Carnarvon non sono realisti. In nessun altro luogo questa grande percentuale della popolazione parla gallese, la difficile lingua celtica con cui Carlo ha lottato per un semestre all’università. La sanguinosa storia dell’Inghilterra e del Galles è indimenticabile a Carnarvon.

In origine, i nobili del Galles detenevano il titolo di Principe di Galles. Ma quest’ultimo, Llywelyn ap Gruffudd, fu ucciso nel 1282 durante la conquista del Galles dal re inglese Edoardo I. La sua testa è stata successivamente appesa nella Torre di Londra. Per conquistare il Galles, Edoardo I iniziò a costruire castelli. Il suo successore, in seguito Edoardo II, nacque nel castello di Caernarvon nel 1284. Nel 1301 concesse il titolo di Principe di Galles a suo figlio, ei re inglesi continuarono questa tradizione ai loro eredi.

“Storicamente era un titolo provocatorio”

“Era un titolo storicamente provocatorio”, afferma Gerrant Thomas, proprietario di una galleria fotografica a Carnarvon che mostrava la bandiera rossa del movimento indipendentista gallese. La decisione della regina di celebrare l’inaugurazione di Carlo a Carnarvon nel 1969 era stata controversa fino ad allora. I nazionalisti gallesi hanno manifestato davanti al castello e diverse bombe sono esplose.

Da allora, il Galles ha guadagnato più libertà politica da Londra e si è allontanato dalla famiglia reale. Molti gallesi desideravano Carlo III. Si sarebbe consultato con lei prima di assegnare il titolo a suo figlio.

READ  Heidi Klum: la figlia di Lenny è straordinariamente aperta

“Personalmente, penso che dovremmo avere il Principe di Galles del Galles”, afferma Rhiannon Evans, barista di Carnarvon. Selwyn Jones, che lavora in una libreria della città, afferma che l’inaugurazione a Carnarvon “sarebbe stata più seria di quanto non fosse nel 1969”.

Si dice che la famiglia reale stia pianificando una festa d’inchiesta più piccola a Cardiff il prossimo anno. Allora non ci sarebbe stata una foto come quella scattata da Sarnacki quando era una scolaretta davanti al castello. Ma il sindaco non è triste per questo: “Penso che sia ora di cancellarlo”, dice. (Pak/AFP)

La regina Elisabetta II è morta all’età di 96 anni. Significa anche un cambiamento per la duchessa Kate e il principe William. I due hanno nuovi soprannomi. (Credito immagine: IMAGO / Sebastian Frigg)